PAGELLE/ Sampdoria-Atalanta (1-2): i voti della partita e il tabellino (serie A undicesima giornata)

Le pagelle con i voti ai protagonisti e il tabellino con i marcatori di Sampdoria-Atalanta, partita giocata al Luigi Ferraris e valida per l’undicesima giornata del campionato di serie A.

04.11.2012 - La Redazione
Schelotto_ex
Ezequiel Matias Schelotto, esterno dell'Atalanta (Infophoto)

Non si esaurisce la crisi della Sampdoria: la squadra allenata da Ciro Ferrara perde la sesta partita consecutiva, cedendo 2-1 in casa all’Atalanta, e adesso si ritrova pericolosamente in vista della zona retrocessione. Ottimo successo invece per gli orobici, è il secondo in fila e permette a Colantuono di migliorare sensibilmente la sua classifica. Vediamo ora le pagelle con i voti ai protagonisti e il tabellino della partita.

Gara piacevole, aperta e combattuta. L’Atalanta la imposta sul suo terreno preferito, ovvero le ripartenze e l’uso costante delle fasce, e alla fine la tattica paga su una Sampdoria che nel secondo tempo era riuscita a riprendere il risultato più con la rabbia e l’orgoglio che con una manovra logica e ragionata; così esaurita la spinta emotiva, la squadra genovese è nuovamente crollata, subendo il secondo gol su un contropiede che ha colto la difesa troppo sbilanciata.

Non si capisce cosa sia successo ad una formazione che nelle prime quattro giornate sembrava decisamente una rosa che potesse puntare all’Europa. Il campionato è lungo e può succedere di tutto, ma improvvisamente la Sampdoria ha perso per strada tutto quel che di buono aveva combinato nel primo mese di campionato; non funziona più niente, da una difesa oggettivamente impresentabile a un attacco che non segna più. Urgono ripari, e la massima serenità perchè Ferrara possa lavorare con calma, anche se a questo punto classifica e momento pesano non poco.

Dopo il colpo con la vittoria sul Napoli, Colantuono conferma il momento positivo e prende tre punti importantissimi in chiave salvezza. L’Atalanta dimostra che quando può giocare con i suoi schemi prediletti può battere chiunque: le fasce funzionano che è un piacere, e se Denis non segna più ci sono comunque le mezze punte che pensano a mettere la palla in porta. Qualche incertezza di troppo dietro, ma ci sono i presupposti per una altra stagione altamente positiva.

ROMERO 6 – Lo tradiscono De Silvestri e Gastaldello: non può fare nulla sul gol di Bonaventura nè su quello di De Luca. 

DE SILVESTRI 4 – In serie A non ci si può permttere di far segnare così un giocatore (Bonaventura). Sembrava una chiusura da oratorio feriale.

GASTALDELLO 5 – Almeno tocca il cross che si trasforma nell’1-1, ma dietro si perde De Luca che segna il gol partita.

ROSSINI 4.5 – Dovrebbe marcare Denis: gli va bene che l’argentino non abbia più mira e convinzione dei giorni migliori, perchè non lo vede mai.

CASTELLINI 4 – La Sampdoria ha puntato e comprato Simon Poulsen, che non gioca: perchè? Castellini non vede mai nessuno degli avversari che dovrebbe contenere.

SORIANO 5 – Di buono c’è solo il cross da cui nasce il pareggio momentaneo. Di nion buono tutto il resto: quasi un fantasma che vaga per il campo.

(65′ OBIANG 6 – Deve assolutamente tornare in forma per il bene della squadra e soprattutto del centrocampo) 

MARESCA 7 – Non avrebbe dovuto giocare: centra una traversa e si inventa un capolavoro di gol. Di più gli si poteva chiedere di fare il terzino al posto dei compagni svogliati.

POLI 6 – Bene per la grinta e la voglia che ci mette, ma il voto non può essere più alto a causa dei troppi passaggi sbagliati.

ESTIGARRIBIA 5 – Buon primo tempo nel quale prova a dar fastidio all’Atalanta, ma nel secondo tempo non tocca mai il pallone. (77′ ICARDI sv)

MAXI LOPEZ 5 – Sta vivendo un periodo di magra devastante: il problema è che senza di lui la Sampdoria ha scarso peso offensivo.

EDER 5 – Di solito quello che corre di più e prova a tenere su i suoi anche moralmente, stavolta cade nella depressione generale e non combina nulla di buono.

All. FERRARA 4.5 – Quando perdi sei partite di fila, più o meno in tutti i modi, hai voglia a dire che l’allenatore non c’entra. Deve immediatamente operare delle scelte, anche impopolari.

 

SAMPDORIA-ATALANTA: I VOTI DEGLI OROBICI

CONSIGLI 6.5 – Contro il Napoli era stato il migliore in campo, oggi si conferma su buoni livelli con un paio di parate non impossibili ma importanti.

RAIMONDI 6.5 – Ha davanti a sè il nulla: lo capisce dopo un minuto, quando sfila via senza problemi a destra e timbra l’assist dell’1-0.

STENDARDO 7 – Un salvataggio sulla linea a ridosso del 90′ vale quanto un gol, se non anche di più.

MANFREDINI 6.5 – Come al solito dà tutto in campo, da buon leader del reparto. Fossero tutti così gli avversari…

PELUSO 6 – Poteva risparmiarsi una simulazione a centrocampo (giallo sacrosanto), ma la verità è che la sua prova è lucida e impegnata.

SCHELOTTO 7 – E’ il solito Galgo: corsa e qualità, a macinare e triturare avversari che, diciamolo, oggi gli hanno dato una grossa mano.

CIGARINI 7 – Regista elegante e ordinato che finalmente sta facendo vedere quanto vale. Stagione fino a qui di grazia, oggi gli bastano due tocchi per guadagnarsi la giornata.

CARMONA 6.5 – Meno appariscente ma sempre capace di creare, il centrocampo doriano non lo contrasta e gli rende la vita facile. (84′ BIONDINI sv)

BONAVENTURA 6.5 – Fa il gol e basta; più di mezza rete è di De Silvestri, ma lui intanto ha il merito di tagliare profondo e di crederci.

MORALEZ 6 – Non combina tantissimo, ma corre veramente tanto e ogni volta dà una grandissima mano ai compagni. (82′ BRIVIO)

DENIS 4.5 – Lasciato clamorosamente solo dai difensori della Sampdoria, non ne approfitta mai. Segna un gol regolare, ingiustamente annullato.

All. COLANTUONO 7 – Un’altra vittoria per la sua Atalanta, che adesso ha una classifica all’altezza della sua qualità e del lavoro di un allenatore che ha dato un’impronta chiara e decisa alla squadra.

 Bonaventura al 2′ p.t., Maresca al 8′ s.t., De Luca al 31′ s.t.

 Romero; De Silvestri, Gastaldello, Rossini, Castellini; Soriano, Maresca (dal 20′ s.t. Obiang), Poli (dal 26′ s.t. Tissone); Eder, Maxi Lopez, Estigarribia (dal 32′ s.t. Icardi). (Falcone, Costa, Mustafi, Poulsen, Renan, Juan Antonio). All. Ferrara.

 Consigli; Raimondi, Stendardo, Manfredini, Peluso; Schelotto, Cigarini, Carmona (dal 39′ s.t. Biondini), Bonaventura (dal 28′ s.t. De Luca); Moralez (dal 37′ s.t. Brivio); Denis (Polito, Frezzolini, Matheu, Lucchini, Gagliardini, Troisi, Marilungo, Parra). All. Colantuono.

 Russo di Nola

NOTE: terreno in buone condizioni. Ammoniti: Estigarribia, Gastaldello, Soriano, Raimondi, Peluso, Carmona. Angoli: 6-2 per la Sampdoria. Recupero: 0′; 5′.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori