CALCIOMERCATO/ Genoa, Benassi allo sprint, accelerata per Vargas, staffetta Gilardino-Borriello?

Ufficializzato l’addio a Pietro Lo monaco, il Genoa deve rimettersi al lavoro per completare la rosa. Si cercano un portiere di riserva, un esterno e un altro attaccante: ecco le possibilità

01.08.2012 - La Redazione
benassi_genoaR400
Massimiliano Benassi, 30 anni, portiere del Lecce vicino al Genoa (INFOPHOTO)

L’addio di Pietro Lo Monaco, ufficializzato dal sito del club, ha sconquassato il calciomercato del Genoa. Sembra non esserci pace per il povero Grifo, reduce da una stagione tribolata come non mai e alla ricerca di equilibri interni che dopo l’addio di Gasperini non sono più tornati. Nel mese scarso avuto a disposizione come direttore generale, Lo Monaco ha fatto comunque in tempo a sistemare diverse operazioni di calciomercato. Tra rientri dai prestiti (Polenta, Tomovic, Seymour, Lazarevic), acquisti già annunciati (Von Bergen, Toszer, Immobile) e colpi di calciomercato freschi (Canini,  Matias Martinez, Julian Velazquez, Bertolacci, Anselmo, Piscitella) il Genoa ha nuovamente rivoltato la rosa come un calzino. Il vulcanico Preziosi aveva annunciato di voler fare un passo indietro nella gestione della squadra, ma deve aver cambiato idea se è vero che l’addio di Lo Monaco nasce proprio dalle incomprensioni col presidente. Salutato l’ex direttore del Catania, i rossoblù devono trovare quanto prima una figura che lo possa rimpiazzare per proseguire le manovre di calciomercato (l’indiziato numero uno è Pantaleo Corvino, libero dopo l’esperienza alla Fiorentina). Sì perché anche se il Genoa ha già cambiato molto la squadra va ancora completata. Quali sono i pezzi mancanti? Andando con ordine, un portiere di scorta. Il nome di questi giorni è Massimiliano Benassi, che Preziosi vuole portare in Liguria in prestito con diritto di riscatto. Ma il Lecce non ci sente e insiste per la cessione a titolo definitivo: aspettiamo l’offensiva vincente del Genoa a stretto giro di posta, anche perché il prezzo di Benassi non è elevato (con un milione di euro l’affare sarà più che fatto). Le alternative sono Martin Campana, ventitreenne uruguaiano del Cerro Largo scovato da Lo Monaco, e addirittura Rubinho, attualmente svincolato e difensore della porta genoana dal 2006 al 2009. Centrocampo: completato il pacchetto centrale si cerca un esterno, impiegabile all’occorrenza anche in attacco. Chi meglio di Juan Manuel Vargas, esterno mancino caduto in disgrazia in quel di Firenze? Le ultime indiscrezioni di calciomercato parlano di un’accelerata rossoblù per acquistare il peruviano, che la Fiorentina ha praticamente messo fuori rosa e che può partire per circa 6 milioni di euro. La separazione da Lo Monaco ha invece rallentato, se non proprio accantonato, l’operazione Barrientos. L’alternativa è…

Sempre viola: Alessio Cerci, da tempo nel mirino e non certo incedibile per la società toscana. Capitolo attaccanti: con Gilardino sempre in bilico prende sempre più corpo la possibilità Borriello, che avvicenderebbe proprio il bomber biellese al centro dell’attacco genoano. Per Gilardino resta alla finestra il Torino, che potrebbe cedere Rolando Bianchi al Napoli e rimpiazzarlo immediatamente. Coi granata perlatro i discorsi di calciomercato si estendono anche ai vari Bovo, Antonelli e Seymour, che la società piemontese tiene d’occhio. L’operazione Borriello può essere facilitata dai buoni rapporti di calciomercato con la Roma, rinsaldati dalla recente trattativa per Mattia Destro (presentato oggi, clicca qui per il resoconto della conferenza). 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori