DIRETTA/ Ascoli-Pescara live (serie B): la partita in temporeale

- La Redazione

Ascoli-Pescara è una delle partite più importanti di questo turno di campionato di serie B: in palio ci sono infatti punti importanti per gli obiettivi di entrambe le squadre. La diretta.

zeman_r400
Zdenek Zeman (Infophoto)

Ascoli-Pescara è una delle partite più importanti della trentaduesima giornata del campionato di serie B 2011/2012. Sono punti pesanti, infatti, quelli in palio oggi pomeriggio allo stadio “Del Duca” di Ascoli. Per i bianconeri padroni di casa l’obiettivo è quello di ottenere punti pesanti per la lotta salvezza, che vede la squadra marchigiana coinvolta a causa dei sette punti di penalizzazione: con 26 punti in classifica l’Ascoli è attualmente terz’ultimo e quindi retrocesso, ma il valore sul campo dei bianconeri è certamente superiore. Per quanto riguarda il Pescara, invece, forse mai come quest’anno l’equilibrio in vetta alla classifica è totale, per cui la lotta è davvero incerta: questa sera la squadra di Zeman potrebbe essere prima da sola o fuori dai primi due posti che significano promozione diretta. Distrarsi è vietato, quindi. Per tutti i motivi detti finora, è anche difficile indicare una squadra a cui starebbe meglio il pareggio, per cui ci auguriamo di poter assistere a una partita divertente e combattuta, nella quale entrambe le formazioni cerchino la vittoria e diano spettacolo, come succede spesso quando c’è in campo il Pesacara.

L’Ascoli finora è andato meglio in trasferta che in casa, dove ha conquistato solo 13 dei 33 punti che i bianconeri avrebbero “sul campo”, frutto di sole tre vittorie, quattro pareggi e ben otto sconfitte in quindici partite giocate, con un bottino di 11 reti segnate e 17 subite. Per la squadra di Silva, dunque, migliorare il rendimento casalingo è una priorità per giungere ad ottenere quella salvezza che ad inizio stagione sembrava un miracolo. Nelle ultime quattro giornate l’Ascoli ha sempre pareggiato, tre volte per 0-0 e una volta per 1-1: insomma, grande solidità difensiva ma altrettanti problemi a trovare la via della rete. La partita contro il Pescara sembra l’occasione propizia per invertire questo trend, ma naturalmente l’Ascoli si augura che ciò valga solamente per l’attacco. Oggi Silva non avrà a disposizione gli squalificati Ciofani e Pederzoli.

Il Pescara invece si è ripreso alla grande dopo un piccolo passaggio a vuoto nel mese di febbraio, condizionato anche dai molti rinvii: la squadra di Zeman ha ottenuto infatti tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro giornate, per un totale di 10 punti sui 12 a disposizione, che mantengono il Pescara al secondo posto in classifica. Il rendimento in trasferta tenuto finora dagli abruzzesi è stato molto buoni, con 24 punti conquistati in quindici partite fuori casa, frutto di sette vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte, con un bottino di 29 reti segnate (un numero davvero impressionante) a fronte di 25 gol subiti, forse un po’ troppi. Ma ormai tutti conoscono le caratteristiche di questo Pescara, macchina da spettacolo e divertimento. Sarà però interessante vedere come Zeman riuscirà a far fronte all’assenza del bomber Immobile. Ma ora parola al campo: Ascoli-Pescara sta per cominciare.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori