PESCARA-REGGINA/ Probabili formazioni e notizie alla vigilia (recupero ventiseiesima giornata serie B)

- La Redazione

Domani sera (ore 20:45) si recupera Pescara-Reggina, in programma il 4 febbraio (26esima giornata) ma rinviata per neve. Zeman recupera Insigne, tutti disponibili per Gregucci.

Bonazzoli_R400
Emiliano Bonazzoli (Infophoto)

Pescara-Reggina è il recupero della 26esima giornata di serie B: la partita, in programma lo scorso 4 febbraio, non si giocò a causa dell’impraticabilità dello stadio Adriatico (erano i giorni delle nevicate abbattutesi su tutta Italia). I biancazzurri hanno un’altra gara da recuperare, mentre gli amaranto domani sera si rimetteranno “in pari” rispetto al calendario. E’ una partita di alta classifica: il Pescara è attualmente quarto, ma ha una partita in meno rispetto a Torino e Sassuolo e addirittura due rispetto al Verona; la Reggina è settima, agganciata da Brescia e Bari, a meno cinque dal Varese che occupa oggi l’ultimo posto disponibile per i playoff. Zeman e i suoi sono la squadra che gioca il miglior calcio in serie B: come sempre il 4-3-3 del boemo regala spettacolo, pur concedendo qualcosa in difesa. Nell’ultima giornata è arrivato un pareggio sul campo dell’AlbinoLeffe con il solito gol di Immobile, mentre la Reggina è caduta contro la Juve Stabia. Zeman parlerà oggi pomeriggio in conferenza stampa al termine della rifinitura; ma la formazione non dovrebbe essere un mistero. Ieri si sono allenati tutti a eccezione di Brosco, anche Insigne, che era già recuperato lo scorso weekend ma, non essendo al meglio, non era stato utilizzato. Gli unici due dubbi, ragionevolmente, possono essere due e riguardano il centrocampo: il solito ballottaggio tra Nielsen e Kone per il ruolo di mezzala sinistra, e l’eventuale innesto di Caprari dal primo minuto, anche se è improbabile che Zeman voglia privarsi di uno del suo tridente dei sogni, e un Caprari in mediana sarebbe probabilmente meno efficace. Quindi, Insigne-Immobile-Sansovini sarà il tridente, Verratti e Cascione in mezzo. Anche nella Reggina sono tutti a disposizione. Gregucci ha parlato ieri con la stampa e ha sottolineato ancora una volta come Bonazzoli sia fondamentale per lui: l’attaccante, pur in astinenza da gol, secondo l’allenatore è importante per far salire la squadra e favorire i movimenti del centrocampo. Non c’è quindi ragione per non pensare che Bonazzoli sia in campo anche domani sera, al fianco di Ceravolo. Gregucci dovrebbe confermare gli undici che hanno perso a Castellammare: nonostante li abbia visti, parole sue, poco brillanti e aggressivi, ha fiducia nel gruppo e non cambierà. A meno che D’Alessandro, che ha giocato tutto il secondo tempo sabato sera, non sostituisca da subito Melara. Domani ne sapremo di più. Nelle prossime pagine le probabili formazioni di Juve Stabia-Pescara.

 

 Anania; Balzano, Capuano, Romagnoli, Zanon; Cascione, Verratti, Nielsen; Insigne, Immobile, Sansovini. All. Zeman

A disp: Ragni, Maniero, Gessa, Togni, Caprari, Koné, Soddimo

 Zandrini; Freddi, Emerson, Angella; Ragusa, Rizzo, N. Viola, Melara, Rizzato; Ceravolo, Bonazzoli. All. Gregucci

A disp: Leone, Cosenza, Armellino, De Rose, D’Alessandro, Barillà, A. Viola



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori