PAGELLE/ Parma-Fiorentina (1-1): i voti della partita (Serie A, quarta giornata)

Ecco le pagelle di Parma-Fiorentina, anticipo con il quale si è aperto il programma della quarta giornata del campionato di serie A allo stadio Tardini. Il risultato è stato di 1-1…

22.09.2012 - La Redazione
donadoni_parmaR400
Roberto Donadoni, allenatore Parma - InfoPhoto

La quarta giornata della serie A 2012/2013 si è aperta con l’anticipo Parma-Fiorentina 1-1. Partita bellissima fino alla fine, con un palo per parte, un rigore sbagliato per parte e un gol per parte: Roncaglia al 20′ primo tempo per i viola (missile da fuori), nel recupero della ripresa Valdes pareggia dal dischetto, dopo aver sbagliato il primo rigore del Parma. Per la Fiorentina invece lo ha sbagliato Jovetic.
Bellissima ed emozionante fino alla fine. Complimenti a tutti. La Fiorentina del primo tempo ricorda il Barcellona: il lavoro di Montella è ottimo. Ma il Parma della ripresa esalta ancora di più, e alla fine il pareggio è meritatissimo. Un punto a testa è premio meritato.

Come già detto: nel primo tempo regge bene, e nella ripresa sale di livello. Non si abbatte nemmeno nelle avversità, e alla fine riceve il giusto premio. Complimenti.
La squadra di Montella ha davvero ben impressionato. Grande qualità di gioco e nel primo tempo ci scappa il paragone con il Barcellona. Nel secondo tempo cala e soffre, ma anche questa è una qualità. Se Jovetic avesse messo il rigore del 2-0, adesso qualcuno parlerebbe di scudetto. Forse èmeglio così…
Partita non facile, perchè è successo davvero di tutto – anche se i giocatori sono sempre stati sostanzialmente corretti. Tre rigori, tutti giusti: non è scontato.
Sempre al fianco della squadra. Alla fine è stato premiato.

MIRANTE 6,5 – Buona prestazione. Qualcuno potrebbe criticarlo per il gol di Roncaglia, ma per noi è un capolavoro dell’argentino. La parata sul rigore di Jovetic è decisiva.

BENALOUANE 6 – Alti e bassi, comunque c’è sempre. La sufficienza è garantita.

PALETTA 7 – Una sicurezza totale. Ministro della Difesa: per il Parma è un gran bel lusso. Se la Fiorentina non allunga è merito suo, e imposta pure il gioco.

LUCARELLI 6,5 – Con Paletta si vive bene là dietro, e prende pure un palo in attacco.

ROSI 5,5 – L’impegno c’è, il movimento anche, ma spesso è più fumo che arrosto. Ammonito per simulazione (giusto) e poi causa il rigore viola e viene espulso.

PAROLO 6,5 – Davvero una nota positiva. Sempre attivo, e riesce ad abbinare quantità e qualità fino agli ultimi minuti.

VALDES 6,5 – Voto soprattutto alla personalità: dopo aver sbagliato un rigore, si ripresenta sul dischetto nel recupero per il bis decisivo. E segna il rigore. Non è da tutti…

GALLOPPA 6 – Tanto lavoro, il suo contributo è prezioso.

GOBBI 6,5 – Quantità e qualità come per Parolo. Cresce nel secondo tempo, e quella semi-rovesciata uscita di poco sarebbe stata da cineteca. Peccato.

PABON 6 – Si impegna, sfodera anche dei bei colpi e dimostra di poter giocare in Italia. Però punge ancora poco, il cammino deve proseguire. (AMAURI 6,5 – Si nota che lui ha esperienza e ha mangiato… tanto prosciutto di Parma. Costringe Viviano al miracolo nel finale).

BELFODIL 6 – Stesso discorso di Pabon: il problema è che in questo momento tocca a loro sostenere il peso dell’attacco locale, e non possono crescere con calma. Ma si farà. (PALLADINO SV – Entra ed esce subito. Che sfortuna). (NINIS 6 – Stesso discorso pure per lui. Contribuisce bene all’assalto finale: certo che il Parma ha fatto tre scommesse in un colpo solo…).

ALL. DONADONI 6,5 – Pareggio meritatissimo e conquistato con gran carattere. Razza bergamasca non tradisce.

 

VIVIANO 7,5 – Poche parate, ma eccezionali. La parata sul primo rigore di Valdes è da manuale, come il miracolo su Amauri al 90′. Sembrava la parata della vittoria. Non para il secondo rigore, ma non gli si può certo darne la colpa…

RONCAGLIA 7 – Primo tempo eccezionale in difesa ma ancor di più in attacco (un gol capolavoro e un palo). Nella ripresa parte male causando il rigore poi si riprende. Forse poteva fare meglio nel caos finale…

RODRIGUEZ 7 – Il vero leader silenzioso della difesa è lui. Davvero un ottimo difensore.

TOMOVIC 6 – Lui invece si limita alla classica, onesta sufficienza.

CUADRADO 6,5 – Grande vivacità contro la squadra che non lo ha tenuto. Aveva voglia, e si è visto. (MIGLIACCIO 6 – Il solito contributo di quantità).

FERNANDEZ 6,5 – Davvero positivo nel primo tempo. Peccato che duri poco, e deve uscire dopo un’ora. (ROMULO 6 – Benino, ma un gradino sotto Fernandez).

PIZARRO 6,5 – La classe non si attenua con il passare degli anni. Complimenti a lui e a chi lo ha riportato in Italia.

BORJA VALERO 6 – Prestazione piuttosto in ombra. Comunque il suo lo fa: qualcuno deve pur fare il lavoro sporco.

CASSANI 6,5 – Sempre generoso, spinge tanto e bene. Da manuale del suo ruolo.

SEFEROVIC 6 – Si dà da fare, aiuta la squadra e alcune giocate sono pure belle. Però non incide: resta il dilemma prima punta viola. (TONI 6 – Entra bene, lotta, fa la ‘boa’ e l’assist sul rigore. Poi però si fa ammonire per un fallo di mano, e soprattutto commette quello del secondo rigore gialloblu).

JOVETIC 5 – Stavolta bocciatura inevitabile. Gioca maluccio, si vede poco e infine sbaglia il rigore. Una pausa dopo l’inizio fenomenale.

ALL. MONTELLA 6 – Il progetto cresce bene. Nel secondo tempo però soffre troppo: la maturazione non è ancora completa.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori