SERIE A/ Fiorentina-Cagliari (0-0): sintesi e video highlights (38esima giornata)

- La Redazione

Una gara che a livello di gioco non offre molto come lo dimostrano i pochi tiri in porta da parte di entrambe le squadre. Il video di Fiorentina-Cagliari: sintesi e highlights della partita

alessio_cerci_r400_thumb290x200
Alessio Cerci, (Infophoto)

Fiorentina-Cagliari 0-0 è stata una di fatto inutile sfida di fine stagione tra due squadre che hanno chiuso il campionato 2011/2012 con una sofferta salvezza. Questa è stata una gara che a livello di gioco non ha offerto molto, come infatti dimostrano i pochi tiri in porta da parte di entrambe le squadre: tre da parte del Cagliari e addirittura zero da parte della Fiorentina, che si congeda non molto bene da un delusissimo pubblico dello stadio Franchi. Un Cagliari che di contro riesce a vincere solo sui dati: un possesso palla schiacciante da parte degli isolani, 57% contro un 43% per i gigliati. Un dominio da parte del Cagliari che viene sottolineato anche dal dato del vantaggio territoriale, 55% per i rosso-blu contro un solo 19% per i viola. L’imprecisione in fase d’impostazione della squadra di Guerini viene sottolineata dai tanti fuorigioco fischiati e cioè 10 mentre la prova tutto sommato buona della difesa viola è sottolineata anche dai calcio d’angolo battuti dal Cagliari e cioè dodici contro i due della Fiorentina. Brava quindi la difesa viola a reggere, anche se ai punti i sardi avrebbero ampiamente meritato la vittoria. Una gara tranquilla per l’arbitro Gallione che si vede costretto a estrarre solo 3 cartellini gialli, uno per la Fiorentina e due per il Cagliari. Nessuna espulsione.

La partita non è stata entusiasmante ma alcune azioni da sottolineare ci sono. Nel primo tempo Nainggolan parte da destra, si accentra e senza pensarci due volte scarica un destro potentissimo che Neto, pur essendo posizionato bene, si vede costretto a respingere con i pugni. In precedenza ci sono state le conclusioni di Romulo, per i viola e per i rosso-blu di Ribeiro e Nene ma poco pericolose. Nel secondo tempo la gara è sulla falsa riga del primo. Solo negli ultimi minuti della gara, la stessa si accende prima con una punizione battuta in mezzo da Olivera, Avramov sbaglia l’uscita e Natali anticipandolo insacca. Peccato che la posizione di Natali era irregolare e il guardalinee ha segnalato giustamente il tutto. Poi la replica di rosso-blu con il solito Nainggolan che prova a piazzare, ma debolmente, e Neto Compie un ottimo intervento. All’ultimo secondo Nene sfrutta male un errore di Natali e spedisce la palla alta. C’è spazio anche per qualche piccola protesta da parte di Conti che si lamenta di un contatto al limite della regolarità tra lui e Olivera.

Mister Guerini è molto duro nel fine gara, le sue dichiarazione sono sia per i contestatori che per la squadra. Ecco quindi cosa ha detto: “Posso capire che Andrea Della Valle sia andato via. La contestazione ce l’aspettavamo, eravamo in condizioni critiche a livello fisico. Sono dispiaciuto da tifoso della Fiorentina. Noi avevamo esaurito tutte le nostre forze dopo Lecce, abbiamo dato tutto. Oggi da salvare c’è solo che abbiamo mantenuto la categoria. Qualche giovane è maturato, invito tutti a stare attenti a dare valutazione ai giocatori, che magari quest’anno non hanno fatto bene.  Io ho visto una parte di tifosi che ha contestato la famiglia Della Valle, ma l’altra parte dello stadio ha fischiato i contestatori. Era chiaro che oggi contestassero i giocatori, questo sì. Adesso ci sono da fare delle scelte, tra le quali quelle dell’allenatore.  Non siamo in ritardo per costruire la squadra”. Massimo Ficcadenti è soddisfatto: “Il punto di Firenze è meritato, anche se da 41 anni non riusciamo a vincere qui al Franchi. La squadra si è impegnato come sempre e chiudiamo la stagione con la certezza di ripartire alla grande il prossimo anno”.

Il video non è disponibile sui dispositivi mobili





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori