PAGELLE/ Fiorentina-Atalanta (4-1): i voti e il tabellino con marcatori e ammoniti della partita (serie A, 13^giornata)

- La Redazione

Le pagelle di Fiorentina-Atalanta, partita valida per la tredicesima giornata del campionato di serie A 2012-2013: i voti e il tabellino con marcatori e ammoniti della sfida di Firenze

esultanza_fiorentina_atalantaR400
Giocatori della Fiorentina in festa (INFOPHOTO)

Fiorentina-Atalanta finisce quattro a uno. Ma il punteggio non deve far assolutamente leggere male la partita perché i bergamaschi come sempre hanno giocato bene, perlomeno nella prima frazione. Un dato importante per la Fiorentina sono le due vittorie senza Jovetic, a testimoniare il fatto che i viola non sono dipendenti dal talento montenegrino.
Una bella partita quella tra la squadra viola e la formazione di Colantuono. Due squadre assolutamente in palla che hanno dato vita a uno spettacolo importante per i tifosi sugli spalti. Bella la Fiorentina di Montella che gioca un calcio innovativo, ottima la personalità della formazione bergamasca che ha dato filo da torcere alla Fiorentina, specie sinchè la parità numerica non è stata spezzata.
 Se paragonano la Fiorentina al Barcellona di Guardiola un motivo ci sarà. La squadra di Montella gioca un calcio bellissimo, impostato da un centrocampo di alta qualità. Non arriviamo all’otto perché i viola ogni tanto si prendono delle pause, che in Serie A possono venire punite dagli avversari. Ma Montella sa il fatto suo e la squadra lo accompagna bene.
 Ripetiamo: leggendo il risultato ci si aspetta un voto basso e invece l’Atalanta non ha fatto male, la squadra nel primo tempo ha fatto cose molto positive. L’espulsione di Cigarini ha completamente cambiato il match e la squadra è crollata sotto i colpi di una bella Fiorentina. Ma Colantuono può essere contento della prestazione dei suoi su un campo difficile come quello del Franchi.
 Molti dubbi sul gol dell’Atalanta, viziato da fuorigioco di Bonaventura, ma in questo caso non è aiutato dall’arbitro di linea e dall’assistente. Giusto il rosso per il fallo da dietro di Cigarini su Cuadrado.
 Il Franchi ha ritrovato l’entusiasmo di qualche anno fa quando in panchina c’era Cesare Prandelli. E il pubblico diventa il dodicesimo uomo in campo.
non riesce a intercettare il tocco ravvcinato di Bonaventura, per il resto è inoperoso.
partita attenta per il difensore argentino che vince il duello con Denis. (Hegazy s.v.)
: anche lui aiuta Roncaglia nella marcatura su Denis. Poi segna il gol che apre la partita. Investimento importante.
normale amministrazione, fai il suo senza entusiasmare.
un motorino inesauribile sulla fascia destra. Non marca bene Bonaventura nel gol dei bergamaschi.

Punizione magistrale, tocco morbido da grande campione. Un centrocampista perfetto, l’uomo in più della Fiorentina. Doppietta sontuosa.
metronomo e regista importante del centrocampo della Fiorentina.
la Fiorentina ha preso un calciatore straordinario. Tatticamente un maestro.
bella partita del capitano viola, sfiora il golsu punizione.
terzo gol consecutivo al Franchi, sta dimostrando di essere un giocatore importante.
partita non certo straordinaria, però si muove bene.
: che bella Fiorentina, in casa è un rullo compressore che gioca benissimo. Deve migliorare, solo dal punto di vista del risultato, in trasferta. 

Non impeccabile come domenica scorsa contro l’Inter.
inizia bene ma dopo si perde come tutta la squadra.
perde il duello contro Toni.
purtroppo in dieci non può nulla contro l’offensiva viola.
prestazione non sufficiente.

 

Non riesce mai a fare un’accellerata importante.
prestazione macchiata dal fallo da rosso alla fine del primo tempo. Uno come lui non dovrebbe fare questi errori.
non fa bene, sbaglia molto in fase di possesso. (Cazzola 5,5: non può fare molto di più).
l’unico a salvarsi, segna il gol dell’uno a uno.
nel primo tempo non stava facendo male, esce a inizio secondo tempo con la squadra in inferiorità numerica. (Biondini 5,5: entra ma non può arginare la falla dopo l’espulsione di Cigarini).
perde il duello sudamericano con Roncaglia e Rodriguez. Ma non è molto assistito dalla squadra.
 la squadra gioca nel primo tempo, ma perché far uscire Moralez?

 

Il tabellino

Marcatori: 5’pt G.Rodriguez (F), 32’Bonaventura (A), 42′, 47’Aquilani (F), 4’st Toni (F).

Fiorentina (3-5-2): Viviano; Roncaglia (31’st Hegazy), G.Rodriguez, Savic; Cuadrado, Aquilani (23’st M.Fernandez), Pizarro, B.Valero, Pasqual; Toni (12’st El Hamdaoui), Ljajic (Neto, Tomovic, Cassani, Llama, Migliaccio, Romulo, Olivera). All.Montella.

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Raimondi, Stendardo, Mnafredini, Brivio; Schelotto, Cigarini, Carmona (7’st Cazzola), Bonaventura (28’st Marilungo); Moralez (1’st Biondini); Denis (Frezzolini, Polito, Matheu, Ferri, Lucchini, Scozzarella, Troisi, De Luca). All.Colantuono.

Arbitro: De Marco

Ammoniti: Pizarro (F), Stendardo (A), Manfredini (A), Brivio (A), Cazzola (A), tutti per gioco scorretto.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori