PAGELLE/ Novara-Lecce (0-0): i voti, la cronaca e il tabellino (ventinovesima giornata serie A)

- La Redazione

Finisce con un pareggio senza reti lo scontro diretto per la salvezza tra Novara e Lecce, ma è un punto che rischia di servire a poco. Pagelle, voti, cronaca e tabellino di Novara-Lecce 0-0.

Tesser
Tesser (infophoto)

Un pareggio che serve a poco, forse a nulla. Questo è l’esito dello scontro diretto Novara-Lecce, finito con uno 0-0 che dà un punto a testa, che però rischia di essere sostanzialmente inutile perché le due squadre restano rispettivamente penultima e terzultima con distacchi ancora alquanto consistenti – specie per il Novara – dalla zona-salvezza. Questi dati rendono poco interessanti altri numeri positivi, come i sette punti in tre partite per Tesser o le sole due sconfitte nelle ultime dodici giornate per Cosmi. Ma la salvezza sarà difficile per entrambe le formazioni.

CRONACA PRIMO TEMPO – Nel Novara confermata la difesa a cinque che ha migliorato il rendimento del reparto arretrato piemontese, mentre in attacco Tesser preferisce Jeda a Caracciolo. Nel Lecce invece Oddo è squalificato (al suo posto Tomovic), ma Cosmi recupera Cuadrado. I ritmi del match non sono quelli di uno scontro diretto con in palio la sopravvivenza. Sarà forse il primo caldo primaverile, ma insomma ci si aspettava almeno un certo ardore che invece manca: prevale la paura e il motto “prima non prenderle”. Basti dire che il primo tiro in porta pericoloso arriva al 43′: un cross al centro per il Novara non è controllato da Caracciolo (che nel frattempo aveva già sostituito Jeda) e arriva a Mascara che però non ha nemmeno il tempo di rendersi conto di cosa succeda che Benassi gli ha già tolto il pallone. E prima? Da registrare solo un paio di spunti di Rigoni, controllati bene da Benassi, e un tiro di Di Michele che finisce sull’esterno del palo. Muriel si accende un paio di volte e semina il panico, ma si perde al momento decisivo. Jeda – come detto – invece, è talmente impalpabile che viene sostituito da Caracciolo al 35’. Nient’altro da segnalare allo stadio “Piola”.

CRONACA SECONDO TEMPO – Nella ripresa almeno una delle due squadre ci prova. Questo va riconosciuto al Novara di Tesser, mentre la squadra di Cosmi, forse pensando che gioca in trasferta e che è davanti in classifica, continua a puntare allo 0-0. Niente scambi nello stretto, niente volate sulle fasce, niente tiri in porta per i salentini. Solo qualche contropiede, ma timidi e lenti: la nuova difesa del Novara non va in affanno per così poco. Il problema per i padroni di casa è che il gioco prodotto non produce molti pericoli: Caracciolo è bravo di sponda, Rigoni è spesso imprendibile sulla sinistra ma gli assist sono raramente precisi e spesso le punte sono in fuorigioco. Gli ospiti controllano come se stessero vincendo 3-0 (insomma, come se avessero già dato chissà che cosa) e vanno vicini al gol solo con una magia dal limite di Di Michele che dimostra la presenza in campo di Ujkani, mai impegnato fino a quel momento. Come si suol dire, il portiere si guadagna la pagnotta. Il Novara ci prova fino al 50′ e nel recupero confeziona il pericolo più grande: solo la traversa ferma Morimoto e spegne l’urlo del Piola. Poteva cambiare la partita e (forse) l’intera stagione, invece tutto resta come prima, ma con una partita in meno per recuperare.

Ujkani; Morganella, Lisuzzo, Paci, Garcia, Gemiti; Porcari, Pesce (39′ st Radovanovic), Rigoni; Mascara (14′ st Morimoto), Jeda (36′ pt Caracciolo). (Fontana, Rinaudo, Centurioni, Mazzarani). All. Tesser.

Benassi (1′ st Petrachi); Tomovic, Miglionico, Esposito; Cuadrado, Delvecchio, Giacomazzi, Bertolacci (10′ st Blasi), Brivio; Muriel, Di Michele (32′ st Corvia). (Di Matteo, Giandonato, Piatti, Bojinov). All. Cosmi.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

Ammoniti: Esposito, Porcari, Bertolacci, Giacomazzi, Rigoni, Pesce, Blasi per gioco falloso.

Ujkani 6.5, Morganella 5.5, Lisuzzo 6.5, Paci 6.5, Garcia 6.5, Gemiti 6, Porcari 6, Pesce 6.5 (Radovanovic sv), Rigoni 6.5, Mascara 5 (Morimoto 5), Jeda 5.5 (Caracciolo 6.5). All. Tesser 6.

Benassi 7 (Petrachi 6.5), Tomovic 6, Miglionico 6, Esposito 6, Cuadrado 6, Delvecchio 6, Giacomazzi 6.5, Bertolacci 6 (Blasi 6), Brivio 6, Muriel 6, Di Michele 6 (Corvia sv). All. Cosmi 6.

 

Arbitro: Guida di Torre Annunziata 6.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori