CALCIOMERCATO/ Genoa, Floro Flores e due juventini: i piani di Preziosi

- La Redazione

Il punto sul mercato del Genoa: piacciono Marrone e Padoin, ormai di troppo alla Juventus, e l’ex Floro Flores, quest’anno al Granada. Saranno questi i rinforzi promessi dal patron Preziosi?

enrico_preziosi_genoa_r400
Enrico Preziosi (Infophoto)

La classifica deficitaria e un gioco che stenta a decollare, nonostante il cambio della guardia in panchina, impongono al Genoa interventi energici in sede di calciomercato di gennaio, in modo da regalare all’allenatore Gigi Del Neri pedine adatte al suo credo tattico. Il presidente del club ligure, Enrico Preziosi, starebbe già sondando il terreno per capire quante possibilità ci sono di arrivare a due elementi poco impiegati in casa Juventus. I discorsi sono stati già allacciati con la società bianconera, dalle cui fila potrebbero arrivare Luca Marrone e Simone Padoin: entrambi sono impiegati col contagocce da Antonio Conte, e sei mesi in prestito al Genoa garantirebbero loro continuità di impiego e una vetrina di un certo rilievo, cisa che dovrebbe fare piacere anche ai dirigenti juventini. Entrambi, con forza fisica e dinamismo, consentirebbero al centrocampo del ‘Grifone’ di aumentare il proprio spessore tecnico tattico e fornirebbero così all’allenatore di Aquileia preziose alternative valide sia nella composizione dell’undici titolare che a partita in corso. Tutto questo senza dimenticare che Marrone può essere utilizzato anche in difesa, e anzi Conte ultimamente lo utilizza quasi soltanto nel pacchetto della retroguardia. Per il reparto offensivo, invece, si fanno insistenti le voci relative ad un possibile ritorno sotto la Lanterna di Antonio Floro Flores. Dieci gol realizzati in diciotto presenze da gennaio a maggio del 2011, quando l’attaccante napoletano arrivò in prestito dall’Udinese ed entusiasmò lo stadio di Marassi, rappresentano un biglietto da visita notevole per pensare ad un ‘ritorno’ in grande stile. Floro Flores attualmente milita in Spagna nelle file del Granada, ma essendo questa una società ‘satellite’ della famiglia Pozzo la punta potrebbe essere richiamata in Friuli a gennaio per poi essere girata alla corte di Del Neri. Le voci di un interessamento del Napoli per Ciro Immobile, poi, fanno il resto e aumenterebbero la necessità del Genoa di intervenire sul parco attaccanti nella finestra invernale dei trasferimenti. Una vera e propria rivoluzione, dunque, l’ennesima, attende la società di Preziosi, che proprio qualche giorno fa ammise il bisogno di ricorrere al mercato per migliorare un organico a sua detta privo di validi ricambi in diversi ruoli. Il presente conduce al derby, ma in casa del ‘Grifone’ la dirigenza sta giocando già un’altra partita.

Non meno importante della prima, che pure sarà fondamentale cercare di vincere per archiviare un periodo fin troppo amaro: cinque sconfitte consecutive, meno peggio dei cugini della Sampdoria (che sono arrivati a quota 7 insuccessi consecutivi, mettendo seriamente a rischio la panchina di Ciro Ferrara), ma comunque troppe per un Genoa che vuole tornare a sorridere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori