CALCIOMERCATO/ Genoa, Brozovic e Kelic: emissari del Grifone nell’est Europa

- La Redazione

Il Genoa sta studiando con attenzione la situazione di Brozovic, trequartista classe 1992 della Dinamo Zagabria, e di Kelic, centrale di difesa dello Slovan Liberec

enrico_preziosi_genoa_r400
Enrico Preziosi (Infophoto)

CALCIOMERCATO GENOA – Era letteralmente affollato lo stadio di Zagabria per il match di Champions League fra la Dinamo e il Porto. Sugli spalti, non solo i tifosissimi del club croato, quanto una serie infinita di osservatori provenienti da tutto il mondo. Fra questi, oltre a quelli di Roma e Parma, anche alcuni esponenti del Genoa. Tutte le attenzioni dell’emissario del Grifone erano rivolte verso Marcelo Brozovic, classe 1992, trequartista di grande classe, trasferitosi alla Dinamo la scorsa estate dopo un’esperienza fra le fila dei russi del Lokomotiv Mosca. Il club di Zagabria ha di fatto blindato il giocatore con un contratto quasi infinito di ben 7 anni ma il Genoa è convinto di poter assicurarsi ancora il ragazzo, visto che il prezzo risulta accessibile. Arrivare al talento in questione sarà però tutt’altro che facile visto che Liverpool ed Everton, entrambi club inglesi del Merseyside, si starebbero già muovendo concretamente, ma Preziosi un tentativo lo farà. In Croazia, infatti, Brozovic è considerato il “nuovo Modric”, grazie alla sua classe immensa, alla velocità con la palla al piede, e alla capacità di spaziare in tutto il centrocampo, potendo occupare più ruoli. Ma il talentuoso 20enne non è stato l’unico giocatore visionato con attenzione dai manager liguri. Nel mirino vi è anche Renato Kelic, altro gioiello dell’Europa dell’est, nazionale croato Under-21. Si tratta di un difensore roccioso, classe 1991, che gioca nello Slovan Liberec, club della Repubblica Ceca, e che in passato ha sfiorato anche il Tottenham. Kelic scenderà in campo questa sera per affrontare la Lazio, e il Genoa lo studierà attentamente. Si tratta di un ragazzo dal fisico imponente, 190cm di altezza, forte nel gioco aereo ma in grado di occupare il ruolo di centrale quanto di terzino, sia di destra che di sinistra. L’ostacolo principale che si frappone fra il Genoa e i due gioielli dell’est, è il fatto che entrambi siano extracomunitari e di conseguenza non tesserabili dai rossoblu per mancanza di caselle. Preziosi si è infatti assicurato Velazquez, per cui va ancora trovata una soluzione, e recentemente il giovane Andy Polo, peruviano. La speranza è che l’ex Jugoslavia diventi a breve paese dell’Unione Europea.

A quel punto i giochi sarebbero fatti e il patron del Genoa potrebbe mettere le mani su questi nuovi talenti, pronti al salto di qualità in Serie A.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori