COPPA ITALIA/ Terzo turno, i risultati: avanzano Palermo, Fiorentina e Torino, fuori le due genovesi

- La Redazione

Terzo turno di coppa Italia: la Fiorentina batte il Novara, il Torino ne fa 4 al Lecce, bene anche Bologna e Atalanta. A sorpresa eliminate Sampdoria e Genoa, entrambe ai calci di rigore.

coppa_italia
Infophoto

Si è giocato ieri il terzo turno della Coppa Italia 2012/2013, con l’eccezione di Siena-Vicenza (questa sera alle 20:45). Le big non sono ancora entrate in gioco: lo faranno dagli ottavi di finale, a metà dicembre. Quindi, ci sarà ancora un turno, il quarto, prima di vedere Juventus, Inter, Milan e il Napoli, detentore del trofeo. Ieri, però, hanno esordito nella competizione molte squadre di serie A, quelle “minori” – in virtù del piazzamento nella scorsa serie A. Non sono mancate le sorprese: eliminate infatti le due genovesi, entrambe contro formazioni di serie B e ai calci di rigore. La Sampdoria è caduta contro la Juve Stabia, in una sfida che fino allo scorso anno si giocava in cadetteria. Inutile il vantaggio blucerchiato di Maxi Lopez: i campani hanno recuperato in extremis grazie a Danilevicius, poi ai rigori è salito in cattedra Seculin che ha respinto le conclusioni dello stesso Maxi Lopez e di Poli. Analoga sorte anche per il Genoa, opposto al Verona: decisivi gli errori dal dischetto di Jankovic e Immobile, era stato Bjelanovic a replicare a Gilardino nei tempi regolamentari. Il Verona se la vedrà ora con il Palermo, che ha avuto ragione della Cremonese grazie a una doppietta di Miccoli (uno su rigore) e alla bomba finale di Ilicic. Bene anche la Fiorentina (opposta alla Juve Stabia nel quarto turno), che ha superato il Novara: è apparso in palla Ljajic, autore del gol dell’1-0 (il secondo di Pasqual). Il turno lo passa anche il Torino di Ventura, nonostante il Lecce avesse provato a riaprire la partita dopo l’uno-due iniziale firmato Sgrigna e autogol di Ferrario: sotto gli occhi del presidente Cairo, i granata hanno resistito e allungato con una doppietta di Rolando Bianchi, sempre in odore di partenza ma in realtà ancora decisivo. Avanzano anche il Cagliari (2-1 allo Spezia, reti di Pinilla e Larrivey nei minuti finali) e il Bologna (doppietta di Taider che regola un buon Varese), tutto facile per l’Atalanta che regola un sempre insidioso Padova: decidono l’ex Bonaventura e Brivio. Quaterna del Chievo all’Ascoli (due di Thereau, Pellissier e Di Michele), mentre il Papu Gomez, in attesa di capire se cambierà squadra, porta il Catania al quarto turno dopo una partita sofferta (un ottimo Sassuolo ha sfiorato il gol nel primo tempo centrando una traversa), Abbruscato si conferma bomber di razza dando al Pescara la vittoria sul Carpi, il Cesena regola di misura (3-2) il Crotone, altre vittorie di “B” sono quelle del Livorno, del Cittadella e della Reggina (5-1 a Modena, maturato nei supplementari). Nelle prossime pagine il dettaglio dei risultati e gl accoppiamenti del quarto turno.

 

Ljajic, Pasqual

Thereau, Pellissier, Thereau, Di Michele

Sgrigna (T), aut. Ferrario (T), Jeda (L), Bianchi (T), Bianchi (T), Corvia (L)

Pinilla (C), rig. Di Gennaro (S), Larrivey (C)

Maxi Lopez (S), Danilevicius (J)

Bonaventura, Brivio

Taider (B), Taider (B), Momentè (V)

Gomez

Gilardino (G), Bjelanovic (V)

Miccoli (P), rig. Le Noci (C), Miccoli (P), Ilicic (P)

Abbruscato

Succi (CE), aut. Iori (CR), Ciano (CR), Graffiedi (CE), D’Alessandro (CE)

Di Roberto

Rig. Clemente (P), Siligardi (L), Siligardi (L), Dionisi (L), Dionisi (L)

Comi (R), Ardemagni (M), Barillà (R), Fischnaller (R), Viola (R), Viola (R)

Stasera ore 20:45

 

 

Palermo-Verona

Bologna-Livorno

Atalanta-Cesena

Fiorentina-Juve Stabia

Siena/Vicenza-Torino

Catania-Cittadella

Chievo-Reggina

Cagliari-Pescara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori