CALCIOMERCATO/ Palermo, Zamparini spiega tutto: Pinilla resta, mi piacciono Viviano, Pazienza e Rigoni, Rios è sfumato per colpa di Twitter

- La Redazione

Pinilla non si muoverà, mentre il Palermo deve rinforzarsi a centrocampo (Pazienza o Rigoni) e in difesa (dove c’è un acquisto quasi fatto). Viviano il sogno, Rios sfumato a causa di Twitter

zamparini_r400
Maurizio Zamparini (Infophoto)

In questi giorni impazzano ovunque le voci del calciomercato, ma quando parla un presidente come Zamparini merita di essere ascoltato con attenzione: ecco cosa ha dichiarato il numero uno del Palermo sul mercato di gennaio della squadra rosanero, reduce da una prima parte di stagione tribolata e “condita” da ben due esoneri di allenatori che hanno fatto ulteriormente crescere la fama di Zamparini come “mangia-allenatori”: Pioli è saltato ancora prima dell’inizio del campionato, a causa dell’addio precocissimo all’Europa League, Mangia è stato esonerato dopo la sconfitta nel derby di domenica 18 dicembre. Oggi tocca al bergamasco Bortolo Mutti guidare i siciliani, che inizieranno il 2012 nel prestigioso derby “delle Due Sicilie” contro il Napoli; Zamparini è fiducioso per questa partita, e profetizza una vittoria 1-0 “con gol di Miccoli all’80’ minuto”, anche se ai rosanero mancheranno Ilicic, Hernandez, Zahavi e Pinilla. A proposito del cileno, Zamparini chiude le porte a una sua possibile partenza, anche se lo invita a cambiare marcia nell’anno nuovo: “Pinilla resta. Io punto su di lui, Mutti punta su di lui, ora serve che anche Pinilla punti su se stesso”. Il primo obiettivo del mercato di gennaio sarà dare al centrocampo quella sostanza che l’anno scorso era garantita da Bacinovic, che quest’anno non riesce a confermarsi sugli stessi livelli. Un affare sarebbe già stato concluso, in verità: “Avevamo chiuso per Rios (centrocampista uruguaiano che gioca in Messico, ndR), se non avesse parlato su Twitter l’affare non sarebbe saltato”. Ora quindi ci si rivolgerà al mercato italiano, e i nomi in pole-position (esclusi Palombo e Conti, che appaiono irraggiungibili) sono quelli di Michele Pazienza, in uscita dalla Juventus ma ambito pure dall’Udinese (“Pazienza mi piace molto”), e di Luca Rigoni del Chievo, che appare l’obiettivo più raggiungibile in questa sessione del calciomercato. Secondo Zamparini, bisognerà intervenire pure in difesa, a cominciare dal portiere: fatti i doverosi complimenti a Benussi, che ha saputo guadagnarsi il posto da titolare (“sta facendo benissimo”), resta l’affascinante ipotesi-Viviano, che tra l’altro – ricorda Zamparini – “aveva fregato il posto in Nazionale al nostro Sirigu”.

Zamparini sarebbe pronto a prenderlo, però a titolo definitivo, per costruire solide basi per il futuro; condizione che renderà molto difficile una eventuale trattativa con l’Inter che (come ammette lo stesso patron) “non credo lo lasci andare”. In difesa Zamparini annuncia un affare quasi fatto (“Stiamo chiudendo per un difensore, ma il nome non lo dico”) e avverte Mantovani e il Bologna: “Il giocatore non è convinto di rimanere, se il Bologna lo vuole parli con me, non con Mantovani. Altrimenti resta a Palermo e se non è contento va in tribuna”.

 

(Mauro Mantegazza) 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori