PAGELLE/ Fiorentina-Bologna 1-0 (serie A 2012/2013): i voti e il tabellino della partita (settima giornata)

- La Redazione

Ecco le pagelle con i voti ai protagonisti di Fiorentina-Bologna, partita che si è giocata all’Artemio Franchi e valida per la settima giornata del campionato di serie A 2012/2013.

jovetic_krhin_portanova_fiorentina_bolognaR400
Stevan Jovetic contro la difesa del Bologna (Infophoto)

La Fiorentina batte 1-0 la Fiorentina e saluta il ritorno alla vittoria che era mancata negli ultimi tre turni. Partita sostanzialmente dominata dai viola, che avrebbero meritato più gol ma un po’ Agliardi, un po’ l’imprecisione hanno evitato il tracollo al Bologna e tenuto in partita i felsinei fino all’ultimo; ma sinceramente non sarebbe stato un risultato meritato. Vediamo ora le pagelle di Fiorentina-Bologna con i voti ai protagonisti.

Non è stato un grandissimo spettacolo, ma la Fiorentina ha comunque avuto il merito di tenere i ritmi alti e così facendo ha creato una serie di buone occasioni, che però non ha concretizzato. Il Bologna ha offerto poca resistenza soprattutto per lo scarso peso offensivo, e così si è sostanzialmente giocato a una porta sola.

Bene, non benissimo. I viola la partita l’hanno fatta e, anche senza Pizarro, hanno mostrato di avere un’ottima organizzazione di gioco e piedi educati che costruiscono buone occasioni da gol. Però davanti manca peso: Toni dà poco aiuto a Jovetic, perchè non ha più lo smalto dei giorni migliori, e lo stesso montenegrino, al quinto gol in sette partite, non è una punta pura e tende a giostrare lontano dalla porta. Serve peso davanti, ma si sapeva già; per il resto, poca sofferenza.

Tradito dai suoi uomini di punta: Gilardino non l’ha mai vista, Diamanti ha steccato ed è stato anche sostituito, Pazienza che doveva dare qualità in mezzo ha di fatto causato il primo gol. La difesa ha più o meno tenuto, ma se non girano davanti la strada verso la salvezza si fa dura. Brutta battuta d’arresto dopo la brillante vittoria contro il Catania, ma poteva essere messa in conto.

Non convince più di tanto: Natali meritava il secondo giallo, Calvarese lo grazia però nel computo totale ammonisce sette giocatori, troppi. Si fida dell’assistente sul gol annullato a Toni e sembra fare bene.

Bravo su una punizione insidiosa di Diamanti, poi ordinaria amministrazione.

Prende un giallo nel primo tempo che potrebbe limitarlo, ma poi si batte con la consueta grinta e non concede spazi.

Annulla Gilardino e si dimostra roccioso anche al centro della difesa, ma nel finale si divora – due volte – un gol clamoroso.

Finalmente lo vediamo, complice la squalifica di Rodriguez: gestisce bene una partita tranquilla.

Titolare al posto di Cuadrado, fa tanto movimento e spinge tanto, senza però lasciare troppo il segno.

()

Dal suo piede nasce il gol partita, poi si fa sempre vedere, guadagna punizioni interessanti e governa bene la sua zona di campo.

Ancora una prova di autorità, impreziosita dal colpo di testa-assist per il gol di Jovetic.

Praticamente non si vede mai.

()

 Solito lavoro di spinta, va anche alla conclusione sfiorando il gol.

 Pur senza strafare si dimostra il più pericoloso dei suoi. Gol della vittoria, un altro lo sbaglia in pallonetto.

 Tanto movimento e abnegazione, ma il killer instinct non c’è più. Segna, ma era in fuorigioco.

( Attaccante di movimento utile ad aprire spazi, ma peso sotto porta leggerino)

Salva bene su Pasqual e Tomovic nel finale, non può nulla contro Jovetic.

In affanno, se la cava ma non dà mai l’impressione di essere sicuro.

Buon lavoro su Toni, a norma di regolamento meritava il secondo giallo per trattenuta su Toni.

( Fa il suo senza strafare)

 Il duello con Cassani finisce in parità, soffre contro Jovetic.

 Dovrebbe spingere, lo fa poche volte.

 Non dà geometrie e in più sbaglia il fuorigioco sul gol di Jovetic.

 Decisamente sottotono.

 Poca spinta sulla fascia, infatti viene sostituito.

(58′ ACQUAFRESCA 5 – Entrato per dare freschezza all’attacco, combina pochino)

 Si vede poco, non cambia mai passo.

 Una punizione che impegna Viviano, poi davvero poco.

()

Torna nella sua Firenze con tanta voglia ma non la becca mai.

 

7’pt Jovetic

 Viviano; Roncaglia, Tomovic, Savic; Cassani (29’st Cuadrado), Borja Valero, Olivera, Fernandez, Pasqual; Jovetic, Toni (19’st El Hamdaoui). (Neto, Hegazy, Pizarro, Lupatelli, Seferovic, Della Rocca, Llama, Ljajic, Romulo). Allenatore: Montella 

: Agliardi; Carvalho, Natali (23’st Sorensen), Cherubin; Garics, Pazienza, Taider, Morleo (13’st Acquafresca); Kone, Diamanti (33’st Gabbiadini); Gilardino. (Lombardi, Malagoli, Motta, Pulzetti, Guarente, Abero, Riverola, Radokovic, Pasquato). Allenatore: Pioli

Arbitro: Orsato

Ammoniti: Roncaglia, Natali, Pasqual, Pazienza, Olivera, Migliaccio, Taider. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori