FABRICE MUAMBA/ Stabile, ma rimane grave: gli aggiornamenti sulle condizioni del giocatore del Bolton (19 marzo 2012)

- La Redazione

Condizioni critiche, ma stabili: questo il bollettino medico di oggi per quanto riguarda Fabrice Muamba, il 23enne del Bolton vittima di un arresto cardiaco nel match contro il Tottenham.

FabriceMuamba_R400
Fabrice Muamba: le condizioni restano gravi ma ci sono piccoli miglioramenti (Infophoto)

Le condizioni di Muamba restano gravi, ma comunque stabili rispetto a ieri. E soprattutto, con qualche piccolo ma importantissimo segnale di ripresa. L’ultimo bollettino medico, riportato anche dal Bolton, riporta infatti che il cuore del ragazzo sta battendo da qualche ora senza l’aiuto di farmaci, mentre lui sta anche muovendo le braccia e le gambe. La sua prognosi rimarrà comunque riservata per qualche tempo. Muamba come detto resta in condizioni critiche e continuerà ad essere monitorato dal personale di esperti del reparto di terapia intesiva del Chest Hospital di Londra. Possiamo dunque, con la dovuta cautela, parlare di progressi per il 23enne difensore centrale che sabato scorso, durante partita di FA Cup tra la sua squadra e il Tottenham, è crollato a terra vittima di un arresto cardiaco. Il congolese, naturalizzato inglese, è stato portato immediatamente all’ospedale, accompagnato dal manager del Bolton Owen Coyle e dal capitano, Kevin Davies. Proprio il capitano dei Trotters ha voluto intervenire sulla vicenda, ringraziando i medici che hanno prestato i primi soccorsi e tuttora stanno lottando per la vita di Muamba: “Ci hanno dato un po’ di speranza, Fabrice sta lottando, e lo stiamo facendo tutti noi. Speriamo che ce la faccia”. Intanto la gara contro il Tottenham, chiaramente sospesa al termine del primo tempo, dovrebbe essere recuperata la prossima settimana; ma il manager del Bolton, Owen Coyle, non è d’accordo: secondo una fonte vicina al club, l’allenatore avrebbe così risposto alla decisione: “Sono dei ragazzi, come pensate che possano tornare a White Hart Lane dopo soli nove giorni e rivivere tutto quello che è accaduto?”. C’è di più: il club starebbe addirittura pensando di abbandonare la competizione: troppo forte lo shock dei calciatori per l’episodio, come si evince dalle parole dello stesso Kevin Davies: “Abbiamo provato una sensazione di impotenza: sei lì e non ci puoi fare niente. Stavamo inseguendo un pallone, e a un certo punto qualcuno ha gridato ‘Fabrice è crollato a terra’, ci siamo girati e abbiamo visto subito che era grave. Cominci a pensare che Fabrice è un padre, un figlio, un amico, un compagno, hai tutti questi pensieri e non ci puoi fare niente pur essendo lì”. La Football Association aveva già sospeso la partita di campionato contro l’Aston Villa, perchè sarebbe impossibile ai calciatori del Bolton entrare in campo con il loro compagno appeso alla vita per un filo sottile in ospedale. Nei prossimi giorni la dirigenza dei Trotters dovrebbe parlare con la FA e prendere una decisione in merito. Intanto, come riportato da corriere.it, alcuni giocatori del Tottenham, naturalmente sconvolti per quanto accaduto, avrebbero deciso di sottoporsi a degli esami al cuore. Arrivano sempre più messaggi di solidarietà per Muamba: dopo le magliette esibite da Chelsea e Real Madrid – tra le altre – anche sul web sono comparsi auguri e vicinanza per il difensore. 

Intanto, come riportato dacorriere.it, alcuni giocatori del Tottenham, naturalmente sconvolti per quanto accaduto, avrebbero deciso di sottoporsi a degli esami al cuore. Arrivano sempre più messaggi di solidarietà per Muamba: dopo le magliette esibite da Chelsea e Real Madrid – tra le altre – anche sul web sono comparsi auguri e vicinanza per il difensore. Boateng, Del Piero, altri campioni hanno espresso il loro rammarico e promesso le loro preghiere. Tra questi anche Eric Abidal, che come sappiamo dovrà sottoporsi a un trapianto di fegato: attraverso la sua pagina di Facebook, il terzino del Barcellona non ha voluto far mancare il suo sostegno a Fabrice e alla famiglia. Ci uniamo a lui e a tutti gli altri nella preghiera e nella vicinanza a Muamba, al Bolton e a tutti i familiari del calciatore. Sperando che presto la situazione possa migliorare ancora.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori