DIRETTA/ Torino-Gubbio live (serie B): la partita in temporeale

- La Redazione

Torino-Gubbio è una delle partite più importanti della trentaduesima giornata del campionato di serie B. Punti pesanti in palio per promozione e salvezza. Segui la partita in diretta con noi

ventura_r400
Giampiero Ventura, allenatore del Torino (Infophoto)

Torino-Gubbio è una delle partite più importanti della trentaduesima giornata del campionato di serie B 2011/2012. Sono punti pesanti, infatti, quelli in palio oggi pomeriggio allo stadio “Olimpico” di Torino: per i granata padroni di casa l’obiettivo è quello di consolidare il primato in classifica per avvicinare quello che è il traguardo dichiarato della stagione torinista, cioè la promozione diretta in serie A; per gli umbri – reduci dal cambio in panchina, visto che Simoni ha deciso di tornare dietro alla scrivania e sostituito da Alessandrini – fare risultato sul campo della capolista sarebbe un’iniezione di fiducia a dir poco preziosissima nella lotta per la salvezza, che in questo momento vedrebbe il Gubbio costretto ai play-out. Per tutti questi motivi, il Torino sarà obbligato a cercare la vittoria con tutte le proprie forze, mentre il Gubbio potrebbe giocare di rimessa, puntando anche al pareggio e sfruttando tutte le occasioni che i granata dovessero concedere agli ospiti.

Il Torino in casa è quasi uno schiacciasassi: 34 punti ottenuti nelle quindici partite giocate nel capoluogo piemontese, frutto di dieci vittorie, quattro pareggi e una sola sconfitta, con 22 reti segnate e solamente 12 subite. Il “quasi” è però d’obbligo, visto che l’unica sconfitta è stato il devastante 1-4 contro il Verona subito proprio nell’ultima partita giocata in casa. Questo ci porta ad analizzare il rendimento non esaltante offerto dalla squadra di Ventura nelle ultime quattro giornate, con una sola vittoria, due pareggi e appunto il tracollo contro il Verona. Solo i tre punti ottenuti a tavolino per la famosa partita di Padova hanno lasciato i granata al primo posto in classifica, ma ora mister Ventura chiede ai suoi di cambiare marcia per non soffrire nel rush finale del campionato cadetto. Per farlo si affiderà al turn-over, e in questo aiuterà il rientro di Stefano Guberti dopo l’infortunio che l’ha tenuto per sei mesi lontano dai campi da gioco.

Il Gubbio invece vive un deja-vu: all’andata la partita contro il Torino segnava il debutto in panchina di Gigi Simoni e fu un successo storico per la società umbra; oggi l’ex allenatore dell’Inter ha deciso di porre fine al suo ritorno nel ruolo di allenatore, e quindi ancora una volta la sfida con i granata segna un debutto sulla panchina del Gubbio, stavolta quello di Alessandrini (che deve rinunciare agli squalificati Sandreani e Rui). Il rendimento esterno del Gubbio è a dir poco disastroso: soli 4 punti in quindici partite (nessuna vittoria, 4 pareggi e 11 sconfitte), con soli 10 gol segnati e ben 29 subiti. Anche lo stato di forma attuale della squadra non è esaltante, avendo conquistato 4 punti nelle ultime cinque giornate, grazie a una vittoria e a un pareggio, accompagnati da tre sconfitte. Urge un risultato che faccia classifica e morale per la lotta salvezza. Ma ora la parola deve andare al campo, Torino-Gubbio sta per cominciare.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori