SIENA-CAGLIARI/ Probabili formazioni e ultime notizie (ventiseiesima giornata serie A)

Le due formazioni in campo al Franchi alle ore 15. Toscani a caccia di punti utili per la salvezza, mentre i sardi vorranno sicuramente riscattarsi dopo il ko interno col Lecce.

04.03.2012 - La Redazione
siena_sannino_R400
Il tecnico del Siena Giuseppe Sannino (Infophoto)

Stadio Franchi di Siena, ore 15: la formazione di Giuseppe Sannino ospiterà un Cagliari arrabbiato dopo il ko interno contro il Lecce. I toscani hanno assoluto bisogno di punti, avendone solo due di vantaggio sui salentini terzultimi. Anche i sardi, però, non possono permettersi altri passi falsi. Per il momento la situazione di classifica è ancora abbastanza tranquilla, con 31 punti all’attivo, ma basterebbe un nuovo stop per complicare tutto. Un rischio che Davide Ballardini, tecnico rossoblù, vorrà sicuramente evitare. Per la trasferta di Siena il mister dovrà fare a meno di ben cinque elementi, ovvero lo squalificato Canini e gli infortunati Pinilla, El Kabir, Sampaio ed Erikssson. Lo schema di partenza sarà il consueto 4-3-1-2, con Agazzi in porta, Pisano, Ariaudo, Astori e Agostini a comporre la linea difensiva, Dessena, Conti e Nainggolan a metà campo e lo svedese Ekdal sulla trequarti, pronto a supportare Nenè e Thiago Ribeiro. Sono quattro invece gli indisponibili in casa Siena, ovvero il portiere Brkic, il difensore Belmonte e i centrocampisti D’Agostino e Bolzoni. Sannino si affiderà dunque ai seguenti undici: Pegolo tra i pali, difesa a quattro con Vitiello, Rossettini, Terzi e Del Grosso, Giorgi e Brienza esterni di centrocampo e il tandem Vergassola-Gazzi al centro, davanti largo all’accoppiata Destro-Calaiò. Arbitrerà l’incontro il signor Doveri della sezione di Roma. In casa il Siena ha collezionato finora sei vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte, con ventuno reti all’attivo e dieci al passivo. I bianconeri, davanti al proprio pubblico, hanno quasi sempre sfornato delle buone prestazioni. Basti per tutte il recente successo sulla Roma, avversario di indubbio blasone. Discreto anche il rendimento esterno della formazione cagliaritana, che lontano dal Sant’Elia ha trionfato tre volte, pareggiato in quattro occasioni e perso in cinque. Dieci i gol messi a segno, quattordici quelli incassati. Sannino chiede ai suoi una prova di forza, visto che la classifica non fa di certo dormire sonni tranquilli. In chiave salvezza saranno molto importanti oggi anche gli scontri diretti Bologna-Novara, Lecce-Genoa e Fiorentina-Cesena: tutte partite che potrebbero ridisegnare in maniera consistente gli equilibri della lotta per non retrocedere. Una lotta, come ogni anno, incerta ed appassionante.

 

 

Pegolo; Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso; Giorgi, Vergassola, Gazzi, Brienza; Destro, Calaiò. All.: Sannino

A disp.: Farelli, Pesoli, Angelo, Parravicini, Mannini, Bogdani, Gonzalez.

Squalificati: nessuno

Indisponibili: Belmonte, Bolzoni, Brkic, D’Agostino

 

Agazzi; Pisano, Ariaudo, Astori, Agostini; Dessena, Conti, Nainggolan; Ekdal; Nenè, Thiago Ribeiro. All.: Ballardini

A disp.: Avramov, Gozzi, Perico, Cossu, Ceppelini, Ibarbo, Larrivey.

Squalificati: Canini (1)

Indisponibili: Pinilla, El Kabir, Sampaio, Eriksson

 

Arbitro: Doveri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori