DIRETTA/ Spartak Mosca-Barcellona live (Champions League 2012/2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Lo Spartak Mosca ospita il Barcellona nella quinta giornata della fase a gironi di Champions League. All’andata vittoria blaugrana in rimonta, 3-2; i russi ora devono vincere per forza.

Messi_Celtic
Leo Messi segna contro il Celtic (Infophoto)

Alle 18 il Barcellona cerca il pass per gli ottavi di finale di Champions League: contro lo Spartak Mosca i blaugrana hanno bisogno di un punto per essere praticamente certi di accedere al turno successivo di Champions League, quasi una formalità di fatto. Lo Spartak Mosca di Unaj Emery però ha ancora possibilità di accedere agli ottavi: deve sperare in qualche risultato altamente favorevole da altri campi, ma con due vittorie potrebbe clamorosamente ritrovarsi a giocare la Champions League la prossima primavera. Il Barcellona comanda il girone con 9 punti (tre vittorie e una sconfitta), bottino contrario per i russi che di punti ne hanno 3 con una vittoria e tre sconfitte, terzo posto nel girone). I precedenti tra le due formazioni sono appena tre: oltre al 3-2 con cui il Barcellona ha vinto all’andata (in rimonta), c’è il doppio confronto nel secondo girone di Champions League 1993/1994. 2-2 a Mosca, 5-1 al Camp Nou per il Barcellona di Johan Cruyff, il Dream Team che vinse quell’anno la quarta Liga consecutiva e arrivò alla finale europea, ma fu distrutto per 4-0. I catalani inoltre non hanno mai perso in Russia: in cinque precedenti però hanno vinto una sola volta, a Mosca contro il Lokomotiv sconfitto 3-1 nell’ottobre del 2002. Lo Spartak Mosca ha giocato molte partite contro squadre spagnole, ma l’ultima vittoria casalinga risale al novembre del 2000: un autogol di Geremi decise la partita contro il Real Madrid. 

Lo Spartak Mosca da questa stagione è allenato da Unaj Emery, spanolo che conosce benissimo il Barcellona: in cinque stagioni tra Almeria e Valencia non è mai riuscito a battere i blaugrana, ottenendo appena tre pareggi. La tradizione è continuata in questa stagione, con la sconfitta dell’andata maturata negli ultimi dieci minuti, dopo che i russi erano stati in vantaggio e avevano accarezzato l’idea del colpaccio. In estate sono stati fatti investimenti per migliorare la squadra, ma per ora i risultati stentano ad arrivare: anche in campionato le cose vanno a corrente alternata, con la squadra che dopo aver pareggiato in casa contro il Volga è scivolata al quinto posto in classifica, a 10 punti dal CSKA capolista. Nel girone di Champions League le cose si sono decisamente complicate con la sconfitta casalinga subita dal Celtic Glasgow; la vittoria sul Benfica ah ridato fiducia, ma il nuovo kappaò in Portogallo ha complicato i piani dei russi, anche perchè al contempo il Celtic ha battuto il Barcellona: forse sarebbe cambiato poco, ma adesso anche la vittoria sui catalani potrebbe non bastare. Il problema dello Spartak Mosca è la difesa: nove gol subiti in quattro partite sono un’enormità per una squadra che vuole superare il turno. Sei quelli realizzati, il problema è che contro il Barcellona anche due rischiano di non bastare.

Il Barcellona prosegue la sua marcia trionfale in questa stagione. Alla prima di Tito Vilanova in panchina è stata centrata la partenza record nella Liga (11 vittorie e 1 pareggio) e due sole sconfitte in generale, quella nel ritorno di Supercoppa di Spagna (contro il Real Madrid) e quella del Celtic Park due settimane fa, quando i catalani si sono fatti sorprendere dal Celtic e non sono riusciti a chiudere il discorso qualificazione come avrebbero voluto. Adesso ai blaugrana servono ancora punti: un pareggio dovrebbe essere sufficiente, nella peggiore delle ipotesi ci sarebbe un arrivo a 10 punti di tre squadre e conterebbe la classifica avulsa. Insomma: i catalani vanno alla ricerca degli ottavi di finale quanto di un’altra coppa, che sarebbe la quarta nelle ultime otto edizioni. Di più: il Barcellona ha sempre raggiunto le semifinali nelle ultime cinque edizioni. L’obiettivo è dominare in Spagna e in Europa: il grande ciclo di Guardiola può essere rinnovato dal suo storico secondo, che ha apportato le sue idee in una macchina ben oliata e che funzionava già alla perfezione. Basterà  per portare in bacheca altri trofei? 

Ci aspettiamo una partita con uno Spartak Mosca coraggioso. I russi giocano in casa e hanno bisogno di vincere, quindi proveranno a mettere in campo tutto quello che hanno senza timori riverenziali. Il Barcellona per contro cerca un semplice punto, ma è nella sua natura l’attaccare sempre e comunque alla ricerca della vittoria. Chi sarà a spuntarla tra le due formazioni? Lo scopriremo presto: Spartak Mosca-Barcellona sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori