ADRIANO/ L’Imperatore si autosospende dal Flamengo: ritiro vicino?

- La Redazione

Adriano Leite Ribeiro, ex Inter, Fiorentina, Parma e Roma da agosto nuovamente al Flamengo, potrebbe anche ritirarsi dopo aver dichiarato di voler smettere di giocare almeno sino al 2013

adriano_allenamento_flamengoR400
Immagine di archivio

Altre voci riguardanti Adriano Leite Ribeiro, meglio conosciuto come l’Imperatore, giungono dal Brasile e dal Flamengo, attuale club dell’ex attaccante di Inter, Fiorentina, Parma e Roma. Questa volta sembra che Adriano stia pensando di ritirarsi una volta per tutte. Quel che è certo è che prima del 2013 non lo rivedremo più in campo, almeno stando a quanto si dice in Brasile. Il bomber ha espresso alla stampa locale le sue intenzioni per il prossimo futuro: “Non mi allenerò più con il Flamengo fino al 2013. Ci ho pensato a lungo e ne ho parlato con la mia famiglia. Tornare l’anno prossimo è la cosa migliore che posso fare. Ho deciso così pensando non solo a me stesso ma anche al Flamengo; mancano poche giornate alla fine del campionato e la squadra deve rimanere concentrata, senza che vicende come la mia possano turbarla. Voglio tornare solo quando sarò al cento percento“. A quattro giornate dalla fine del Brasilerao 2012, il Flamengo si trova nella seconda metà di classifica con 44 punti: la zona retrocessione è lontana otto lunghezze e la salvezza, per quanto alla portata, non è ancora matematica. In Brasile si parla di ritiro per l’ex interista, più che altro perché il tunnel professionale del giocatore sembra davvero infinito. Poco tempo fa Adriano si era rimesso a totale disposizione del Flamengo: le immagini che ci arrivarono dal Sudamerica ce lo mostravano in spiaggia ad allenarsi da solo, con volontà ammirevole che però è andata calando nelle settimane seguenti. Ora Adriano ha già superato il limite di assenze dagli allenamenti permesse dal suo contratto, che tra l’altro scade a fine dicembre. Per questo, viste le anche le ultime vicissitudini mondane dell’attaccante (pizzicato in feste e discoteche), si dice che il Flamengo non voglia più saperne e che lascerà il giocatore al suo destino, per così dire. La presidentessa del club, Patricia Amorim, ha dichiarato: “Noi abbiamo riportato Adriano al Flamengo decidendo di prenderci cura anche della persona, ma non ha funzionato. Faremo sapere la nostra decisione, ci penserà la nostra dirigenza“. Già nel 2009 si era parlato di ritiro per Adriano, dopo che l’Imperatore non era rientrato all’Inter in seguito ad un’amichevole col Brasile. Allora disse di aver smarrito la gioia di giocare e di volersi prendere una pausa. In seguito i nerazzurri rescissero il contratto, e fu proprio il Flamengo, sua prima squadra, a tesserarlo per una stagione, nel maggio 2009. Nei mesi successivi Adriano recuperò una condizione accettabile e riprese a segnare con buona continuità, tanto da…

…meritarsi il ritorno in Italia tra le fila della Roma. Con i giallorossi il brasiliano ha giocato solo cinque partite: dopo vari infortuni ritornò in patria per vestire la maglia del Corinthians, “consigliato” dall’amico e idolo Ronaldo. L’ennesimo problema fisico, la rottura del tendine d’Achille del piede sinistro (aprile 2011) ne bloccò la rinascita, e da allora Adriano ha fatto parlare di sè più per le avventure fuori dal campo. Nel marzo 2012 la rescissione contrattuale col Corinthians, e lo scorso agosto il terzo ritorno al Flamengo. Che ora sembra averne abbastanza: vedremo se si tratta dall’ultimo capitolo per una carriera che purtroppo sembra arrivata al capolinea. Da quando ha perso il padre nel , Adriano sembra aver imboccato un tunnel depressivo che ne ha ostacolato la carriera. Stando a quel che si dice in Brasile il Flamengo gli ha suggerito più volte una terapia psichiatrica per recuperare un minimo di serenità mentale, ma sembra che il giocatore si sia sempre rifiutato. Certo dispiace sapere che uno dei più forti attaccanti visti in Italia nel nuovo millennio possa smettere di giocare per problemi personali, a soli trentanni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori