PROBABILI FORMAZIONI/ Siena-Parma: notizie alla vigilia (37esima giornata serie A)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Siena-Parma. Match senza tensioni al Franchi, tra due squadre matematicamente salve. L’obiettivo è finire al meglio la stagione…

sebastian_giovinco_r400
Sebastian Giovinco (Infophoto)

Un match senza grossi obiettivi di classifica. E’ quello che andrà in scena domani al Franchi tra Siena e Parma, alle 12.30. Entrambe le squadre sono matematicamente salve, dunque si giocherà soprattutto per l’onore, cercando di chiudere nel migliore dei modi una stagione ricca di soddisfazioni. I gialloblù, a +6 sui rivali di domani, sono in un ottimo momento di forma, ma anche i toscani non scherzano.

L’arbitro della sfida sarà Baratta di Salerno; Musolino e Argiento saranno i guardalinee, Ciampi il quarto uomo. Il fischietto campano, esordiente in serie A, non ha mai arbitrato nè il Siena nè il Parma.

Il Siena arriva dal soddisfacente pareggio dell’Olimpico contro la Lazio (1-1 il risultato). In precedenza i toscani avevano perso 4-1 in casa col Milan e vinto, sempre 4-1, sul campo del Genoa. Un cammino un po’ altalenante, ma che non macchia un campionato giocato tutto su ottimi livelli.

Giuseppe Sannino dovrà fare a meno di Angelo, Pesoli, Giorgi, Gonzalez e Calaiò. Quest’ultimo ha terminato già da tempo la stagione a causa di un grave infortunio, ovvero una frattura al perone sinistro, rimediata nella trasferta di Cesena dell’11 marzo.

“Onore ai miei giocatori”, ha spiegato il tecnico bianconero dopo il pari dell’Olimpico. Ancora una volta i toscani sono riusciti a sfoderare una prestazione d’orgoglio, all’insegna della compattezza e dell’unità di intenti. E’ sicuramente il carattere il segreto di una squadra non eccelsa tecnicamente, ma che non molla mai e che ha saputo meritarsi sul campo, a suon di belle prove, lo scudetto della salvezza.

Contro gli uomini di Donadoni, il Siena si presenterà in campo con Pegolo tra i pali, difesa a tre formata da Contini, Rossettini e Terzi, Vitiello e Del Grosso come esterni a tutto campo, Vergassola, Gazzi e Brienza in mezzo e davanti il duo Larrondo-Destro. Quest’ultimo è sicuramente uno dei protagonisti della cavalcata senese di quest’anno, assieme ad un Franco Brienza rigenerato da mister Sannino. L’ischitano giocherà da interno sinistro, con licenza di accentrarsi e muoversi tra le linee, al servizio delle due punte. Solo panchina, quindi, per D’Agostino, che nemmeno a Siena è riuscito a rilanciare del tutto una carriera che prometteva molto fino a qualche anno fa.

Parma col morale a mille dopo il successo interno sull’Inter. Un 3-1 che non ammette discussioni, con i gialloblù abili a reagire allo svantaggio iniziale firmato Sneijder. Per i ducali si è trattato del quinto successo consecutivo, a testimonianza dell’ottimo momento di forma vissuto dalla squadra.

Sono quattro gli assenti di casa gialloblù, ovvero gli squalificati Santacroce e Valdes e gli infortunati Mirante e Mariga.

“Qualcuno ha detto che eravamo la seconda squadra più in forma del momento, forse ora siamo quella più in forma”, ha spiegato Valiani in conferenza. Ora l’obiettivo è superare la Roma, ma senza fare proclami: “Ci sono due partite da affrontare, nelle ultime cinque abbiamo fatto bene, vogliamo continuare così”.

I ducali si presenteranno con il 3-5-2, con Okaka a far da spalla a Giovinco in avanti e Musacci come play basso a centrocampo. Nelle prossime pagine le probabili formazioni di Siena e Parma.

 

 

Pegolo; Rossettini, Contini, Terzi; Vitiello, Vergassola, Gazzi, Brienza, Del Grosso; Destro, Larrondo. All.: Sannino

A disp.: Brkic, Belmonte, Rossi, D’Agostino, Bolzoni, Grossi, Bogdani.

Squalificati: –

Indisponibili: Angelo, Pesoli, Giorgi, Calaiò, Gonzalez

 

Pavarini; Zaccardo, Paletta, Lucarelli; Biabiany, Valiani, Musacci, Galloppa, Gobbi; Okaka, Giovinco. All.: Donadoni

A disp.: Gallinetta, Feltscher, Modesto, Morrone, Jonathan, Marques, Floccari.

Squalifcati: Santacroce (1), Valdes (1)

Indisponibili: Mirante, Mariga

 

Arbitro: Baratta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori