CALCIOMERCATO/ Palermo, Sannino ha iniziato l’incontro con Mezzaroma

- La Redazione

Giuseppe Sannino, allenatore del Siena, ha da poco iniziato un incontro con il presidente Mezzaroma: probabile che a tema ci sarà il suo imminente passaggio al Palermo. Rescissione in vista?

siena_sannino_R400
Il tecnico del Siena Giuseppe Sannino (Infophoto)

Giuseppe Sannino potrebbe non essere più l’allenatore del Siena già in serata. Ilsussidiario.net ha infatti appreso che è iniziato da qualche minuto un incontro tra lo stesso Sannino e il presidente del club toscano Mezzaroma. Come noto, l’allenatore che ha condotto il Siena alla salvezza è finito nelle mire del presidente del Palermo Zamparini, convinto dal direttore sportivo Perinetti, ovvero l’uomo che l’ha portato a Siena, a concedere una chance all’uomo di Ottaviano. La carriera di Sannino parla da sola: si mette in luce a Varese, dove nel giro di due anni conquista la doppia promozione dalla C2 alla serie B. La scorsa stagione, Sannino ha guidato il club lombardo, che non viveva la cadetteria da 25 anni, al quarto posto, con un campionato esaltante fatto di vittorie contro tutti o quasi i top club, dal Torino (doppio successo) alla Reggina, al Siena. La stagione si è conclusa con l’eliminazione in semifinale playoff per mano del Padova, ma intanto il tecnico si è potuto fregiare di un record addirittura europeo: durante la sua permanenza a Varese, il Franco Ossola è rimasto inviolato tra il settembre 2008 e il giugno 2011, cadendo solo alla prima partita di Benito Carbone sulla panchina del club. Quest’anno, un altro piccolo capolavoro: chiamato a sostituire Antonio Conte che aveva riportato i toscani in serie A, Sannino ha salvato il Siena con relativa tranquillità, mettendo in mostra una squadra solida e compatta, capace di centrare risultati importanti (i pareggi contro Roma, Juventus e Napoli) e soprattutto la semifinale di Coppa Italia, nella quale è stato eliminato non prima di aver battuto i partenopei nell’andata giocata al Franchi. A lui si devono, inoltre, l’esplosione di Mattia Destro, giunto fino alla Nazionale, e la rinascita di Calaiò. Le sue imprese hanno portato in auge il suo nome, fino a farlo considerare all’unanimità come uno degli allenatori emergenti più interessanti. Sannino si fa soprattutto apprezzare per il carattere sanguigno e il rapporto che riesce a instaurare con i suoi giocatori: in questo, ricorda molto da vicino José Mourinho. Durante il campionato si era parlato con insistenza di un suo passaggio al Genoa, magari in coppia con Sean Sogliano con cui ha condiviso l’esperienza di Varese; ma il passaggio di Perinetti a Palermo ha spostato verso la Sicilia la sua carriera di tecnico. Ancora non ci sono certezze…

… ma lo stesso Sannino non ha negato le voci che lo vogliono in rosanero il prossimo anno. A fine incontro sapremo darvi notizie in merito, ma è assolutamente realistico pensare che Mezzaroma e Sannino stiano affrontando il tema della rescissione consensuale del contratto, che legherebbe l’allenatore di Ottaviano al Siena per un’altra stagione. A Palermo, Sannino sarà il successore, con l’intermezzo di Bortolo Mutti, Devis Mangia, che conosce bene per essere stato l’allenatore della Primavera del Varese durante i suoi anni in Lombardia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori