PLAYOFF SERIE B/ Ritorno semifinali, Novellino: tutto ancora aperto, il segreto per vincere è… (esclusiva)

- int. Walter Novellino

Walter Novellino, che ha centrato ben quattro promozioni in serie A, ci racconta in esclusiva le due semifinali di ritorno che si giocano oggi: Verona-Varese e Sassuolo-Sampdoria. 

Sassuolo_R400
Terranova, Cofie e Boakye: il Sassuolo deve vincere per andare in finale (Infophoto)

Si sapranno stasera le squadre che si affronteranno nella finale dei playoff validi per la promozione in serie A. Stasera alle 18,30 allo stadio “Bentegodi” di Verona, il Verona cercherà di ribaltare il 2-0 dell’andata contro il Varese. Basterebbe ai veneti una vittoria con due gol di scarto per centrare questo obiettivo. Allo stadio “Braglia” di Modena, alle 21,00, il Sassuolo dovrà rimontare l’1-2 maturato a Genova contro la Sampdoria, e agli emiliani basta vincere con qualsiasi risultato per qualificarsi alla finale. Insomma due incontri molto incerti, anche se il 2-0 dell’andata del Varese potrebbe essere un risultato molto importante. E per finire, domenica alle 20,45 si giocherà allo stadio “Menti” di Vicenza l’andata della finale playout tra Vicenza ed Empoli. Per parlare di queste partite abbiamo sentito Walter Novellino, un esperto delle promozioni dalla serie B alla serie A, avendone collezionate ben 4 nella sua carriera. Eccolo quindi in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

E’ rimasto sorpreso di questi risultati di andata dei playoff?

Sicuramente sono rimasto sorpreso dalla sconfitta del Verona per 2-0 a Varese. Per quanto riguarda Sassuolo e Sampdoria, sembra ancora tutto aperto. Può succedere di tutto, la Sampdoria ha molta qualità nei suoi giocatori e il Sassuolo è una squadra molto concreta che ha fatto un campionato straordinario.

Pensa che prevarrà la maggiore caratura tecnica dei liguri o la praticità del gioco degli emiliani?

La Sampdoria ha molti calciatori di qualità nel suo organico, ma il Sassuolo ha giocato in questo campionato con molti giovani acquistati a parametro zero, che si sono comportati benissimo. Una nota di merito per Pea, il tecnico degli emiliani che li ha valorizzati fino in fondo. E’ un match molto incerto.

Nell’altro confronto Verona–Varese, sembra difficile il recupero della formazione veneta.

In effetti non sarà facile per il Verona, ma la carica e la voglia di far bene dei veneti potrebbero essere un elemento molto importante perchè la formazione scaligera porti a casa un risultato positivo.

In questo match conterà di più l’entusiasmo dei lombardi o la storia della società del Verona?

L’entusiasmo del Varese potrebbe contare molto, ma il Verona ha alle spalle una società, un pubblico che potrebbe fungere da ulteriore spinta a raggiungere il traguardo della finale dei playoff. Considero Verona–Varese una partita ancora dal risultato aperto.

Quanto inciderà il fattore campo in questi ritorni dei playoff?

Certamente il fattore campo potrebbe avere il suo peso.

E la concentrazione, l’aspetto mentale, potrebbe essere decisivio per il risultato di queste partite?

Darei più valore all’aspetto mentale come fattore decisivo per determinare il risultato di queste partite.

Lei ha ottenuto 4 promozioni con Venezia, Napoli, Piacenza e Sampdoria. Qual è il segreto per raggiungere questo traguardo?

La serenità è la cosa principale, direi.

Una parola anche sull’andata dei playout retrocessione. Come vede questo confronto tra Vicenza ed Empoli?

Un match aperto, perchè se da una parte c’è il fattore campo che avvantaggia l’Empoli, dall’altra il Vicenza può contare su un tecnico di grande esperienza e di grande valore come Gigi Cagni.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori