PROBABILI FORMAZIONI/ Catania-Chievo: notizie alla vigilia (serie A tredicesima giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Catania-Chievo, partita del Massimino valida per la tredicesima giornata di serie A. Gli etnei per le zone alte, i clivensi per i primi punti in trasferta.

bergessio_cataniaR400
Foto Infophoto

Domani alle 15 si gioca Catania-Chievo, valida per la tredicesima giornata di serie A. E’ una partita che per i rossazzurri potrebbe significare l’avvicinamento alle zone di classifica che qualificano in Europa, mentre i clivensi hanno bisogno di fare punti per abbandonare le acque agitate della graduatoria. Se c’è un favorito, è obbligatoriamente il Catania, e lo dicono i numeri: gli etnei hanno quattro vittorie e un pareggio in casa, con una sola sconfitta (contro la Juventus, contestata) mentre il Chievo in trasferta ha sempre perso, cinque volte su cinque e segnando appena due gol. Con Corini però la squadra è cresciuta, e va detto che il calendario non ha agevolato, visto che i gialloblu hanno già giocato contro Juventus, Napoli e Milan. Arbitra il signor Peruzzo di Schio, si gioca al Massimino. 

Gli etnei hanno un possesso palla tra i più bassi della serie A: con 22 minuti e mezzo, solo Genoa e Siena fanno peggio, e ne consegue che i palloni giocati sono pochi, e peraltro la precisione non è delle migliori. I tiri che centrano lo specchio della porta sono poco più di 4, ma la forza degli etnei è proprio questa: la formazione di Maran solitamente non controlla il gioco, ma è efficace in contropiede grazie alla velocità dei suoi uomini d’attacco, quelli a cui il tecnico trentino si affiderà anche domani, con il tridente formato da Barrientos, Bergessio e Gomez, i tre argentini che sono la fortuna del Catania. A dire il vero Bergessio non sta ancora benissimo: può essere che Doukara parta dal primo minuto. Il Papu è stato spronato da Maran a segnare di più: l’allenatore vuole la doppia cifra, al momento è a 4. Izco, Lodi e Biagianti dietro le punte (Almiron dovrebbe prendersi un turno di riposo), in difesa Legrottaglie-Spolli coppia centrale con Pablo Alvarez e Marchese sulle fasce. 

I gialloblu di Corini hanno il 51% di possesso palla ma lo sfruttano poco: nemmeno 4 tiri centrano lo specchio della porta. La supremazia territoriale è comunque in linea con squadre di metà classifica (9 minuti e mezzo), la pericolosità tende a essere bassa (nemmeno il 43%). E’ chiaro che bisogna rivedere qualcosa: dal centrocampo in su il Chievo fa tanta fatica. Corini però sta lavorando bene (cinque punti nelle ultime cinque partite) e i risultati potrebbero arrivare, perchè sulla carta la squadra non è assolutamente da buttare. Domani non ci sarà Luca Rigoni, squalificato: in campo al suo posto ci sarà Guana in posizione di regista, con Vacek sull’interno destro e Hetemaj mezzala mancina. Si rivede Marco Rigoni che però va in panchina, davanti il tridente con Luciano e Thereau a supportare Pellissier, che sta vivendo una stagione difficile ma ha già comunque 3 gol all’attivo. Attenzione a Paloschi, rientrato e in gol su rigore: può essere l’arma in più dalla panchina. Difesa nella quale si è fermato Papp (20 giorni) ma rientra Dramè, che va a sinistra; insieme a lui Sardo, Andreolli e Dainelli. 

 

Andujar; P. Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Lodi, Biagianti; Barrientos, Bergessio, Gomez. All. Maran

A disp: Frison, Messina, Potenza, Rolin, Bellusci, Capuano, Almiron, Castro, Salifu, Ricchiuti, Morimoto, Doukara

Squalificati:

Indisponibili: Terracciano, Sciacca, Augustyn

Sorrentino; Sardo, Andreolli, Dainelli, Dramè; Vacek, Guana, Hetemaj; Luciano, Pellissier, Thereau. All. Corini

A disp: Puggioni, Viotti, Farkas, Cesar, Jokic, Cofie, M. Rigoni, Stoian, Moscardelli, Di Michele, Samassa, Paloschi

Squalificati: L. Rigoni

Indisponibili: N. Frey, Papp

 

Arbitro: Peruzzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori