PROBABILI FORMAZIONI/ Cagliari-Catania, ultime novità (12esima giornata Serie A)

- La Redazione

La sfida fra il Cagliari e il Catania, in programma oggi alle ore 18.00, inaugurerà la dodicesima giornata di Serie A alla Is Arenas finalmente aperta. Ecco le probabili formazioni del match

nainggolan_r400
Radja Nainggolan (Infophoto)

La dodicesima giornata di Serie A sarà inaugurata dalla sfida delle ore 18.00 di oggi dell’Is Arenas fra i padroni di casa del Cagliari e il Catania. La prima notizia è proprio relativa allo stadio di Quartu Sant’Elena, che finalmente è stato dichiarato interamente agibile: quindi i tifosi potranno accedere ad ogni settore. Per Cagliari e il Cagliari è un incubo che finisce, tanto che il presidente Cellino annuncia che suonerà l’Ave Maria nella prossima partita. Tornando alla partita, le due squadre, che sono fra le più in forma del momento, proveranno ad ottenere i tre punti per consolidare una classifica che sorride ad entrambe, ed in particolare i rossoazzurri, reduci dalla roboante vittoria contro la Lazio e mai vincenti lontani dal Massimino. Se il Catania sfatasse il tabù trasferta, potrebbe davvero pensare in grande: ma in Sardegna non sarà sicuramente facile.

Il tecnico del Cagliari, Pulga, ha messo in guardia i suoi in vista della difficile sfida contro gli etnei: «Il Catania dispone di un ottimo organico e gioca un ottimo calcio: è una squadra brava a ripartire e una delle loroarmi è la decisione con la quale si gettano sulle seconde palle – le parole riportate dal sito ufficiale dei sardi – Dovremo stare molto alti e aggressivi per non farli lanciare e non subire contropiede pericolosi. Dobbiamo cercare di evitare gli errori di attenzione sulle palle inattive che abbiamo pagato a caro prezzo. In queste situazioni è fondamentale tenere alto il livello di concentrazione:in Serie A la tecnica dei giocatori è tale che mettono la palla dove e come vogliono, non puoi permetterti un attimo di distrazione». Il tandem Lopez-Pulga dovrà fare a meno di Ariaudo ma ritrova Rossettini. Pronto un 4-3-1-2 con Agazzi fra i pali, retroguardia formata da Pisano e Avelar sugli esterni con Astori e il rientrante Rossettini al centro. In mezzo, trio formato da Ekdal, Conti e Nainggolan, dietro a Cossu nella classica posizione di trequartista a giostrare fra le linee, e il duo ormai consolidato Nenè-Sau in attacco.

In panchina andranno Avramov, Perico, Del Fabro, Murru, Casarini, Dessena, Thiago Ribeiro, Ibarbo e Pinilla. Le alternative non mancano, anche in attacco.

Indisponibile il solo Ariaudo, che non ha ancora recuperato da un brutto colpo al piede.

– Maran parla dell’assenza di Bergessio e sprona i suoi a centrare il primo successo lontano dal Massimino: «L’assenza di Bergessio non cambia nulla nel nostro atteggiamento: il Catania non sarà diverso nella sua fisionomia e nella sua identità, pur mancando un giocatore importante. Per affrontare una buona squadra come il Cagliari, che a prescindere dal risultato finale ha messo in difficoltà la Fiorentina, serviranno spirito di squadra e sacrificio. Ottenere un risultato di spessore contro una squadra di pari livello sarebbe importante, confermerebbe i progressi evidenziati ed avrebbe un effetto straordinario, al di là della classifica. L’attenzione ai particolari deve diventare automatica, per compiere il salto di qualità. La consapevolezza dei propri mezzi, in gruppo, va coltivata per diventare valore aggiunto». Come già anticipato da Maran in conferenza, il Catania dovrà fare a meno di Bergessio. Probabile lo schieramento del classico 4-3-3 con Andujar in porta, Alvarez, Spolli, Legrottaglie e Marchese in difesa; a centrocampo, classico trio formato da Izco, Lodi e Almiron dietro a Barrientos, Gomez e Doukara, quest’ultimo favorito su Morimoto per sostituire l’infortunato argentino.

 – In panchina si siederanno Frison, Terraciano, Potenza, Bellusci, Rolin, Capuano, Salifu, Castro, Biagianti, Ricchiuti e Morimoto. Soprattutto dagli ultimi giocatori ci si attendono risposte importanti se verranno chiamati in causa a partita in corso.

 – Indisponibili, oltre a Bergessio, anche Keko, Sciacca (per lui stagione finita) e Augustyn.

 

 

 Agazzi; Pisano, Rossettini, Astori, Avelar; Ekdal, Conti, Nainggolan; Cossu; Nené, Sau. All.: Pulga-Lopez.

A disp.: Avramov, Perico, Del Fabro, Murru, Casarini, Dessena, Thiago Ribeiro, Ibarbo, Pinilla.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Ariaudo.

 Andujar; Alvarez, Spolli, Legrottaglie, Marchese; Izco, Lodi, Almiron; Barrientos, Doukara, Gomez. All.: Maran.

A disp.: Frison, Terraciano, Potenza, Bellusci, Rolin, Capuano, Salifu, Castro, Biagianti, Ricchiuti, Morimoto.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Keko, Sciacca, Augustyn, Bergessio.

 

Arbitro: Di Bello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori