PROBABILI FORMAZIONI/ Ajax-Real Madrid: ultime novità (Champions League, gruppo D)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Ajax-Real Madrid, match valido per il gruppo D di Champions League. Una gara a cui abbiamo assistito diverse volte nelle ultime stagioni…

jose_mourinho_real_r400
José Mourinho (Infophoto)

Spettacolo assicurato, stasera all’Amsterdam Arena, stadio che (per inciso) ospiterà la finale di Europa League. Si affrontano, infatti, i campioni d’Olanda dell’Ajax e quelli di Spagna del Real Madrid, per uno scontro a cui abbiamo assistito diverse volte nelle ultime edizioni di Champions League. Alla fine, si è sempre imposto il Real, per cui i tifosi dei ‘Lancieri’ sono autorizzati a fare ogni debito scongiuro. Nemmeno quest’anno, va detto, la sfida si presenta in modo equilibrato. Al di là della disparità tecnica, l’Ajax deve fare a meno anche di diversi acciaccati. L’atmosfera in casa Real, però, non è tranquillissima, dopo le ultime schermaglie dialettiche tra il tecnico Josè Mourinho e il difensore Sergio Ramos. Il rapporto tra i due non sarebbe dei migliori, anche se il difensore ha smentito tutto. Ha fatto molto discutere in Spagna la foto della maglietta di Ozil, che lo stesso Ramos ha indossato al di sotto della sua nella ripresa del match con il Deportivo, in segno di solidarietà con il compagno criticato e sostituito. Alla fine, pare sia tutto rientrato, ma con due personaggi come questi non si può mai dare nulla per scontato.

Tradizionale 4-3-3 olandese per i padroni di casa. In porta ci sarà Vermeer, in difesa il promettente Van Rhijn a destra – erede di Van der Wiel nel mirino dell’Inter – e Blind a sinistra, con il tandem Moisander-Alderweireld al centro; a metà campo l’ex juventino Poulsen farà filtro davanti alla retroguardia, con il connazionale Eriksen e Siem De Jong in veste di mezzali, davanti tridente Sana-Babel-Boerrigter. Occhi puntati soprattutto su Christian Eriksen, tra i centrocampisti più tecnici ed eleganti del panorama europeo, e su Ryan Babel, a lungo cercato dalla Fiorentina. Alla fine l’olandese, che aveva rotto con l’Hoffenheim, ha deciso però di tornare nel club che lo ha allevato e lanciato nel grande calcio. L’allenatore Frank De Boer – una bandiera dei ‘lancieri’ – pur con la dovuta cautela, è ottimista sulla partita: “Se giochiamo da squadra possiamo essere un avversario tosto per chiunque. Dobbiamo essere pazienti anche se il Real Madrid è molto bravo a cambiare ritmo essendo uno dei migliori club del mondo”.

A disposizione Cillessen, Hoesen, Sporkslede, Schone, Lukoki, Veltman e Dijks. Tanti giovani, come si vede, anche per sopperire alle tante assenze dei ‘Lancieri’. E’ un Ajax un po’ in sordina quello che fronteggerà stasera il temuto Real Madrid: gli olandesi dovranno sapere fare di necessità virtù.

Un piccolo esercito di infortunati per il tecnico De Boer, costretto a fare a meno dei vari Boilesen, Serero, Klaassen, Sulejmani, Sigthorsson ed Enoh. Non esattamente il modo migliore per approcciare la sfida con i ‘Blancos’ di Madrid.

Mourinho manderà in campo Casillas tra i pali, difesa a quattro con Arbeloa e Marcelo sugli esterni, Sergio Ramos e Pepe al centro; in mediana Khedira e Xabi Alonso, con Modric avanzato sulla trequarti, da rifinitore. Sulle ali Di Maria a destra e Cristiano Ronaldo a sinistra, con Benzema come terminale offensivo. Fondamentale la posizione del croato Luka Modric, che sarà la mente del gioco madrileno, che naturalmente si avvarrà della fantasia e dell’imprevedibilità di campioni come Di Maria e ‘CR7’. In avanti Benzema viene preferito ancora una volta al collega di ruolo Gonzalo Higuaìn. La vigilia però è tutta per i problemi di spogliatoio. Il botta e risposta tra Mourinho e i giornalisti è di quelli da ricordare: “Sono d’accordo con voi, Ramos è un grande professionista. Com’è la nostra relazione? Io ho una relazione migliore con mia moglie. Con lui ho lo stesso rapporto che ho con tutti i giocatori del Real, che è sicuramente migliore rispetto a quello con gente che lavora nell’ombra. Ozil gioca meno? Meno qualità, meno minuti. E ora vogliamo parlare di Champions? Siamo in un girone molto impegnativo e non vogliamo lasciare punti contro l’Ajax. Io lavoro pensando soltanto alla partita”.

A disposizione il secondo portiere Adan, i difensori Albiol e Varane, i centrocampisti Callejon, Ozil e Kakà, e l’argentino Higuaìn come punta di scorta. Una panchina ricca di qualità per le ‘merengues’, con tante opzioni da utilizzare a gara in corso, prime fra tutte Ozil, Kakà e Higuaìn.

Nessun problema di formazione per il tecnico Mourinho, che può contare sulla squadra al gran completo.

 

Vermeer; Van Rhijn, Alderweireld, Moisander, Blind; Siem De Jong, Poulsen, Eriksen; Sana, Babel, Boerrigter. All.: F. De Boer.

A disp.: Cillessen, Hoesen, Sporkslede, Schone, Lukoki, Veltman, Dijks.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Boilesen, Serero, Klaassen, Suleijmani, Sigthorsson, Enoh.

Casillas; Arbeloa, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Khedira, Xabi Alonso; Di Maria, Modric, Cristiano Ronaldo; Benzema. All.: Mourinho.

A disp.: Adan, Albiol, Varane, Callejon, Ozil, Kakà, Higuain.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: nessuno.

 

Arbitro: Eriksson (Svezia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori