REAL MADRID/ Mourinho in crisi: rottura con i giocatori?

- La Redazione

Il Real Madrid ha iniziato malissimo la Liga, e i rapporti tra Josè Mourinho e i giocatori sembrano davvero difficili: sono in vista clamorose sorprese a Madrid?

mourinho
Jose Mourinho (Fonte Infophoto)

Un inizio così difficile per il Real Madrid era difficile da immaginare. La squadra di Josè Mourinho ha sì vinto la Supercoppa di Spagna, ma in campionato l’avvio è stato davvero pessimo. Una sola vittoria, un pareggio e ben due sconfitte nelle prime quattro giornate della Liga, già otto punti di ritardo da un Barcellona che viaggia a punteggio pieno – margine pesantissimo visti i ritmi a cui di solito viaggiano le due ‘Grandi Spagna’ – e lo stesso numero di sconfitte che l’anno scorso arrivarono nell’intero campionato. Ma la cosa peggiore è che qualcosa sembra essersi rotto tra Mourinho e lo spogliatoio. L’allenatore portoghese è stato chiarissimo dopo la sconfitta a Siviglia: “Abbiamo meritato di perdere. In questo momento le teste concentrate e motivate sono pochissime. Nell’intervallo ho cambiato due giocatori ma se avessi potuto ne avrei cambiati sette. La squadra al momento non c’è e la responsabilità è mia.Non mi preoccupano gli otto punti dal Barcellona, mi preoccupa il fatto che al momento non ho una squadra”. Le accuse pubbliche di Mourinho ai giocatori non sono state però prese bene dallo spogliatoio, a quanto pare.

‘La Vanguardia’, quotidiano di Barcellona, spiega che i giocatori del Madrid pensano che il mister abbia esagerato con le critiche. Per tutti ha parlato Sergio Ramos, uno dei più influenti: “È strano che il mister sia stato così duro dopo solo quattro partite”. I giocatori, sempre secondo il giornale catalano, non riescono a capire quale malattia abbia contratto la squadra e perché sia così involuta da registrare il peggior inizio di campionato degli ultimi anni, ma rifiutano qualsiasi accusa di scarsa dedizione. Esagerazioni da Barcellona? Non proprio, perchè anche il madrileno (e vicinissimo al Real) ‘Marca’ commenta così: “I giocatori ammettono la loro scarsa forma fisica e segnalano a Mourinho una preparazione estiva inutile e ‘prosciugante’. Allarmante assenza di gioco, di opzioni offensive e concentrazione. Mourinho vede una attitudine poco professionale della squadra, la rosa è arrabbiata per le accuse pubbliche del tecnico dopo ogni sconfitta”. Di sicuro è il peggiore momento di Mourinho a Madrid, e secondo alcuni lo ‘Special One’ starebbe già pensando all’addio (e d’altronde mai è rimasto più di tre anni nella stessa squadra): certo, siamo solo a settembre, e se davvero fosse così sarebbe difficile pensare di vivere un intero anno da ‘separato in casa’.

Lo spogliatoio sembra già rassegnato all’idea di avere perso la Liga, e quindi tutto passa dalla Champions League. Vincere la tanto sospirata ‘Decima’ cancellerebbe tutto, ma si sa che il cammino europeo è ricco di incognite, a partire da un girone difficilissimo. A proposito, domani al ‘Bernabeu’ arriverà il Manchester City di Roberto Mancini: potrebbe anche essere l’occasione buona per ritrovare lo spirito vincente e ottenere un successo di prestigio, ma in caso di sconfitta non sono da escludere clamorosi colpi di scena in tempi brevi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori