CHAMPIONS LEAGUE/ Sorteggiati gli ottavi di finale: Celtic-Juventus, Milan-Barcellona. Il tabellone completo

- La Redazione

Sorteggiato il tabellone degli ottavi di finale di Champions League: bene la Juventus che trova il Celtic, per il Milan c’è ancora l’incubo Barcellona. Guarda il tabellone completo.

champions_logo_sorteggiR400
(dall'account Twitter ufficiale @ChampionsLeague)

C’è un’italiana che piange e una che ride al termine dei sorteggi per gli ottavi di finale di Champions League (andata tra 12 e 20 febbraio 2013, ritorno tra 5 e 13 marzo 2013). Era scritto dall’inizio che la Juventus avrebbe rischiato di meno e che il Milan doveva sperare in un’urna molto benevola per evitare squadre competitive; ma forse i rossoneri non si aspettavano che per il secondo anno consecutivo sarebbe andata così. I bianconeri, primi nel gruppo E davanti allo Shakhtar Donetsk, rischiavano di incrociare il Real Madrid ma per il resto avevano strada libera; il Milan invece, alle spalle del Malaga nel gruppo C, poteva sperare solo nello Schalke 04. Per il resto, una serie di scontri ad alta tensione. E’ finita nel peggiore dei modi: la mano di Steve McManaman, ambasciatore della finale (il 25 maggio a Wembley) ha estratto subito le palline di Galatasaray e Schalke 04, togliendo subito alle due italiane le squadre che forse avrebbero preferito. La prima ad uscire dall’urna è stata la Juventus: per la squadra di Antonio Conte c’è il Celtic Glasgow, e qualche tifoso avrà ripensato alla scorsa estate, quando ad un certo punto Alex Del Piero era stato molto vicino a trasferirsi in Scozia. Pensate cosa ne sarebbe venuto fuori: uno scontro da cori e lacrime. Invece i biancoverdi, che in Scottish Premier League non hanno più nemmeno lo stimolo dei Rangers, hanno sì battuto il Barcellona 2-1, ed è vero che giocano in uno stadio caldissimo; ma rappresentano uno degli ostacoli più abbordabili per questa Juventus, come anche Pavel Nedved ricordava (il ceco mentre parlava cercava di non guardare troppo quella coppa per lui maledetta, solo sfiorata e persa anche per colpa di quell’ammonizione per fallo sul McManaman che era nella stessa sala con lui). Al Milan, come detto, è andata malissimo: per i rossoneri c’è il Barcellona, per il secondo anno consecutivo; solo che allora si era trattato di quarti di finale, perchè prima c’era stato il turno contro l’Arsenal. Era finita 3-1 al Camp Nou con un rigore molto contestato, il Diavolo aveva dimostrato che poteva giocarsela ma che alla fine i blaugrana erano comunque superiori. Quest’anno non è diverso: forse i catalani sono meno onnivori che in passato, ma il Milan è ridimensionato e comunque Messi ha 90 gol nel 2012, 25 in 16 partite di Liga e la classifica del campionato recita 46 punti su 48. Certo c’è l’incognita Vilanova; ma il sorteggio, diciamola tutta, ai rossoneri ha detto male. Le altre sei partite propongono incroci molto interessanti: Galatasaray-Schalke 04 e Malaga-Porto sono forse gli scontri di “seconda fascia”, senza nulla togliere alle quattro squadre qualificate con merito. Spicca, sicuramente, Real Madrid-Manchester United, scontro epico. Mourinho contro la squadra che sogna un giorno di allenare, Ferguson per vendicare l’umiliazione dello scorso anno. Real Madrid-Manchester United è una classica europea, quello che non è Shakhtar Donetsk-Borussia Dortmund che però rappresenta forse l’incrocio più spettacolare: due squadre che giocano benissimo a calcio, con tanto possesso palla, ritmo e verticalizzazioni, giocatori molto tecnici e giovani. Sarà interessantissima. Le altre propongono sfide intriganti: il Paris Saint Germain evita lo scontro “scomodo” contro il Milan e i suoi fantasmi, ma trova un Valencia che sa giocare bene a calcio e al Mestalla rimane sempre temibile. L’ultimo ottavo di finale è quello che oppone Arsenal e Bayern Monaco: londinesi decaduti e non più quella corazzata che nel 2006 ha centrato la finale, ma sempre un’inglese che bisogna andare ad affrontare a domicilio. Fa decisamente più paura il Bayern Monaco, che lo scorso anno ha perso la finale in casa, in estate si è rafforzata con arrivi importanti (Dante, Shaqiri, Mandzukic) e grida vendetta per i rigori dell’Allianz Arena. A marzo nuovo sorteggio, per i quarti di finale: la speranza, ça va san dire, è che tra le prime otto ci siano anche Milan e Juventus, e che non si debbano sfidare in un derby.

(Claudio Franceschini)

 

Celtic Glasgow-Juventus (12 febbraio)

Juventus-Celtic Glasgow (6 marzo)

 

Valencia-Paris Saint Germain (12 febbraio)

Paris Saint Germain-Valencia (6 marzo)

 

Shakhtar Donetsk-Borussia Dortmund (13 febbraio)

Borussia Dortmund-Shakhtar Donetsk (5 marzo)

 

Real Madrid-Manchester United (13 febbraio)

Manchester United-Real Madrid (5 marzo)

 

Arsenal-Bayern Monaco (19 febbraio)

Bayern Monaco-Arsenal (13 marzo)

 

Porto-Malaga (19 febbraio)

Malaga-Porto (13 marzo)

 

Milan-Barcellona (20 febbraio)

Barcellona-Milan (12 marzo)

 

Galatasaray-Schalke 04 (20 febbraio)

Schalke 04-Galatasaray (12 marzo)







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori