PROBABILI FORMAZIONI/ Bologna-Palermo: notizie alla vigilia (trentesima giornata serie A)

- La Redazione

Bologna-Palermo, partita tra due squadre appaiate in classifica al decimo posto: quasi salve, guardano anche all’Europa, anche se il sesto posto non è vicinissimo. Le probabili formazioni.

Ramirez_R400
Gaston Ramirez (Infophoto)

36 punti il Bologna, 36 punti il Palermo: decimo posto in classifica, quasi salve e in cerca di un posto in Europa: questa è Bologna-Palermo, trentesima giornata di serie A. Certo, il Bologna è più contento della classifica attuale: avrebbe dovuto essere ben più coinvolto nella lotta per non retrocedere, e invece eccolo nella zona sinistra della graduatoria. Il Palermo ha subito una brusca frenata, ma a inizio anno in pochi lo davano competitivo per il sesto posto: sarà comunque difficile, ma l’obiettivo è comunque alla portata.

Arbitra il signor Gervasoni, con il quale il Bologna non ha mai vinto in 4 incontri e non c’è nessun precedente stagionale; il Palermo invece su 6 incontri non ha mai perso con lui al fischietto, e quest’anno l’ha incontrato nello 0-0 dell’Olimpico contro la Lazio e in coppa Italia contro il Siena (4-4, i toscani passarono ai rigori).

Il Bologna nel 2012 ha tenuto un gran passo, ma è caduto a Bergamo nell’anticipo delle 12.30 domenica scorsa. Pioli può comunque ritenersi soddisfatto: i suoi ragazzi stanno facendo un gran campionato, ricalcando quello della passata stagione. Per la salvezza manca davvero poco, e un successo domani sarebbe probabilmente decisivo; poi nelle ultime giornate i felsinei potrebbero andare a caccia di obiettivi più grossi, togliendosi qualche sfizio in più.

Squalificati Raggi, Perez e Mudingayi, indisponibili Antonsson, Garics e Casarini.

Ha parlato Rene Khrin, centrocampista in prestito dall’Inter che domani sarà titolare: “Il Palermo ha un organico importante, ma noi siamo tosti e consapevoli. Dobbiamo continuare a lottare a prescindere da come finirà, guai a fermarsi adesso, bisogna guardare giornata per giornata”. Poi sul suo impiego: “Vi assicuro che anche chi non gioca si allena sempre al massimo; quindi, domani non ci saranno due pilastri come Perez e Mudingayi, ma io sento la grande fiducia dell’allenatore e questo per me, come per gli altri giovani, è un fatto di grande importanza”.

Saranno Sorensen e Cherubin ad agire in difesa insieme a Portanova. A centrocampo in mediana con Khrin c’è Taider, adattato in mediana; Pulzetti per Garics sulla destra, Morleo a sinistra, tridente composto dai soliti noti: Ramirez e Diamanti dietro la punta Di Vaio.

Il Bologna cerca sempre di aspettare, poi recuperare palla e innescare in velocità i tre davanti: lo stesso Pioli ha sempre affermato di affidarsi alla qualità di Ramirez, Diamanti e Di Vaio, in grado di risolvere le partite. Servirà però una gran gara di contenimento per arginare le avanzate del Palermo, che quando spinge con le sue folate può fare davvero male.

Il Palermo è reduce dal pareggio contro l’Udinese, una partita in cui per larghi tratti ha dato l’impressione di poter portare a casa i tre punti ma poi si è fatto rimontare. Sembra comunque in salute dopo un periodo difficile (due sconfitte contro Milan e Roma), la salvezza è praticamente archiviata; per l’Europa si vedrà, una vittoria a Bologna certamente aiuterebbe in questo senso.

Ancora indisponibile Silvestre che non recupera; Bertolo è squalificato, mentre è in forse Migliaccio che per tutta la settimana ha lavorato a parte. All’ultimo, non convocati Miccoli e Balzaretti: il capitano per motivi familiari, il terzino per un problema che sarà valutato meglio nei prossimi giorni.

Eros Pisano festeggia i 25 anni e risponde alle domande dei giornalisti: “Per me è un anno indimenticabile, ho fatto tanta gavetta e non mi aspettavo niente quest’anno; col tempo ho capito che potevo stare in serie A e, nonostante il rammarico per l’infortunio – cose che capitano – sono assolutamente soddisfatto”. Sulla difesa a 3: “Sono più coperto avendo 3 difensori dietro, perciò posso sfruttare di più la mia velocità e la mia spinta partendo 10 metri più avanti. Il segreto di questo Palermo? Abbiamo avuto la forza e la fortuna di fare tanti punti in casa, in trasferta dobbiamo e possiamo migliorare per continuare a dire la nostra in questo campionato”.

Davanti a Viviano quindi agiranno Munoz, Mantovani e Labrin; Pisano a destra e probabile inserimento di Ilicic sulla sinistra. Donati in regia, Barreto mezzala sinistra, Migliaccio se recupera va a destra, altrimenti spazio a Della Rocca o Acquah; davanti Hernandez sarà necessariamente affiancato da Budan, a meno che Mutti non pensi di utilizzare Ilcic da seconda punta, nel qual caso potrebbe essere Zahavi a operare sulla corsia mancina.

E’ un Palermo in emergenza, pertanto è probabile che Mutti scelga un atteggiamento accorto almeno inizialmente, per studiare il Bologna ma soprattutto i suoi uomini sul campo, e capire col passare dei minuti come affrontare al meglio la partita. Nelle prossime pagine le probabili formazioni di Bologna-Palermo.

 

Gillet; Sorensen, Portanova, Cherubin; Pulzetti, Taider, Khrin, Morleo; Diamati, Ramirez; Di Vaio. All. Pioli

A disp: Agliardi, Loria, J. Crespo, Rubin, Koné, Belfodil, Acquafresca

Squalificati: Raggi, Perez, Mudingayi

Indisponibili: Garics, Antonsson, Casarini

Viviano; Munoz, Mantovani, Labrin; E. Pisano, Migliaccio, M. Donati, E. Barreto, Ilicic; Hernandez, Budan. All. Mutti

A disp: Tzorvas, Aguirregaray, Milanovic, Acquah, Della Rocca, Vazquez, Zahavi

Squalificati: Bertolo

Indisponibili: Balzaretti, Silvestre, Miccoli

 

Arbitro: Gervasoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori