PROBABILI FORMAZIONI/ Dinamo Zagabria-Porto: ultime novità (Champions League gruppo A)

- La Redazione

Si gioca questa sera Dinamo Zagabria-Porto, prima giornata del gruppo A di Champions League. I croati lo scorso anno furono protagonisti dell’1-7 che qualificò il Lione agli ottavi.

fernando_francisco_reges_r400
Fernando, centrocampista del Porto (Infophoto)

Questa sera si gioca Dinamo Zagabria-Porto, fase a gironi della Champions League: il gruppo A prevede anche PSG-Dynamo Kiev (clicca qui per le probabili formazioni). Lo scorso anno entrambe le formazioni non centrarono la qualificazione agli ottavi: la Dinamo Zagabria perse tutte le partite, e alla sesta perse 7-1 contro il Lione che aveva bisogno di una goleada per superare l’Ajax nella differenza reti e passare il turno. Si parlò di combine (all’intervallo era 1-1), si tirò in ballo un presunto occhiolino di Vida, ma non si scoprì mai niente. Naturalmente i croati rigettarono qualunque accusa nei loro confronti, ma intanto la dirigenza esonerò l’allenatore. Oggi c’è Cacic, che ha già lanciato proclami di battaglia, affermando che i suoi non indietreggeranno di fronte a nessuno. A cominciare dal Porto, che nel finale di calciomercato ha perso Hulk, volato a San Pietroburgo dietro vagonata di soldi girati a giocatore e club. Così, dopo Falcao nel 2011, i Dragoes hanno perso un altro elemento fondamentale della loro squadra, ma restano una formazione competitiva che, agli ordini di Vitor Pereira, cercherà la qualificazione sfuggita lo scorso anno (curiosità: a causa di uno 0-0 interno contro lo Zenit) partendo da una posizione di favorita per il secondo posto nel girone. La qualità c’è, è stato trattenuto Moutinho (era quasi fatta con il Tottenham) e in attacco ha un paio di giocatori in grado di fare la differenza.

Cacic dispone i suoi secondo il 4-2-3-1, nel quale ha esperienza la coppia centrale Simunic-Vida. Esterni Vrsajko e Pivaric, a centrocampo Alispahic e Calello saranno la cerniera davanti alla difesa, Sammir, Rukavina e Ibanez le mezzepunte davanti a Beqiraj. Attenzione al brasiliano Sammir, a Zagabria dal 2007, e a Rukavina, che è già finito nel mirino di molte società europee tra cui anche grandi nomi come Lione, Arsenal e Paris Saint-Germain. 

A disposizione per la Dinamo Zagabria ci saranno il secondo portiere Mitrovic, Tonel, Puljic, Ademi, Kovavic, Cop e Krstanovic. 

 Vitor Pereira gioca con il 4-3-3: in porta Helton, capitano della squadra, a comandare una linea difensiva che ha in Danilo e Alex Sandro gli esterni e in Maicon e Otamendi i centrali. A centrocampo la classe di Joao Moutinho in fase di inserimenti senza palla e incursioni verso la porta, il regista sarà il belga Defour e sul centrodestra un’altra mezzala molto brava in zona gol come Lucho Gonzalez, tornato alla base dopo due anni a mezzo a Marsiglia. In attacco gran reparto: il nazionale Varela sulla destra e poi i due portoghesi: a sinistra James Rodriguez, al centro Jackson Martinez di cui già si dice che possa essere il nuovo Falcao (anche se ha già la sua età). 

 A disposizione per il Porto il secondo portiere Fabiano, Lopes, Mangala, Castro, e i tre elementi più interessanti: Fernando, obiettivo di mercato dell’Inter, il 20enne ghanese Atsu e il 22enne Kleber.

 

 

Kelava; Vrsajko, Simunic, Vida, Pivaric; Alispahic, Calello; Sammir, Rukavina, Ibanez; Beqiraj. All. Cacic

A disp: Mitrovic, Tonel, Puljic, Ademi, Kovacic, Cop, Krstanovic

Squalificati:

Indisponibili:

Helton; Danilo, Maicon, Otamendi, Alex Sandro; Lucho Gonzalez, Defour, Joao Moutinho; Varela, Jackson Martinez, James Rodriguez. All. Vitor Pereira

A disp: Fabiano, Lopes, Mangala, Fernando, Castro, Atsu, Kleber

Squalificati:

Indisponibili:

 

Arbitro: Orsato



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori