PAGELLE/ Udinese-Parma (2-2): i voti e il tabellino con marcatori e ammoniti della partita (serie A, 13^giornata)

- La Redazione

Le pagelle e il tabellino di Udinese-Parma, partita valida per la tredicesima giornata del campionato di serie A 2012-2013: i voti, i marcatori e gli ammoniti della partita del Friuli

palladino_parmaR400
Foto Infophoto

Allo stadio Friuli di Udine Udinese e Parma concludono pareggiando per 2-2. I gol: vantaggio dell’Udinese in avvio col solito Totò Di Natale, su assist di Domizzi. Pareggio del Parma alla prima azione della ripresa, grazie a Marco Marchionni. Pochi minuti dopo il nuovo vantaggio friulano grazie a Giullermo Pereyra, e ad un minuto dal novantesimo definitivo pareggio di Raffaele Palladino, su assist di Parolo. Il punto conquistato porta l’Udinese a 16 punti in classifica, a +6 dalla zona retrocessione e -7 dall’Europa League. Il Parma invece sale a 17. Nella prossima giornata l’Udinese farà visita alla Lazio, nel posticipo di domenica 27 novembre, mentre il Parma riceverà l’Inter.

Sino alla mezz’ora l’Udinese, anche galvanizzata dal gol iniziale, ha corso meglio, pressando in modo intelligente i portatori di palla parmensi ed occupando maggiormente il centrocampo grazie al buon lavoro dei tre centrali. Alla distanza però è emerso anche il Parma, che ha sfruttato la crescente stanchezza dell’Udinese spingendo soprattutto nella ripresa, alla ricerca di un pareggio che alla fine si può definire meritato. Al Friuli non sono mancate le emozioni: magari non a getto continuo ma a fiammate avvincenti, che hanno sempre tenuto sveglia la partita.

Senza due titolatissimi, come Danilo e Benatia, l’Udinese ha impostato la partita nel modo giusto, tenendo alto il ritmo a centrocampo grazie al buon palleggio di Allan e al dinamismo di Pereyra e Badu, due giocatori molto dotati atleticamente. Il gol di Di Natale ha aperto una mezz’ora frizzante, che però non ha trovato continuità nel prosieguo della gara. Non è la prima volta che l’Udinese subisce gol negli ultimi minuti: Guidolin deve lavorare sulla resistenza anche mentale dei suoi, che comunque dimostrano sempre buona volontà in campo, pur non avendo le stesse potenzialità degli anni passati.

Il Parma sembra non saper offrire mezze misure: nei momenti di difficoltà, come nella prima mezzora di gara, la squadra pare sfilacciata e poco attrezzata per far male. D’altro canto quando i giocatori aumentano l’intensità i gialloblù cambiano volto, e allora ti accorgi che Parolo è un bel regista e che la squadra gli gira bene attorno; che Belfodil si fa un gran mazzo partendo da sinistra e che in panchina c’è gente come Palladino, che può decidere le partite con colpi alla Di Natale, per stare in tema. L’impressione è che il Parma sia migliore quando non rinuncia ad imporre il proprio ritmo, pur riconoscendo non è sempre possibile nè consigliabile fare la partita, soprattutto in trasferta.

Sette cartellini, per lo più tutti corretti. Gestisce le occasionali proteste e favorisce lo sviluppo del gioco. Ben assistito sui fuorigioco.

Grande colpo di reni su Amauri (21′), bucato senza colpe particolari.

Infastido dai movimenti di Belfodil, che però non lo preoccupa mai seriamente.

Lotta alla pari con Amauri ma tiene in gioco Palladino che va a pareggiare.

Assist pregevole per Di Natale, reattivo dietro.

Spinge a corrente alternata, ma quando si accende minaccia: un suo destro respinto porta al 2-1.

Come al solito molto dinamico senza palla, segna il 2-1 in tap-in. 

Nella ripresa perde lucidità e anche per questo il Parma prende campo, ma nel primo tempo fa girare bene la palla.

Potente palla al piede, garantisce ottima corsa per quasi tutta la gara.

Sfiora il gol al 37′, perde Marchionni che segna (ma la distrazione è di tutto il reparto) dal 22’st ARMERO 5,5 Non riesce a dare un cambio di ritmo.

Un colpo si testa al 28’st: un pò poco. Giornata grigia dal 41’st FARAONI s.v.

Gol in pallonetto all’8′, il numero 161 in serie A. Si mantiene vivo allargandosi e crossando qualche buon pallone dal 39’st RANEGIE s.v.

All.GUDOLIN 6,5 L’Udinese parte bene ma si sfianca alla distanza. Ma il miste riesce ancora a tirare fuori molto dai suoi.

 

Incolpevole sui gol, gestisce il resto in sicurezza.

Largo a destra, potrebbe aggredire maggiormente Pasquale: si limita alla fase di contenimento.

Sempre deciso, prova anche ad uscire palla al piede ma tiene in gioco Di Natale che segna il primo gol.

Non sbava, partita precisa.

Scioglie la corsa nella ripresa ma pecca di precisione al cross.

Nel secondo tempo ritrova qualità nelle giocate ed un guizzo d’altri tempi, che frutta l’1-1.

Patisce l’atletismo di Pereyra e Badu e resta spesso marginale nell’azione parmense dal 20’st ACQUAH 6 Ingresso positivo, da più corpo al centrocampo.

Parte male (anche ammonito), lievita nella ripresa salendo alla consolle e chiude alla grande con l’assist per Palladino.

Vivace come nell’Under 21, scatta veloce ma manca in fase di rifinitura dal 25’st PALLADINO 7 (il migliore) Rieccolo, finalmente: gran gol di classe. 

Ruolo di ala sinistra, spende molto e anche per questo manca di lucidità a ridosso dell’area dal 34’st PABON 6 Vicino al gol in mischia.

Gran zuccata al 21′, bravo Brkic. Il resto sono sportellate: una indirizza Marchionni sulla via del gol.

All.DONADONI 6,5 Si gioca un finto tridente con Sansone e Belfodil a sdoppiarsi, tra sostegno di Amauri e contenimento. Idea interessante ma da assimilare: oggi non ha sempre funzionato e il centrocampo ha patito. Azzecca Palladino.

 

Il tabellino

Marcatori: 9’Di Natale (U), 46’Marchionni (P), 50’Pereyra (U), 89’Palladino (P).

Udinese (3-5-1-1): Brkic; Angella, Coda, Domizzi; Basta, Pereyra, Allan, Badu, Pasquale (22’st Armero); Maicosuel (41’st Faraoni); Di Natale (39’st Ranegie) (Padelli, Pawlowski, Heurtaux, Berra, Reinthaller, Zielinski, V.Barreto). All.Guidolin

Parma (4-4-2): Mirante; Benalouane, Paletta, Lucarelli, Rosi; Marchionni, Musacci (65’Acquah), Parolo, N.Sansone (25’st Palladino); Belfodil (34’st Pabon), Amauri (Pavarini, Bajza, Fideleff, Morrone, Ninis, Gobbi, Palladino, Pabon). All.Donadoni.

Arbitro: Russo

Ammoniti: Parolo (P), Lucarelli (P), Paletta (P), Faraoni (U) per gioco scorretto, Allan (U) per comportamento non regolamentare, Pasquale (U) per proteste.

 

(Carlo Necchi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori