SERIE A/ Il calendario e gli orari delle partite (13^ giornata)

- La Redazione

Tredicesima giornata di serie A ricca di grandi sfide: si parte con Juventus-Lazio e Napoli-Milan che sono gli anticipi del sabato, domenica sera il derby di Genova tra pericolanti.

sampdoria_genoa
Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

Siamo alla tredicesima giornata del campionato di serie A: dopo la Nazionale, sconfitta a Parma dalla Francia ma comunque positiva sotto il piano del gioco, le 20 squadre tornano a sfidarsi sui campi di tutta Italia. Spiccano almeno tre partite per interessi di classifica e tradizione, ma andiamo con ordine. Doomani si apre con gli anticipi e, come sempre quando c’è la Champions League la settimana seguente, Juventus e Milan inaugurano la giornata. Alle 16 i bianconeri ospitano la Lazio: partita di cartello perchè la capolista incontra la quinta in classifica, il divario è di 9 punti e i biancocelesti sono senza Lulic e Mauri, ma per contro i bianconeri non hanno Pirlo e Conte non sa se risparmiare Quagliarella per il Chelsea o “rischiarlo”. Alle 20:45 grande classica: Napoli-Milan ricorda i duelli epici di fine anni Ottanta, ora la classifica sorride più ai partenopei terzi, il Milan è a 17 punti dalla vetta ma resta una squadra blasonata e imprevedibile, dunque occhio a dare per scontata la gara. Domenica non c’è l’anticipo dell’ora di pranzo, perchè l’impegno della nazionale di rugby costringe la Roma a giocare lunedi sera: ospita il Torino che in trasferta non ha mai perso, i giallorossi vengono dalla sconfitta nel derby e devono necessariamente risalire la corrente. Dunque, domenica si gioca alle 15: Bologna-Palermo è un pericoloso incrocio salvezza, rosanero che hanno battuto la Sampdoria e a oggi sarebbero al sicuro, mentre il Bologna per punti fatti sul campo sarebbe ultimo in classifica. Ci attendiamo una gara tesa e nervosa, così come potrebbe esserlo Catania-Chievo visto che i gialloblu hanno bisogno di fare punti per uscire dalle zone basse, mentre gli etnei sono attesi alla definitiva esplosione. Fiorentina-Atalanta può far decollare la squadra di Montella ancora senza Jovetic, ma i bergamaschi hanno appena battuto l’Inter (dopo Milan e Napoli) e non vanno presi sotto gamba, anche loro intravedono l’Europa. L’Inter cerca di tenere il passo da scudetto ospitando un Cagliari che la cura Pulga-Lopez ha rivitalizzato: sulla carta c’è poca partita ma bisognerà vedere come i nerazzurri si riprenderanno dopo la sconfitta. Siena-Pescara è un altro incrocio tra pericolanti, anche se il Siena per punti conquistati non sarebbe in zona retrocessione: il Pescara viene dalla scoppola subita dalla Juventus e non può permettersi altri passi falsi. Udinese-Parma vedrà gli uomini di Guidolin andare a caccia di una vittoria che aumenterebbe il morale in vista della decisiva sfida in Russia di Europa League, mentre i ducali vogliono rialzarsi dopo il brutto pareggio casalingo contro il Siena. Chiude il programma della domenica il posticipo serale delle 20:45, e non poteva esserci epilogo migilore: si gioca Sampdoria-Genoa, che qualcuno ha ribattezzato il “derby dei disperati” vista la pessima situazione di classifica nella quale versano le due squadre. Sette sconfitte in fila i blucerchiati, cinque il Grifone: quale striscia si spezzerà? 

 

Sabato 17 novembre, 18

Juventus-Lazio

 

Sabato 17 novembre, 20:45

Napoli-Milan

 

Domenica 18 novembre, 15

Bologna-Palermo

Catania-Chievo

Fiorentina-Atalanta

Inter-Cagliari

Siena-Pescara

Udinese-Parma

 

Domenica 18 novembre, 20:45

Sampdoria-Genoa

 

Lunedi 19 novembre, 20:45

Roma-Torino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori