NOVARA-CHIEVO/ Probabili formazioni alla vigilia della partita (ventunesima giornata Serie A)

- La Redazione

Dopo il cambio di allenatore, che ha portato Emiliano Mondonico in panchina al posto di Attilio Tesser, il Novara prova a voltar faccia al proprio campionato per salvarsi

emiliano_mondonico_r400
Emiliano Mondonico, allenatore Novara (Infophoto)

Il posticipo della ventunesima giornata di Serie A opporrà il Novara al Chievo Verona, allo stadio Silvio Piola (calcio d’inizio alle 20.45). Nonostante i 12 punti che separano le due compagini, si può considerare una normale sfida salvezza. In particolare per il Novara, fanalino di coda a quota 12 punti, ogni partita dovrà essere considerata una finale, come si suol dire, e in particolare le sfide più abbordabili come questa veri e propri spareggi. Il saldo tra acquisti e cessioni del mercato invernale non ha in fin dei conti alterato più di tanto gli equilibri tattici della squadra piemontese. La vera novità riguarda il debutto di Emiliano Mondonico, guru della panchina pronto a tornare al lavoro sul campo con entusiasmo e motivazioni (metteteci anche un tumore sconfitto) a nastro. Vedremo se la squadra produrrà la classica sterzata da cambio allenatore, di sicuro il Novara sembra avere più motivi per far bene in questa partita, almeno sulla carta. Il Mondo non sembra intenzionato a grosse rimescolature tattiche: in questi casi si cerca anzitutto di riassettare il gruppo dal punto di vista psicologico. Rispetto al 5-3-2/3-5-2 che ha accompagnato Tesser all’esonero, il nuovo allenatore dovrebbe sacrificare un difensore in nome di un piglio più offensivo. il 4-3-1-2 che si prospetta prevede Ujkani in porta e linea a 4 con da destra Dellafiore (più di Morganella), Paci, Lisuzzo e Gemiti; nel terzetto di centrocampo dovrebbero trovare spazio Jensen, Radovanovic e Pesce, favorito nel ballottaggio con Porcari. Rigoni sarà dunque spostato qualche metro più avanti nella zona a lui più congeniale, quella di trequartista a supporto delle punte. Che saranno con tutta probabilità i regali del mercato, sinora ancora impacchettati: Caracciolo e Mascara formano una coppia teoricamente ben assortita, vedremo se avranno smaltito le ruggini accumulate rispettivamente a Genova e Napoli. I 24 punti in classifica non hanno montato la testa del Chievo, che il buon lavoro di Di Carlo sta pilotando verso l’ennesima salvezza tranquilla. Senza squalifiche o particolari infortuni, il mister dei clivensi può disporre della rosa al completo. Davanti a Sorrentino, difesa a 4 con Sardo a destra, Dramè favorito su Nicolas Frey a sinistra e la coppia Andreolli-Cesar al centro. Il centrocampo dovrebbe essere riconvertito a 3, con Luciano spostato all’interno al fianco di Bradley e Sammarco, in vantaggio su Hetemaj. Davanti, cala l’artiglieria pesante: Pellissier e Paloschi dovrebbero essere supportati da Cyril Thereau. Il Novara è reduce da 5 sconfitte consecutive e non vince dal 26 di Novembre (2-1 in casa col Parma); il Chievo ovviamente è più in salute ma non può sottovalutare l’orgoglio ferito dei piemontesi. Arbitrerà il signor Massa. All’andata fu 2-2: doppio vantaggio gialloblu firmato Pellissier-Thereau, remuntada novarese con Marianini e Paci.

PROBABILI FORMAZIONI – NOVARA (4-3-1-2): Ujkani; Dellafiore, Lisuzzo, Paci, Gemiti; Jensen, Radovanovic, Pesce; M.Rigoni; Caracciolo, Mascara (Fontana, Rinaudo, Morganella, Porcari, Mazzarani, Rubino, Jeda). All.Mondonico.

CHIEVO VR (4-3-1-2): Sorrentino; Sardo, Andreolli, Cesar, Dramè; Luciano, Bradley, Sammarco; Thereau; pellissier, Paloschi (Puggioni, N.Frey, Mandelli, Hetemaj, L.Rigoni, Cruzado, Moscardelli). All.Di Carlo.

Diffidati: Marianini e Radovanovic (N), Bradley, Mandelli, Thereau, Pellissier, Luciano, Hetemaj, Sammarco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori