SERIE B/ 40esima giornata, Fascetti: Pescara, l’ultimo ostacolo per il “mio” Torino (esclusiva)

- int. Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti ci racconta la giornata di serie B: il big match di testa tra Pescara e Torino forse decisivo per la promozione diretta, ma anche altre partite molto interessanti.

fulvio_peaR400
Fulvio Pea, allenatore del Sassuolo (Infophoto)

Tre giornate alla fine di un campionato appassionante. La serie B sta volgendo al termine con tutti i suoi responsi che ancora deve dare. Come quello della promozione diretta dove Torino, Sassuolo, Pescara e Verona stanno lottando fino alla fine per aggiudicarsi i due posti che manderanno una di queste squadre direttamente in serie A. In programma Livorno–Sassuolo, Pescara–Torino e lunedì nel posticipo AlbinoLeffe–Verona. Per gli altri due posti valevoli per la griglia playoff sono in lotta Varese, Sampdoria e Padova. I blucerchiati incontreranno la Juve Stabia in trasferta; il Varese ospiterà l’Ascoli, mentre il Padova ospiterà il Gubbio. In coda condannato l’AlbinoLeffe, retrocesso aritmeticamente in Lega Pro; c’è il Gubbio in una situazione molto delicata ma ancora in corsa almeno per i playout, mentre Nocerina, Vicenza, Livorno, Empoli ed Ascoli lottano per evitare il terzultimo posto che manderà una squadra direttamente in Lega Pro ed evitare anche i playout. Colpisce proprio la situazione del Livorno, una big del campionato cadetto. Per parlare quindi di questa quarantesima giornata abbiamo sentito Eugenio Fascetti, uno degli allenatori più conosciuti del mondo del calcio italiano. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Mister, quali squadre pensa riusciranno a meritare la promozione diretta?

E’ veramente una situazione di estrema incertezza. Vedo però avvantaggiato il Torino, che se non perderà a Pescara dovrebbe essere promosso in serie A.

E tra Varese, Sampdoria e Padova quali squadre andranno ai playoff?

La Sampdoria sicuramente, poi dovrebbe esserci anche il Varese.

Livorno–Sassuolo, come vede quest’incontro?  Scontato come può sembrare?

Vedo un pareggio, mi sembra il risultato più probabile in questa partita.

E come spiega la situazione del Livorno, se le aspettava queste difficoltà?

No, non me l’aspettavo di certo, era una squadra partita con ben altre ambizioni, quelle di alta classifica: ora si ritrova a lottare per la salvezza. Certo Livorno è una piazza importante, ma non darei particolari colpe a Spinelli, che ha invece consentito di mantenere il calcio ad alti livelli a Livorno. Senza di lui non so dove sarebbe la società labronica.

Per il Verona la partita con l’AlbinoLeffe sarà invece una semplice formalità?

Ci andrei piano a dare per scontata la vittoria del Verona. A volte sono propro queste le partite dove si nascondono le difficoltà più grandi.

Padova–Gubbio, ultima chiamata per centrare i rispettivi obiettivi. Pronostico?

Credo proprio che il Padova non si lascerà sfuggire un’occasione del genere e porterà a casa la vittoria.

Empoli–Vicenza è un delicato spareggio salvezza…

L’Empoli se vince è praticamente salvo, dovrebbe portare a casa la vittoria in quest’incontro.

Come vede invece la vicenda di Bari, con gli ultras ricattavano i giocatori? E’ un aspetto di questo calcio malato dei giorni nostri?

E’ incredibile quello che è successo a Bari. Siamo veramente arrivati a una situazione pazzesca, con un calcio malato fino in fondo. Non mi rivedo in quello che sta succedendo, e mi dispiace molto per tutto questo.

 

(Franco Vittadni)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori