CALCIOMERCATO/ Torino, per Zarate aumenta la concorrenza: che bagarre con il Genoa!

- La Redazione

Non c’è soltanto il Torino sulle tracce di Mauro Zarate. Sull’attaccante della Lazio vi è anche il Genoa di Enrico Preziosi, pronto a fare lo sgambetto all’amico Cairo

cannavaro_zarate_napoli_lazioR400
Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

CALCIOMERCATO TORINO GENOA – Moltissimi gli incroci di mercato nel recente passato fra il Torino e il Genoa e tale “scontro” rischia di ripresentarsi a breve. Entrambe le compagini sembrano infatti intenzionate ad assicurarsi una seconda punta di qualità in vista della finestra di riparazione che aprirà i battenti il prossimo 3 gennaio 2013, e le mire di piemontesi e liguri paiono rivolte al medesimo obiettivo, l’epurato di casa Lazio Mauro Zarate. La compagine di Urbano Cairo è stata la prima a mettere gli occhi sull’attaccante argentino, reduce da un inizio di stagione negativo, dopo una stagione in maglia nerazzurra altrettanto al di sotto delle attese. Il bomber albiceleste ha deluso Vladimir Petkovic, a cui non piace lo scarso impegno del suo giocatore negli allenamenti, e di conseguenza la sua partenza a gennaio sembra fortemente ipotizzabile, nonostante dichiarazioni varie dell’entourage di Zarate, che appaiono più di facciata che corrispondenti al vero. Il Torino è pronto ad offrire una casacca al giocatore, vista la necessità di assicurarsi una seconda punta che possa dar man forte al reparto avanzato del Toro, molto deludente in questo primo scorcio di stagione. Peccato però che anche Enrico Preziosi, patron del Genoa, stia pensando all’attaccante biancoceleste, vista la volontà di affiancare a Marco Borriello un giocatore di qualità. L’idea delle due compagini è quella di un’operazione sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto su metà del cartellino. Mauro Zarate ha un contratto con la Lazio che scadrà al prossimo 30 giugno del 2014, fra circa un anno e mezzo, e il patron Claudio Lotito sarebbe anche disposto a cederlo se arrivasse l’offerta adeguata. Oramai Zarate occupa l’ultimo posto nelle gerarchie di Petkovic e anche l’altro epurato per eccellenza di Formello, Sergio Floccari, lo ha scavalcato (ieri è sceso in campo contro il Panathinaikos in Europa League). I numeri del Raton sono eloquenti: una sola presenza in tutto il campionato, con 5 presenze in Coppa ma con un minutaggio davvero ridotto. La casacca Granata o quella del Grifone potrebbero rappresentare l’ennesimo tentativo di rilanciare un calciatore che sembrava destinato ad una splendida carriera dopo una prima stagione super in Italia.

La palla sarà nelle mani dello stesso attaccante che dovrà decidere di accettare una destinazione minore o se continuare a giocarsi le proprie chance nella Lazio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori