PROBABILI FORMAZIONI/ Torino-Bologna: ultime novità (serie A dodicesima giornata)

La dodicesima giornata di campionato vede scendere in campo anche Torino e Bologna. Un match delicato che si preannuncia già importante in chiave salvezza. Le formazioni.

11.11.2012 - La Redazione
ogbonna_torinoR400
Foto: InfoPhoto

La dodicesima giornata di campionato vede scendere in campo anche Torino e Bologna. Un match delicato che si preannuncia già importante in chiave salvezza: i granata sono alla ricerca dei tre punti da oltre un mese e, a fronte di prestazioni a tratti convincenti in trasferta (come contro Roma e Napoli), è in casa che i risultati ancora non si vedono. Gli emiliani sono invece reduci dal pareggio con l’Udinese che ha interrotto una striscia negativa di quattro sconfitte consecutive. Anche la formazione di Pioli, quindi, nonostante un attacco importante formato da Gilardino e Diamanti, deve in ogni modo cercare di portarsi lontano dai piani bassi della classifica. 

Ventura carica i suoi: “Vogliamo iniziare a raccogliere punti importanti anche in casa per non andare a inficiare quanto di buono fatto fuori”, ha detto il tecnico nella consueta conferenza stampa alla vigilia. “Siamo consapevoli delle difficoltà che incontriamo: non avremo grandi spazi e ci troveremo di fronte a giocatori di qualità contro i quali non potremo permetterci errori. Abbiamo fatto una buona settimana di lavoro”. Il tecnico granata spiega anche che “oggi più ancora dei punti è importante la prestazione. A Napoli abbiamo giocato bene al di là del punto conquistato in extremis. Chiaramente oltre alla prestazione serve anche fare punti. Per giocare ad armi pari in serie A devi essere consapevole dei tuoi mezzi e delle tue conoscenze. I risultati spesso sono figli delle prestazioni globali e non delle giocate dei singoli. Ora la pressione inizia a calare e tutti hanno esordito: ora dobbiamo proseguire nel lavoro e divenire sempre più coesi e compatti, consapevoli che con il lavoro potremo raggiungere i nostri obiettivi”. Ventura potrà tornare a contare su Ogbonna, anche se il nazionale dovrebbe partire dalla panchina, mentre Stevanovic non è stato convocato dopo alcune prestazioni che al tecnico evidentemente non sono piaciute. Al suo posto ecco quindi Santana, che giocherà a sinistra con Cerci a destra. Davanti, probabile che a partire titolare insieme a Bianchi sia Gianluca Sansone, rinfrancato dal gol del pareggio di Napoli.

Il tecnico Ventura potrà contare su una panchina composta da L. Gomis, Di Cesare, Agostini, Masiello, Rodriguez, Brighi, Birsa, Basha (ballottaggio con Gazzi per il posto al fianco di Brighi), Vives, Sgrigna, Meggiorini e Verdi. In realtà come detto l’ex attaccante del Sassuolo potrebbe partire dal primo minuto, vista la fiducia di cui gode dopo il gol del pareggio a Napoli.

E’ sempre fuori lo sfortunatissimo Suciu, ma il rientro è vicino: dovrebbe tornare tra due settimane.

“Sono molto sereno anche perché mi sento bene e la priorità è la squadra. Attraversiamo un momento difficile ma almeno con l’Udinese abbiamo mosso la classifica”. Alberto Gilardino si dice ottimista e carica i suoi. “Usciremo da questa situazione perché abbiamo determinazione e spirito di sacrificio. Pioli merita fiducia e ci dà grande carica. Con il Toro sarà dura ma ci stiamo preparando bene. E’ il primo di una serie di scontri diretti e dobbiamo arrivare a Natale in una posizione molto migliore”. Anche il tecnico Pioli, pur ammettendo il “grande rispetto per il Torino”, ha spiegato che alla squadra “non tremano le gambe”. L’allenatore può tornare a contare su Perez, anche se “è fuori da 40 giorni e non so se ha i 90 minuti nelle gambe, ma è importante per personalità e capacità di comunicare in campo”, ha detto Pioli, confermando invece Agliardi tra i pali. Commentando invece la presenza dell’ex Gillet nell’altra porta, ha detto: “Ha dato un gran contributo ad una splendida stagione ma domani saremo nemici in campo e spero che commetta uno dei suoi pochi errori”. Formazione confermata: Sorensen a centro difesa con Antonsson e Cherubin ai lati, l’unica novità significativa è Pulzetti che giocherà a sinistra. In mediana si rivede Diego Perez, Guarente e Taider gli interni.

 – Pioli ha confermato Agliardi, dunque Curci andrà solo in panchina. Il tecnico potrà poi contare anche su Lombardi, Marco Motta, Radakovic, Stojanovic, Khrin, Pazienza, Pulzetti, Rodriguez, Kone, Pasquato, Paponi e Gabbiadini.

 –  Nella lista dei convocati non compare Archimede Morleo, oltre agli indisponibili Carvalho, Gimenez, Acquafresca e Natali, più lo squalificato Portanova.

 

: Gillet; Darmian, Glik, Gui. Rodriguez, D’Ambrosio; Brighi, Gazzi; Cerci, Bianchi, G. Sansone, Santana. All.: Ventura

A disp.: Gomis, Di Cesare, Agostini, S. Masiello, Ogbonna, Santana, Basha, Birsa, Stevanovic, Sgrigna, Meggiorini, Verdi

Indisponibili: Suciu

 Agliardi; Antonsson, Sorensen, Cherubin; Garics, Taider, Perez, Guarente, Pulzetti; Diamanti; Gilardino All.: Pioli

A disp.: Curci, Lombardi, M. Motta, Radakovic, Stojanovic, Khrin, Pazienza, Abero, Rodriguez, Kone, Pasquato, Paponi, Gabbiadini

Squalificati: Portanova

Indisponibili: Natali, Gimenez, Carvalho, Acquafresca, Perez, Morleo

 

Arbitro: Gervasoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori