PAGELLE/ Siena-Palermo (0-0): i voti della partita e il tabellino con gli ammoniti (nona giornata)

- La Redazione

Ecco le pagelle con i voti a tutti i protagonisti di Siena-Palermo 0-0, primo anticipo della nona giornata di serie A, e il tabellino con gli ammoniti della partita. Pari che serve a poco.

serse_cosmi_r400
Serse Cosmi, 57 anni, allenatore del Trapani, al Perugia dal 2000 al 2004 (INFOPHOTO)

Ad aprire il programma della nona giornata di serie A era chiamata la partita Siena-Palermo, sfida tra l’ultima e la penultima in classifica alla vigilia del match, che è finita con il punteggio di 0-0. Risultato che in classifica serve ben poco ad entrambe le formazioni: il Siena resta ultimo e staccato a quota 3 punti (anche se con la penalizzazione sarebbero 9), il Palermo sale a 7 punti e quanto meno è nel gruppone, ma la svolta non arriva nemmeno stasera. Primo tempo di rara bruttezza. La ripresa è migliore, ma non riesce a smuovere il risultato dalle reti bianche.

Primo tempo di una pochezza sconcertante, fotografia di due squadre in zona retrocessione, e forse del livello di una serie A in calando. 45 minuti senza un brivido o qualcosa da annotare sui taccuini (o sui tablet) degli inviati. Nella ripresa il Siena entra più convinto ed alza i ritmi, il Palermo replica con alcune belle occasioni e forse meriterebbe di più. Ma non basta per promuovere questo incontro.

Primo tempo da dimenticare, per uno 0-0 che sarebbe resistito nei secoli. I bianconeri rientrano in campo più convinti, ed è innanzitutto merito loro se la ripresa è più vivace. Però ben presto questa vivacità passa tutta al Palermo, e il Siena soffre decisamente. La partenza sprint per tornare “sopra lo zero” è già un ricordo, adesso la salita è in forte pendenza: servirà tutta la grinta di mister Cosmi.

Primo tempo come sopra, degno soltanto di stenderci sopra un velo pietoso. Nella ripresa molto meglio, con diverse occasioni da rete: dimostra di essere superiore agli avversari. Ma allora non doveva buttare via tutto il primo tempo: il punticino non serve a molto e la classifica resta brutta. La qualità per uscire dal guado c’è, ma non segna quasi mai…

Giusto annullare il gol di Miccoli (bravo anche il guardalinee), gestisce bene una partita tranquilla, in cui a lungo non c’è nemmeno un ammonito. Nella parte finale deve mostrare qualche cartellino giallo, tutti corretti.

PEGOLO 6,5 – Dopo il sonnellino del primo tempo, nella ripresa deve certamente lavorare di più, e si fa trovare pronto. Se il Siena ottiene almeno il punticino, parte del merito è certamente sua.

NETO 6 – Nella ripresa deve lavorare, e tutto sommato lo fa bene.

PACI 6 – Si potrebbe fare lo stesso discorso. Barcolla, ma non molla.

FELIPE 6 – Ordinaria amministrazione nel primo tempo, in cui le difese hanno ben poco lavoro. La sua ripresa dura soltanto pochi minuti causa infortunio.

(RUBIN 6 – Collabora a resistere in una ripresa che è certamente più difficile del primo tempo).

ANGELO 6,5 – Tra i più vivaci e propositivi dei bianconeri. Un applauso a chi si eleva dal grigiore generale della partita.

VERGASSOLA 5,5 – Grande cuore e quantità. Ma rischia con qualche fallo di troppo, vedi la punizione dal limite concessa a miccoli.

BOLZONI 6 – Anche lui è un onesto mestierante del calcio. Lotta con noi, ma…

DEL GROSSO 6 – Alti e bassi, a volte vivace e a volte sbaglia.

ROSINA 5 – Non lascia tracce di sè nel primo tempo, e paga con la sostituzione nell’intervallo. Impalpabile.

(VALIANI 6 – Più vivace, almeno ci prova).

ZE’ EDUARDO 5 – Quasi inesistente. E quando si vede non riesce ad insistere.

(REGINALDO sv).

CALAIO’ 6 – Quando arriva una palla decente, sa sempre rendersi insidioso.

ALL. COSMI 6 – Lui ha provato a scuotere la squadra, e l’impegno non si discute. Certo, Rosina e Ze’ Eduardo sono state scelte sbagliate, col senno di poi… Coraggio, la risalita dalla penalizzazione non sarà facile.

 

UJKANI s.v. – Praticamente inoperoso. Questo dice molto sul livello della partita…

MUNOZ 6 – Si segnala innanzitutto per il coraggio con cui rientra in campo nonostante un infortunio piuttosto serio nel primo tempo. Stoico. Per il resto ha poco da fare.

DONATI 6,5 – Difensore e regista. Avere spostato il proprio raggio d’azione indietro di qualche metro sembra avergli fatto bene. Certamente tra i più positivi, forse il migliore in campo.

VON BERGEN 6 – Per quel poco che c’è da fare contro l’attacco (si fa per dire) del Siena.

MORGANELLA 6 – Discreta vivacità nella ripresa. Cenni di vita nel grigiore.

KURTIC 6 – Altro giocatore che oscilla sulla sufficienza: rischiamo di essere ripetitivi, ma d’altronde la partita ha detto questo…

BARRETO 6 – Un gran tiro fa urlare al gol a inizio secondo tempo. Un lampo che vale la sufficienza.

MANTOVANI 6 – Fa il suo, soprattutto nella ripresa. Così anche lui si aggiudica l’onesto 6 in pagella.

ILICIC 5 – Fa movimento, ma non riesce ad incidere. Non è il giocatore che abbiamo ammirato in altre circostanze.

(BUDAN s.v.)

BRIENZA 6 – Senza dubbio, il giocatore più vivace della partita nel primo tempo. Nulla di trascendentale, ma sentitamente ringraziamo, anche se poi viene sostituito.

(BERTOLO 6,5 – Molto attivo, s’intende bene con Miccoli e sa pure rendersi pericoloso. Forse meritava di essere titolare).

MICCOLI 6 – L’unico tiro in porta del primo tempo è suo. Nel secondo tempo ha due belle occasioni in pochissimo tempo, ma nella prima è in fuorigioco e nella seconda calcia malamente alto da ottima posizione. Poi si procura una punizione dal limite, e sull’esecuzione sfiora la traversa. Globalmente potrebbe essere il migliore in campo, ma se inquadrasse anche la porta…

(DYBALA 6 – Pochi minuti, ma riesce a creare una bella occasione nel recupero. La stoffa c’è).

ALL. GASPERINI 6 – La qualità c’è, il lavoro del ‘Gasp’ anche, ma la classifica si muove pochissimo. Sembra paradossale per un ‘profeta’ del calcio d’attacco, ma sta diventando un cultore degli 0-0… Bene la difesa, ma urge ritrovare i gol.

 

 

 Pegolo; Neto, Paci, Felipe (dall’11’ s.t. Rubin); Angelo, Vergassola, Bolzoni, Del Grosso; Rosina (dal 1′ s.t. Valiani), Zè Eduardo (dal 32′ s.t. Reginaldo); Calaiò. All.: Cosmi.

A disp.: Farelli, Marini, Dellafiore, Verre, Coppola, Sestu, Mannini, Campos Toro, Bogdani.

 Ujkani; Munoz, Donati, Von Bergen; Morganella, Kurtic, Barreto, Mantovani; Ilicic (dal 39′ s.t. Budan), Brienza (dal 14′ s.t. Bertolo), Miccoli (dal 39′ s.t. Dybala). All.: Gasperini.

A disp.: Benussi, Labrin, Cetto, Garcia, Pisano, Arevalo Rios, Viola, Giorgi, Zahavi.

 Calvarese di Teramo.

 Mantovani (P), Vergassola (S), Rubin (S), Paci (S), Bertolo (P).

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori