AMICHEVOLI INTERNAZIONALI/ Svezia-Brasile 0-3, Germania-Argentina 1-3: i risultati delle partite di ieri

- La Redazione

Ecco i principali risultati delle amichevoli di ieri: Svezia-Brasile 0-3, Argentina-Germania 1-3, Francia-Uruguay 0-0, Portorico-Spagna 1-2, Belgio-Olanda 4-2, Russia-Costa d’Avorio 1-1.

pato_r400
Alexandre Pato: stasera inizierà dalla panchina (Infophoto)

Sud America batte Europa 2-0: potremmo sintetizzare così l’esito delle due amichevoli internazionali più attese di ieri sera, insieme ad Italia-Inghilterra 1-2 (clicca qui per la cronaca, il tabellino e le pagelle della partita dell’Italia). Il Brasile travolge 3-0 la Svezia a Stoccolma, ma probabilmente il risultato più clamoroso è il 3-1 che la Germania subisce in casa – a Francoforte – dall’Argentina. Finisce 0-0 invece il terzo incrocio intercontinentale, Francia-Uruguay. Poi da segnalare che il debutto di Fabio Capello con la Russia inizia con il pareggio 1-1 contro la Costa d’Avorio, mentre l’Olanda perde pesantemente (4-2) il derby contro il Belgio.

A Stoccolma va in scena la riedizione della finale del Mondiale 1958 nello stadio ‘Rasunda’ che presto sarà abbattuto (e Pelè ha battuto il calcio d’inizio), Svezia-Brasile 0-3: i verdeoro sono quasi identici a quelli delle Olimpiadi, mentre la Svezia deve rinunciare a Zlatan Ibrahimovic. Se manca l’ex milanista, il protagonista è chi è rimasto a Milanello: Pato. Il brasiliano entra a un quarto d’ora dalla fine e sigla la doppietta che chiude la partita. Il gol dell’1-0 era arrivato già nel primo tempo grazie a un colpo di testa di Leandro Damiao, ma la partita è rimasta in equilibrio fino al breve ma spettacolare show del ‘Papero’ milanista: prima colpisce di testa, poi si procura un rigore che egli stesso trasforma in rete. A Francoforte invece va in scena Germania-Argentina 1-3: piccola vendetta per i sudamericani, che sono stati eliminati dai tedeschi negli ultimi due Mondiali. Low invece non trova il riscatto dopo la sconfitta contro l’Italia nella semifinale di Euro 2012. L’episodio decisivo giunge alla metà del primo tempo: il portiere Zieler stende Sosa e viene espulso. Messi si fa parare il rigore dal nuovo entrato Stegen, ma la partita si indirizza verso l’Argentina. Il vantaggio arriva poco prima del riposo, con una sfortunata doppia deviazione di Khedira e Howedes su calcio d’angolo di Di Maria. La Germania apre la ripresa con un palo di Reus, ma l’Argentina raddoppia con Messi, che finalizza una bella azione corale in velocità. A chiudere i conti ci pensa Di Maria, che a venti minuti dal termine sigla il terzo gol argentino con un bolide dalla distanza. Il bel gol di Howedes a dieci minuti dal termine serve solo a limitare il passivo per la Germania.

Il debutto di Capello sulla panchina russa è invece giunto in Russia-Costa d’Avorio 1-1: Dzagoev si conferma sugli altissimi livelli di Euro 2012 e porta in vantaggio la Russia con un gran tiro da fuori area, ma nella ripresa è arrivato il pareggio africano con un colpo di testa di Gradel. Brutto colpo invece per il nuovo capitano Wesley Sneijder e per tutti gli olandesi, già prostrati dal pessimo Europeo. Belgio-Olanda 4-2, la cura Van Gaal non funziona per niente, almeno in difesa: gol di Benteke (B), Narsingh (O), Huntelaar (O), Mertens (B), Lukaku (B) e Vertonghen (B). Niente reti invece in Francia-Uruguay 0-0, debutto sulla panchina dei ‘Bleus’ di Didier Deschamps ed ennesima dimostrazione di solidità dei campioni sudamericani in carica. Per la Spagna amichevole molto ricca a Portorico, anche se disputata con un caldo incredibile e contro un avversario molto inferiore: Portorico-Spagna 1-2, con le reti di Cazorla e Fabregas, anche se il gol che tutti ricorderanno è quello di Cintron, universitario che potrà raccontare ai nipotini di aver sconfitto i campioni ‘euro-mondiali’. Ricordiamo i risultati anche di altri due tecnici italiani: Serbia-Irlanda 0-0, con Trapattoni che esce indenne da Belgrado, e Giappone-Venezuela 1-1, piccola delusione per Zaccheroni. Infine facile vittoria e un gol per Cristiano Ronaldo in Portogallo-Panama 2-0.

 

(Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori