PROBABILI FORMAZIONI/ Parma-Novara: notizie alla vigilia (trentaduesima giornata serie A)

- La Redazione

In campo domani sera al Tardini alle 20.45. I gialloblù vogliono staccarsi il più possibile dal terzultimo posto, ma attenzione alla grinta dei piemontesi…

donadoni_R400
Il tecnico del Parma Roberto Donadoni (Infophoto)

Domani sera al Tardini scenderanno in campo Parma e Novara, per quello che si annuncia come una delicatissima sfida-salvezza. I gialloblù sono quartultimi a pari punti col Genoa, mentre i piemontesi inseguono a -10: dovessero perdere anche domani, solo la matematica terrebbe in vita le loro chances.

Arbitro dell’incontro sarà Paolo Tagliavento della sezione di Terni. Con lui gli emiliani hanno raccolto cinque vittorie, tre pareggi e due sconfitte, mentre i piemontesi hanno sempre pareggiato nei tre precedenti.

Cinque punti nelle ultime cinque partite: questo lo score recente del Parma di Roberto Donadoni, chiamato a voltare pagina dopo il ko del Friuli contro l’Udinese. 

Per domani il mister gialloblù dovrà rinunciare all’infortunato Ferrario e allo squalificato – per un turno – Paletta: due assenze pesanti, soprattutto la seconda, ed entrambe andranno a toccare il reparto difensivo. 

Donadoni, introducendo la sfida, ha parlato di “gara importante” per i suoi, che non possono permettersi passi falsi. Sarà fondamentale infatti cercare di allontanarsi il più possibile dalla zona caldissima della classifica.

Il Parma dovrebbe scendere in campo con il consueto modulo 3-5-2: in porta ci sarà Mirante, in difesa Santacroce, Zaccardo e Lucarelli, sulle fasce Biabiany e Gobbi, in mezzo al campo Mariga, Valdes e Galloppa, davanti Floccari e Giovinco. Solo panchina per Stefano Okaka, che potrebbe essere gettato nella mischia nel corso della ripresa. 

Da notare l’esperimento – obbligato – di Zaccardo come centrale puro, non nuovissimo peraltro, anche se l’ex-bolognese gioca di solito sul centrodestra della retroguardia (ed in passato giocava come terzino destro). Conferma importante, inoltre, per Valdes, che con la sua fantasia proverà ad animare il gioco a centrocampo, servendo palloni importanti alle punte, che saranno Floccari e Giovinco. L’ex-laziale, dopo tanti acciacchi fisici, sembra finalmente entrato in forma e cercherà di tradurre in gol i palloni che gli pioveranno dalla trequarti. Grande curiosità inoltre attorno alla prova di Sebastian Giovinco, che in questo finale di stagione proverà a guadagnarsi la maglia di una big (Juventus o Barcellona?).

Il Novara ha raccolto otto punti nelle ultime cinque gare, frutto di due vittorie, due pareggi ed una sconfitta, all’Olimpico contro la Roma.

Attilio Tesser deve fare a meno di Caracciolo per squalifica e degli acciaccati Ujkani, Ludi, Paci e Marianini.

Lo schema di partenza sarà un 5-3-2, con Fontana tra i pali, Morganella e Gemiti sulle corsie esterne, Lisuzzo, Centurioni e Santiago Garcia al centro della difesa, il terzetto Porcari-Pesce-Rigoni a metà campo, Jeda e Mascara in attacco. Queste le probabili scelte di formazione del tecnico novarese, che dovrebbe quindi mandare inizialmente in panchina, tra gli altri, i vari Radovanovic, Morimoto e Rubino.

Nelle prossime pagine troverete tutte le informazioni sulle probabili formazioni di Parma-Novara (trentaduesima giornata serie A).

 

Mirante; Santacroce, Zaccardo, Lucarelli; Biabiany, Mariga, Valdes, Galloppa, Gobbi; Floccari, Giovinco. All.: Donadoni.

A disp.: Pavarini, Brandao, Jonathan, Valiani, Morrone, Modesto, Okaka.

Squalificati: Paletta (1).

Indisponibili: Ferrario.

Fontana; Morganella, Lisuzzo, Centurioni, Garcia, Gemiti; Porcari, Pesce, Rigoni; Jeda, Mascara. All.: Tesser.

A disp.: Coser, Dellafiore, Da Silva, Radovanovic, Jensen, Morimoto, Rubino.

Squalificati: Caracciolo (1).

Indisponibili: Ludi, Paci, Marianini, Ujkani.

 

Arbitro: Tagliavento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori