DIRETTA/ Bologna-Livorno live (1-0 p.t., Coppa Italia 2012/2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Segui e commenta la diretta del secondo tempo di Bologna-Livorno, partita che si gioca allo stadio Dall’Ara e che vale per il quarto turno di Coppa Italia. Chi vince trova il Napoli.

Morleo
Archimede Morleo, esterno del Bologna (Infophoto)

Al termine del primo tempo allo stadio Dall’Ara, il Bologna è in vantaggio sul Livorno per 1-0. Decide un gol di Cristian Pasquato al 35′: per quello che si è visto in campo i felsinei dovrebbero mangiarsi le mani per non avere uno scarto più largo, perchè lo stesso esterno offensivo di scuola Juventus si è divorato un paio di occasioni nel finale di tempo, non concretizzando una superiorità che è parsa a tratti evidente, pur se il Livorno ha avuto una buona fase nella quale però ha fatto vedere che senza i tre titolari là davanti le cose sono difficili. Piove molto, e sia Pioli (in modo massiccio) che Nicola (parzialmente) effettuano un giusto turnover. La punta centrale del Bologna è Luca Veratti, capitano della Primavera; Krhin gioca da difensore centrale, c’è Motta a destra con Riverola (cantera del Barcellona) a dare fantasia a centrocampo. Nel Livorno il riferimento più avanzato è Dell’Agnello, Prutsch e Gentsoglou danno ritmo alla squadra, Piccolo e Molinelli a supporto della punta. Nella prima parte di gara non succede nulla: le due squadre sembrano molto timorose di affondare il colpo, così che ne viene fuori uno scambio di passaggi in verticale che però non trovano mai il compagno giusto oppure si perdono in fallo laterale. La prima squadra a tentare un minimo di costruzione è il Bologna, che cerca di farsi vedere con qualche incursione che però non ha esito. La prima palla gol ce l’hanno sempre i felsinei: Pasquato si accentra e ci prova, Mazzoni si distende e più per i fotografi mette in angolo con un tuffo plastico. Anche i labronici si fanno notare: Piccolo a sinistra si inserisce bene, Meola a destra fa lo stesso, ma Dell’Agnello è troppo isolato in avanti e non ha mai un pallone giocabile. Quando si pensa che ci si avvii verso uno 0-0 pallido ecco che il Bologna trova il gol: si apre uno spazio per Pasquato a sinistra, l’ex Juventus se lo prende e rientra sul destro evitando la marcatura lieve di Salviato, quindi tira debolmente. Mazzoni parerebbe sbadigliando, ma Emerson pensa bene di metterci il piede: deviazione con la punta, e palla che termina beffarda in fondo al sacco. Il Bologna ha altre tre possibilità per raddoppiare, ma prima Pasquato sceglie il tiro ignorando Riverola solissimo al suo fianco, poi Veratti viene anticipato di niente a un centimetro dalla linea di porta (bravo Bernardini), infine ancora Pasquato calcia male da buona posizione. In mezzo, la chance clamorosa ce l’ha il Livorno: Morleo effettua un retropassaggio innocuo per Lombardi, che manca in maniera decisamente goffa lo stop. Il pallone si avvia verso la porta, ma qui l’estremo difensore si riscatta e in scivolata salva proprio sulla linea. Il Bologna si salva, e chiude il primo tempo in vantaggio; ma il discorso qualificazione è apertissimo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori