SORTEGGIO CHAMPIONS LEAGUE/ Zancan: Juventus fortunata, ma occhio alla carica del Celtic Park. Milan, serve un miracolo (esclusiva)

- int. Federico Zancan

Sorteggiati gli accoppiamenti degli ottavi di finale di Champions League: FEDERICO ZANCAN analizza in esclusiva le possibilità di Juventus (contro il Celtic) e Milan (contro il Barcellona).

Messi_Nesta
(INFOPHOTO)

Si sono effettuati i sorteggi degli ottavi di finale di Champions League. Per le italiane le urne hanno avuto un responso agrodolce. La Juventus ha pescato il Celtic (ultimo precedente nei gironi del 2001/2002, una vittoria a testa con 12 gol totali), squadra scozzese che sembra veramente alla portata della formazione bianconera. Per il Milan invece è uscita dall’urna la formazione più difficile che le potesse capitare: il Barcellona. Un sorteggio decisamente difficile per l’undici di Allegri che dovrà fornire due prestazioni straordinarie per superare il turno (le due squadre si erano affrontate anche lo scorso anno, ai quarti di finale: la spuntò il Barcellona che dopo lo 0-0 di San Siro vinse 3-1 al Camp Nou). Il matchclou di questi ottavi sarà sicuramente Real Madrid-Manchester United, incontro tra due big del calcio europeo. Interessanti anche le altre sfide: vedremo cosa succederà in questi incontri, poi a marzo ci sarà un altro sorteggio per i quarti di finale (clicca qui per il tabellone completo e le date degli ottavi di finale di Champions League). Per parlare di questi sorteggi abbiamo contattato Federico Zancan, commentatore per Sky Sport. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Un commento sui sorteggi partendo dalle italiane: la Juventus sembra aver pescato un avversario facile nel Celtic… Sulla carta la Juventus è nettamente favorita; il Celtic infatti non ha tanta qualità tecnica nei suoi giocatori. Non è più il Celtic di alcune stagioni fa, quando venne eliminato dal Milan agli ottavi di finale.

Cosa ci sarà da temere degli scozzesi? La forza agonistica con cui affronta le partite in casa, che potrà mettere in difficoltà la Juventus. Non dimentichiamo che al Celtic Park i biancoverdi sono stati capaci di battere il Barcellona.

Mentre il Milan avrà proprio il Barcellona: un doppio incontro durissimo? In effetti il Milan non è stato per niente fortunato: incontrare il Barcellona è la cosa peggiore che potesse succedere alla squadra rossonera. Un Milan che poi appare indebolito rispetto alla scorsa stagione quando venne eliminato proprio dai blaugrana.

Cosa si potrà fare per batterlo? Fare due partite perfette, in cui non si sbagli niente, assolutamente niente, due incontri uguali a quelli che fece il Chelsea la scorsa stagione. Non vedo alternative per quello che potrebbe essere un miracolo calcistico.

Real Madrid-Manchester United invece sembra essere la sfida più interessante: è d’accordo? 

Una grande sfida tra due grandi club. In questo momento sta meglio il Manchester che sta dominando la Premier League, mentre il Real Madrid sta attraversando un momento difficile al suo interno, senza avere l’equilibrio necessario per una squadra.

Da Shakhtar-Borussia Dortmund potrebbe uscire la sorpresa vincente di questa Champions 2012/2013? Direi che il Borussia Dortmund è la squadra che ha maggiormente impressionato in questa prima fase a gironi di Champions League. Vedo più questo club capace di fare cose importanti nel prosieguo di questa competizione. Bisognerà vedere però cosa potrà fare quando si troverà a giocare in un doppio confronto diretto con una grande del calcio europeo.

Il Valencia potrà essere un avversario valido per misurare le ambizioni del Paris Saint Germain?Penso proprio di si, visto che tutte le squadre spagnole hanno dimostrato qualità di gioco e di risultati, vedi ad esempio il Malaga. Do al Valencia il 50% di possibilità di superare il turno.

E’ forse responsabilità di Ancelotti se il PSG non sta decollando? Credo che individualmente la squadra ci sia, le manca però il collettivo. Ci vorrà un processo adeguato per maturare e diventare una squadra a tutti gli effetti, competitiva ai massimi livelli.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori