PAGELLE/ Italia-Inghilterra 1-2 (amichevole internazionale): i voti, la cronaca e il tabellino

- La Redazione

A Berna l’Inghilterra di Hodgson sconfigge in amichevole per 2-1 in rimonta l’Italia di Prandelli. Gol di De Rossi, Jagielka e Defoe. Le pagelle della partita: voti, cronaca e tabellino.

daniele_de_rossi_italia_r400
Daniele De Rossi (Infophoto)

L’Inghilterra batte l’Italia per 2-1 al termine dell’amichevole che le due nazionali hanno giocato questa sera a Berna, capitale della Svizzera. Le tre reti sono state segnate da De Rossi per gli azzurri al 15’ minuto, e poi da Jagielka al 28’ minuto e da Defoe al 34’ del secondo tempo: i primi due gol sono stati segnati di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, mentre il gol della vittoria inglese è arrivato su un classico contropiede in un finale segnato dalle troppe sostituzioni. Per l’Inghilterra è la prima vittoria contro gli azzurri dal 1997 ad oggi, ed era un’amichevole anche allora. Piccola consolazione dopo l’eliminazione nei quarti di finale degli Europei, meno di due mesi fa a Kiev.

CRONACA PRIMO TEMPO – Nessuna sorpresa nella formazione italiana, e d’altronde Cesare Prandelli aveva annunciato ufficialmente gli “11” titolari già nella conferenza stampa della vigilia ieri pomeriggio. Il primo tempo è stato tutto sommato piacevole, giocato su buoni ritmi tra due squadre che hanno cercato di giocare bene, anche se va detto che non si sono registrate grandissime occasioni da gol. L’Italia giovane e sperimentale di Cesare Prandelli è comunque piaciuta, soprattutto con un Ogbonna molto positivo in difesa, con Diamanti sempre pericolosissimo quando ha la palla tra i piedi e con Destro che ha dimostrato di essere una prima punta davvero abile. Però, curiosamente, proprio nel giorno dei tanti giovani e debuttanti, il gol italiano è stato segnato proprio dal più esperto di tutti i giocatori schierati dal commissario tecnico. Siamo al 15’ minuto e Diamanti batte una punizione tagliata sul primo palo, molto pericolosa. Butland devia in angolo, ed è lo stesso giocatore del Bologna a battere: cross perfetto, e splendido inserimento del centrocampista della Roma. Va detto che l’Italia era già stata pericolosa al primo minuto, con un colpo di testa di Ogbonna, ancora da calcio d’angolo. Dopo il gol azzurro è arrivato il momento migliore per l’Italia, con Destro protagonista di due belle conclusioni; l’Inghilterra però è riuscita a pareggiare sfruttando proprio un calcio d’angolo. Siamo al 28’, e il difensore centrale Jagielka trafigge Sirigu dopo aver anticipato Balzaretti. Per gli inglesi da segnalare anche una bella punizione del veterano Frank Lampard. Partita comunque piacevole nei primi 45 minuti, forse pure meglio del previsto.

CRONACA SECONDO TEMPO – La ripresa è stata meno piacevole a livello di gioco a causa delle tante sostituzioni da entrambe le parti, anche se paradossalmente sono forse arrivate più palle gol, dovute alle squadre più lunghe e alla stanchezza che cominciava ad affiorare. Da segnalare nella prima parte un tiro di Destro dalla breve distanza, ben parato da Ruddy, e un ottimo inserimento di Peluso, che però perde l’attimo per colpire, forse emozionato all’idea di poter segnare dopo pochi minuti dall’esordio in azzurro. L’Inghilterra invece sfrutta di più i cross e i calci piazzati: in ben due casi arrivano falli in attacco che vanificano i successivi tiri in gol (a gioco già fermo), e poi c’è anche una clamorosa carambola tra Peluso, Sirigu e Lescott, con la palla che balla sulla linea ma non entra. Verratti si mette in luce con un bel tiro, Gabbiadini con uno splendido colpo di testa su cui il portiere inglese si supera. Proprio da quella respinta parte il contropiede letale per l’Italia: Defoe se ne va, supera Abate, rientra sul piede preferito e lascia partire un tiro a giro che Sirigu riesce a toccare, ma non a deviare: 2-1 Inghilterra. Defoe ci riprova dopo un minuto con un tiro fuori, l’Italia ormai è troppo stanca e la partita di Berna finisce così.

 

 

De Rossi (It) al 15’ p.t., Jagielka (In) al 28’ p.t., Defoe (In) al 34’ s.t.

 

Sirigu; Abate (dal 41’ s.t. Schelotto), Ogbonna, Astori, Balzaretti (dal 1’ s.t. Peluso); Aquilani (dal 24’ s.t. Poli), De Rossi, Nocerino; Diamanti (dal 14’ s.t. Verratti), El Shaarawy (dal 14’ s.t. Gabbiadini), Destro (dal 35’ s.t. Fabbrini). All. Prandelli.

 

Butland (dal 1’ s.t. Ruddy); Walker, Cahill, Jagielka (dal 17’ s.t. Lescott), Baines (dal 32’ s.t. Bertrand); Johnson, Carrick, Lampard (dal 24’ s.t. Livermore), Young (dal 17’ s.t. Milner); Cleverley, Carroll (dal 1’ s.t. Defoe). All. Hodgson.

 

Ammonito: Fabbrini.

 

Arbitro: Kever.

 

 

SIRIGU 6 – Buona prestazione, ma resta il dubbio che il tiro di Defoe si potesse respingere.

ABATE 6,5 – Molto buono in fase di spinta. L’Italia punge dalla sua parte.

(SCHELOTTO s.v.)

OGBONNA 6,5 – Il leader della difesa. Dà sicurezza, soprattutto nel primo tempo.

ASTORI 6 – Meno trascinante di Ogbonna, diciamo che gli fa da spalla.

BALZARETTI 5,5 – Pesa l’errore sul primo gol inglese. Non è in forma e gioca 45 minuti.

(PELUSO 6,5 – Molto intraprendente negli inserimenti, anche se poteva segnare un gol).

AQUILANI 6 – Piede sempre affidabile, ma si vede poco.

(POLI 6 – Debutto dignitoso).

DE ROSSI 6,5 – Lui c’è sempre. Una garanzia, e non soltanto per il gol.

NOCERINO 6 – Fa il lavoro oscuro. Si nota poco, la classica sufficienza ‘senza infamia e senza lode’.

DIAMANTI 6,5 – Discontinuo, ma il piede è sempre fenomenale. Una vera arma sui calci piazzati.

(VERRATTI 6 – Un buon tiro. Patisce un po’ l’esordio).

EL SHAARAWY 6,5 – Attivo e coraggioso, tenta spesso la giocata. Non produce molto, ma la personalità c’è, eccome.

(GABBIADINI 6,5 – Altro esordio da promuovere. Il suo colpo di testa poteva cambiare la partita).

DESTRO 7 – Gran primo tempo: al debutto, eppure svolge al meglio il ruolo della prima punta su cui si impernia tutto il gioco. Cala nella ripresa, ma va promosso lo stesso.

(FABBRINI 5,5 – Entra e si fa ammonire per un calcetto).

ALL. PRANDELLI 6,5 – L’Italia sperimentale merita la promozione nonostante la sconfitta.

 

Butland 6 (dal 1’ s.t. Ruddy 7); Walker 6, Cahill 6, Jagielka 6,5 (dal 17’ s.t. Lescott 6), Baines 6 (dal 32’ s.t. Bertrand s.v.); Johnson 6, Carrick 6, Lampard 6,5 (dal 24’ s.t. Livermore s.v.), Young 6 (dal 17’ s.t. Milner 6); Cleverley 6, Carroll 6 (dal 1’ s.t. Defoe 7).

All. Hodgson 6,5.

 

Arbitro: Kever 6.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori