PAGELLE/ Torino-Bologna (1-0): i voti della partita e il tabellino (dodicesima giornata)

- La Redazione

Le pagelle con i voti ai protagonisti e il tabellino con il dettaglio dei marcatori e gli ammoniti di Torino-Bologna, partita valida per la dodicesima giornata del campionato di serie A.

gillet_torino
Jean Francois Gillet (Infophoto)

Torino batte Bologna 1-0 e sale a quota 14 punti in classifica, agganciando il Milan. Il Bologna invece resta al palo a quota 8: dietro ha solo il Siena, che peraltro sarebbe ben davanti se non fosse per la penalizzazione. Pioli vacilla, anche se il buon lavoro dello scorso anno dovrebbe avergli dato una certa dose di credito. Meglio il Torino, che pur senza incantare le platee manda in archivio una partita solida e ordinata, ottenendo i tre punti che erano sicuramente la cosa più importante; Ventura non sarà pienamente soddisfatto del gioco, ma la squadra sta cominciando a girare e la classifica sorride di più.

Come ci si poteva aspettare è stata una partita contratta, tesa, nervosa. Di occasioni da gol se ne sono viste poche, in generale il Torino si è fatto preferire pur senza giocare una gara memorabile. Male il Bologna, che proprio non riesce a ripetere le ottime prestazioni dello scorso anno. 

Controlla, tiene il Bologna lontano dalla sua area, vince la partita. Vittoria che dà morale a Ventura e ai suoi, altra conferma dopo il pareggio di Napoli. 

Così non va: i felsinei non riescono ad approfittare del calendario favorevole e anzi perdono contatto rispetto alle avversarie dirette. Pioli deve lavorare tanto, la sensazione è che le modifiche al modulo non siano ancora state assorbite e che la cessione di Ramirez abbia pesato ben più di quanto ci si potesse ragionevolmente aspettare.

Conduce bene una partita che comunque scorre via facile. Vede bene sull’unico episodio dubbio, un rigore chiesto dal Torino dove invece è Bianchi che spinge il difensore commettendo fallo.

Non tocca mai il pallone, non può essere giudicato contro la sua ex squadra.

Non sbaglia granchè, ma nemmeno avanza troppo sulla linea del centrocampo, rimanendo sulle sue.

Ormai è un leader della difesa, sopperisce ancora bene all’assenza di Ogbonna.

Anche lui se la cava davvero bene, gli attaccanti del Bologna la vedono poco.

In una partita così bloccata un episodio poteva fare la differenza: bravo D’Ambrosio a essere pronto su quel cross.

Ventura lo preferisce a Brighi e fa bene: non sbaglia niente, con lui non passa nessuno.

Compitino, ma almeno lo fa con ordine e senza andare in affanno.

()

Sempre attivo e propositivo, disegna il cross per la rete di D’Ambrosio.

Non fa la differenza, chiede un rigore ma il fallo è suo. Ha vissuto giornate migliori.

( Qualcosa in più, ma il solo movimento non lo salva dall’insufficienza)

Volenteroso, ma in serie B aveva segnato 20 gol, qui non riesce a incidere.

Brutta partita: sulla fascia non gira, in ripiegamento è sempre in affanno. Gioca solo un tempo.

( Doveva giocare dall’inizio: fosse andata così, forse il Torino l’avrebbe risolta prima)

 

Esce male sul cross di Cerci, errore decisivo.

L’altro errore è suo: perde D’Ambrosio che segna. (73′ GABBIADINI sv)

Tiene bene, con personalità.

Sempre in difficoltà contro un Cerci che ha un altro passo.

Si limita a stare in copertura e se la cava.

Ha qualità, potrebbe dare la scossa ai suoi compagni ma non lo fa.

Un mastino, non si stanca mai. Uno dei pochissimi a salvarsi.

(Doveva dare qualità, non porta nulla)

Deve fare anche il lavoro di Pulzetti: si sdoppia, con risultati anche positivi.

Partita pessima, in cui non azzecca nulla e gioca giustamente un tempo solo.

( Meglio, anche se non è memorabile la sua prestazione)

Ci prova, soprattutto a livello mentale e come corsa: non viene seguito.

Forse non è del tutto colpa sua, ma il dato di fatto è che non si vede mai.

 

Torino (4-2-4): Gillet, Darmian, Glik, Rodriguez, D’Ambrosio, Basha (dal 73’ Brighi), Gazzi, Cerci, Bianchi (dal 63’ Meggiorini), Sansone, Vives (dal 46’ Santana). All. Ventura.

Bologna (3-5-1-1): Agliardi, Antonsson (dal 73’ Gabbiadini), Sorensen, Cherubin, Garics, Taider, Perez (dal 58’ Khrin), Guarente, Pulzetti (dal 46’ Motta), Diamanti, Gilardino. All. Pioli.

Arbitro: Gervasoni

Marcatori: 65’ D’Ambrosio (T)

Ammoniti: 9’ Garics (B), 32’ Pulzetti (B), 50’ Darmian (T), 57’ Perez (B), 61’ Gazzi (T), 63’ Sorensen (B), 82’ Motta (B)

Espulsi:  Nessuno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori