CALCIOMERCATO/ Fiorentina, Borghi (Sportitalia): Matias Vecino? Fisico e tecnica, può diventare un top player se… (esclusiva)

- int. Stefano Borghi

STEFANO BORGHI, commentatore per Sportitalia, parla in esclusiva di Matias Vecino, 21enne del Nacional Montevideo che la Fiorentina sembra aver bloccato; altro colpo di mercato della Viola.

DellaValle
Andrea Della Valle (infophoto)

Altro colpo di calciomercato per la Fiorentina. La società viola, regina delle trattative la scorsa estate con acquisti non solo in quantità ma anche in qualità. Borja Valero, Gonzalo Rodriguez, Roncaglia, Pizarro, Aquilani, senza dimenticarsi di El Hamdaoui e Mati Fernandez: tutti giocatori che al momento stanno contribuendo a portare la squadra ai piani alti della classifica, nonostante la lieve battuta d’arresto che ha portato due punti nelle ultime tre partite. Ma i Della Valle, insieme ai loro fidati Pradé e Macia, non si fermano mai: per gennaio pare sia stato bloccato Matias Vecino, centrocampista 21enne del Nacional Montevideo. E’ stato lui stesso a dichiararlo: “Il mio passaggio alla Fiorentina è definito, ma è vincolato al passaporto comunitario che devo ancora ottenere”. Dettagli burocratici insomma, ma Matias Vecino pare essere a tutti gli effetti un calciatore viola. Un innesto importante, forse non pronto subito ma sicuramente utile alla squadra di Montella che così aumenta la colonia di calciatori nuovi: i gigliati sono un’altra squadra rispetto a quella che si è salvata a stento la scorsa stagione. Che tipo di giocatore è Vecino? Lo abbiamo chiesto a Stefano Borghi, commentatore per Sportitalia e profondo conoscitore del calcio sudamericano. “E’ un giocatore che reputo preso, anche se non è ufficiale”, conferma in esclusiva a Ilsussidiario.net. “Per quanto riguarda la sua utilità nella Fiorentina siamo sempre lì: non è quello che arriva ed è destinato a farti vincere il campionato; è un giocatore molto giovane, stiamo parlando di un 1991. Ha delle caratteristiche molto interessanti, perchè è un attaccante ma non una primissima punta, pur avendo un fisico da centravanti essendo alto 187 cm. Secondo me è un trequartista: gioca anche a centrocampo, in appoggio alla punta. Centrocampista offensivo, mezzapunta, può ricoprire questi ruoli: io lo vedo trequartista”. Con fiuto del gol? “Segna, vede discretamente la porta e ha un bel tocco al quale unisce il fisico; come caratteristiche è un giocatore molto intrigante”. A 21 anni forse non si può essere decisivi in serie A arrivando da una realtà come il Nacional Montevideo, e allora Borghi si concentra su un altro aspetto altrettanto importante: 

“Può essere un top player, ma tra qualche anno; non bisogna avere fretta. Piuttosto direi che questo è un acquisto che dà un’ulteriore prova di come il progetto tecnico della Fiorentina sia illuminato. Vecino andrà poi plasmato, si dovrà mettere a disposizione dell’allenatore e poi si vedrà che tipo di giocatore potrà diventare”. Un progetto tecnico, quello viola, per il quale parlano i risultati: in una squadra ben oliata e con scelte che sono sembrate fin da subito oculate e funzionali, uno come Vecino potrebbe fare gradualmente la sua parte. Del resto diciamolo: a Firenze, lo scudetto non lo ha chiesto nessuno. Per il momento.

 

(Claudio Franceschini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori