PREMIER LEAGUE/ Incredibile gol del portiere Howard in Everton-Bolton

- La Redazione

Una rete pazzesca, quella siglata dall’americano Tim Howard nel match tra il suo Everton e gli ospiti del Bolton: una roba da rubgy, con un pallone calciato altissimo su rinvio…

tim_howard_r400
Tim Howard (Infophoto)

Ieri sera Tim Howard è entrato nella storia. Cos’ha fatto il portiere statunitense di così eccezionale? Semplice (più a dirsi che a farsi), ha segnato un gol pazzesco. Su un normalissimo rinvio da fondo campo. E’ andata così: il match in questione era tra il suo Everton e gli ospiti del Bolton. Al minuto 63, dopo un primo tempo chiusosi a reti bianche, il numero 1 a stelle e strisce calciava altissimo il pallone dalla propria area che, dopo un rimbalzo in quella avversaria – con la complicità del vento – si insaccava alle spalle dello stupefatto (e un po’ goffo) Bogdan, sostituto del titolare Jaskelainen. Howard è rimasto incredulo ed inizialmente non ha nemmeno esultato, prima di essere sommerso dall’abbraccio dei compagni festanti. Una rete surreale, che però che non è servita ad agguantare lo straccio di un punto, visto che il Bolton, ripresosi dallo choc, è riuscito a rimontare la partita, grazie alle reti di N’Gog al 67′ e di Cahill al 78′. Un posticino nella storia della Premier (e non solo), Howard se l’è, comunque, conquistato: è il quarto portiere di sempre, nel campionato inglese, ad aver realizzato una simile impresa. L’ultima volta fu il collega del Tottenham Paul Robinson a segnare, nel marzo 2007, contro il Watford: ed era la sua seconda rete in carriera. Anche in Italia non sono mancati casi di portieri-goleador. Il primo fu Lucidio Sentimenti, che era un rigorista impeccabile, imitato, negli anni Settanta, da Rigamonti. Per trovare un gol su azione di un estremo difensore, dobbiamo arrivare, però, alla decade dei Novanta, quando Michelangelo Rampulla, nel febbraio del 1993, andò a segno di testa contro l’Atalanta (all’epoca della sua militanza tra le fila della Cremonese). Sempre di testa, nel 2001, segnò Massimo Taibi, che, da portiere della Reggina, infilzò l’Udinese sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Anche due nazionali azzurri come Francesco Toldo e Marco Amelia hanno potuto assaporare la gioia della rete, rispettivamente in un Inter-Juventus (rovente come da tradizione) e in una gara di Coppa Uefa del Livorno contro il Partizan Belgrado, che permise, tra l’altro, il passaggio dei toscani al turno successivo. Per finire, da segnalare il caso dei portieri-bomber, quelli per cui segnare era quasi un’abitudine.

Parliamo di gente come Chilavert, Campos o Rogerio Ceni: quest’ultimo detiene addirittura il record di gol (ben 101) realizzati da un portiere in partite ufficiali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori