CALCIOMERCATO/ Parma, ritorno di fiamma per Felipe, svolta per El Kaddouri?

- La Redazione

Il punto sul mercato dei ducali: il Parma ripensa al difensore della Fiorentina Felipe e in settimana dovrebbe incontrare il Brescia per Omar El Kaddouri.

felipe_dalbelo_r400
Felipe (Infophoto)

Il calciomercato del Parma registra in queste ore un importante ritorno di fiamma. Il club ducale, infatti, ha rimesso gli occhi su Felipe Dal Bello, meglio noto come Felipe, difensore italo-brasiliano attualmente in forza alla Fiorentina. Non è la prima volta che il suo nome viene accostato agli emiliani, che hanno deciso di reinserirlo tra i papabili per rinforzare il reparto arretrato. Felipe è cresciuto nelle giovanili dell’Udinese e nel 2003 è arrivato il suo esordio in serie A. Dopo una serie di buone stagioni in Friuli, il ragazzo non è più riuscito a ritrovarsi. Negative, anche per via degli infortuni, le sue esperienze con le maglie di Fiorentina e Cesena, con cui ha giocato poco e male. Ora il rientro alla base, a Firenze, da dove presto spiccherà nuovamente il volo verso altri lidi. Vincenzo Montella, infatti, non lo considera parte del proprio progetto tecnico ed ha già dato il benestare alla sua cessione. Per ora le offerte non abbondano, ma ecco il ritorno alla carica del Parma, che già in passato era stato interessato al giocatore e che nei prossimi giorni potrebbe presentare un’offerta ufficiale. Per rafforzare la trequarti, invece, torna prepotentemente in voga il nome di Omar El Kaddouri, giovane fantasista in rotta con il Brescia e più volte accostato alla Juventus, ma sempre nel mirino anche degli emiliani. In settimana ci sarà un nuovo vertice tra i ducali e le rondinelle per decidere il da farsi. Nell’affare, a quanto pare, potrebbe essere inserito il cartellino di Graziano Pellè, reduce da una discreta esperienza in prestito alla Sampdoria. Pellè è considerato cedibile dal tecnico Roberto Donadoni e dalla società, che ha fatto altre scelte per l’attacco, reparto in cui sono arrivati Amauri (un gradito ritorno), Belfodil e Pabon. Da decidere restano la sorte di Raffaele Palladino e Graziano Pellè, anche se alla fine dovrebbe partire solo uno dei due attaccanti della rosa di Donadoni. Da tempo vicino ai saluti anche Francesco Modesto, per il quale c’è da registrare il rinnovato interesse da parte del Pescara, una neopromossa molto ambiziosa che – pur avendo perso gente del calibro di Verratti, Immobile ed Insigne – sta costruendo pian piano una compagine piuttosto solida, benchè ancora bisognosa di miglioramenti.

Anche il Parma, però, non sta messo male quanto ad ambizioni. La salvezza prima di tutto, e poi chissà. Donadoni non ha escluso l’Europa League dagli orizzonti, per cui tutto può accadere. La partenza di Giovinco, tutto sommato, è stata assorbita bene. Soprattutto uno dei volti nuovi, il greco Ninis, dovrà pensare a non farlo rimpiangere. L’ambiente di Parma potrebbe fare il resto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori