SERIE A/ Bologna-Novara (1-0): gol, sintesi e highlights video (ventiseiesima giornata)

Al 37esimo minuto della ripresa, una zampata sottomisura di Robert Acquafresca ha permesso al Bologna di sconfiggere il Novara salendo a 31 punti in classifica, a +6 dal Lecce terzultimo

05.03.2012 - La Redazione
lucio_dalla_bolognaR400
La maglia dedicata dal Bologna a Lucio Dalla (INFOPHOTO)

Il Bologna ha meritatamente sconfitto il Novara per 1-0, grazie al gol di Robert Acquafresca negli ultimi minuti nella ripresa. Il Bologna ha sempre avuto in mano il pallino del gioco, gestendo molti più palloni (594-399 per un possesso palla di 60%-40%), e soprattuto attaccando il doppio degli avversari. Il dato della supremazia territoriale, ovvero il tempo di occupazione della metacampo avversaria è moto chiaro: 12′ bolognesi contro i soli 6’11” del Novara. Eloquente anche la statistica delle conclusioni: 21-5 per i rossoblù, dato che certifica la spinta generosa dei padroni di casa a fronte di una manovra ospite praticamente inconcludente. Per sintetizzare la carestia offensiva novarese, basta citare l’indice di pericolosità degli azzurri: un misero 14,2 (contro il 57,5 del Bologna). 
Il gol decisivo di Acquafresca è arrivato al 37′ minuto del secondo tempo. Azione convulsa. Perez ruba palla ai 20 metri e s’inserisce in area, il suo destro, sfiorato appena da Ujkani, trova la base del palo; sulla respinta s’avventa Di Vaio che cadendo a terra calcia col destro verso la rete, ma il petto di Centurioni, appostato sulla linea, dirotta il pallone nuovamente sul palo. Sulla ribattuta, Acquafresca non può davvero sbagliare: zampata di destro e gol decisivo.
Individuato da Sky come migliore in campo, Alessandro Diamanti ha così commentato la vittoria: “Vittoria meritata, abbiamo attaccato dal primo al novantesimo. Siamo a mezza salvezza? Lo saremo solo quando alla penultima giornata saremo quartultimi o quint’ultimi. Io meglio dietro le due punte? No, anche con le due mezze punte abbiamo fatto bene, ma l’importante è che sia arrivata questa vittoria giustissima“. Per il Novara sintetizza Mondonico, sempre a SkySport: “La determinazione che serviva l’abbiamo messa in campo. È stata una gara molto combattuta. Loro hanno dei pezzi pregiati che ci hanno messi in difficoltà. Chiaramente in questo momento è dura, e diventa sempre più difficile“. Sulla sostituzione di Caracciolo: “Ho provato ad inserire un centrocampista in più per dare maggiore libertà a Rigoni, il nostro uomo di maggiore fantasia. Purtroppo invece è arrivato il loro gol“.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori