SERIE A/ Novellino: Juventus, occhio alla Champions League e alla Fiorentina. Inter e Napoli, che succede? Contento per Ferrara… (esclusiva)

- int. Walter Novellino

In esclusiva a Ilsussidiario.net, Walter Novellino, tecnico italiano, ha parlato del campionato con la Juventus saldamente in testa e le inseguitrici che arrancano. Ma occhio a Montella…

montella_r400
Foto Infophoto

Siamo sicuri che ieri pomeriggio Antonio Conte al fischio finale delle partite avrà fatto un sorriso enorme. Nonostante il pareggio di sabato pomeriggio della Juventus contro la Lazio, le inseguitrici non hanno approfittato del mezzo passo falso dei bianconeri. Il Napoli ha pareggiato in casa contro il Milan per due a due dopo essere stato in vantaggio di due gol, l’Inter ha impattato in casa contro il Cagliari con lo stesso punteggio ma ha lamentato un arbitraggio a dir poco sfavorevole. Però c’è la Fiorentina che continua a vincere e ad avanzare in classifica con il bel gioco di Vincenzo Montella. Vola anche il Catania di Maran che continua a vincere al Massimino, mentre la giornata di ieri è stato il preludio al ritorno alla vittoria della Sampdoria che ha vinto il derby ligure contro il Genoa per tre a uno. Ferrara dopo sette sconfitta è tornato alla vittoria. Per parlare del campionato abbiamo intervistato in esclusiva a Ilsussidiario.net Walter Novellino, tecnico italiano.

La 13esima giornata sorride ancora alla Juventus… Guardando i risultati direi proprio di si, ma i bianconeri devono stare attenti a una squadra in particolare.

Chi? La Fiorentina di Montella. Ha entusiasmo, gioco, voglia di mostrare qualcosa di nuovo, potrebbe davvero dare fastidio ai bianconeri.

Lo Scudetto però lo può perdere solo la Juventus… E chi lo ha detto? La Juventus è sicuramente la favorita ma i bianconeri hanno qualche problemino e attenzione che c’è la Champions League. Se i bianconeri dovessero superare l’ostacolo Chelsea continuerebbero la loro avventura e inevitabilmente potrebbero perdere dei punti.

Occhio alla Fiorentina quindi, e Inter e Napoli? Ci sono anche loro ma ora hanno dei problemi.

I nerazzurri da quando hanno vinto a Torino non riescono a trovare più i tre punti… Il problema è la continuità tattica. Stramaccioni sta facendo un grandissimo lavoro, ha entusiasmo, però dovrebbe dare maggiore continuità dal punto di vista tattico e non cambiare modulo.

E al Napoli che succede? Onestamente non saprei. Il primo tempo contro il Milan è stato meraviglioso, dopo la squadra è calata. Diciamo che manca la qualità nel Napoli, solo Cavani e Hamsik danno quella grande qualità. Per me la Fiorentina nel complesso è migliore sotto questo punto di vista.

Ci sono altre squadre che giocano un calcio bello da vedere?

Il Catania di Maran è sicuramente una squadra che gioca un buon calcio. Deriva anche dal fatto che la società ha dato continuità in questi anni.

Contro il Napoli c’è stata la reazione del Milan… Una bella reazione che però dovrà continuare anche nelle prossime giornate.

E’ contento del ritorno alla vittoria della Sampdoria? Contento per il mio amico Ciro Ferrara, contento per il derby vinto. 

Chiudiamo con le dimissioni di Stroppa. Che idea si è fatto? Peccato perché è un giovane in gamba. Forse ha pagato un po’ di inesperienza.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori