PROBABILI FORMAZIONI/ Catania-Atalanta: notizie alla vigilia (serie A, quinta giornata)

- La Redazione

Il Catania ospita l’Atalanta nella partita valida per la quinta giornata di serie A. Le due squadre sono appaiate a quota cinque punti in classifica. Leggi le probabili formazioni.

Schelotto_ex
Ezequiel Matias Schelotto, esterno dell'Atalanta (Infophoto)

Si gioca domani sera alle 20:45 Catania-Atalanta, partita valida per la quinta giornata di serie A. Il Catania ha gli stessi punti in classifica ed è reduce dallo 0-0 interno contro il Napoli. I bergamaschi sono a quota 5 punti (ma 7 sul campo) e hanno vinto l’ultima gara, in extremis contro il Palermo. Arbitro il signori Irrati di Pistoia, si gioca allo stadio Massimino. Vediamo ora le probabili formazioni di Catania-Atalanta alla vigilia del match. 

Il Catania produce molto nel secondo tempo: quattro gol su cinque arrivano nella ripresa, per la precisione dal 60′ in avanti. Forse non è un caso: la squadra di Maran alza il proprio baricentro e rischia anche di più, subendo quattro reti nei secondi 45 minuti. E’ un Catania che bada più che altro a difendersi con ordine per poi ripartire: 6 minuti e 25 secondi di supremazia territoriale a partita con il 42,5% di pericolosità e appena 80,5 giocate utili ne fanno una formazione abile nel contropiede, sfruttando le frecce Gomez e Barrientos. A centrocampo la qualità è garantita dai sempre positivi Lodi e Almiron (clicca qui per le pagelle del match precedente), che consentono al Catania di avere una percentuale del 57,4 di passaggi riusciti: non altissima, anche perché come detto si gioca molto su velocità e verticalizzazioni. Per domani Maran deve sostituire lo squalificato Alvarez: pronto Bellusci. Ci sono due dubbi: Biagianti sta bene e potrebbe sostituire Izco, in questo caso la formazione diventerebbe più difensiva e incisiva a centrocampo. Per la difesa, Rolin se la gioca con Spolli ma quest’ultimo è in netto vantaggio. Come al solito il Catania è terra di dominio degli argentini: ce ne sono sette nella formazione titolare. 

Gli orobici ancora una volta sono partiti con la penalizzazione e hanno dovuto raddoppiare gli sforzi per uscirne. La formazione guidata da Colantuono attacca bene (21 minuti e rotti di possesso palla) ma tira davvero poco: poco più di 9 le conclusioni a incontro, con 4 che finiscono nello specchio. I bergamaschi fin qui sono stati incapaci di segnare nel primo tempo: 3 gol nella ripresa, due sono arrivati nell’ultimo quarto d’ora e sono stati decisivi. La percentuale di pericolosità è scarsa, perché gli orobici badano soprattutto a difendersi (52.6% di protezione dell’area) e poi affidano agli esterni le ripartenze. Lo schema finora funziona, e contro il Palermo sono arrivati tre punti preziosissimi (clicca qui per le pagelle del match precedente). Colantuono ha a disposizione tutta la rosa ma ha tanti dubbi: De Luca o Bonaventura? Se gioca il primo, la formazione diventa un 4-4-2 e allora Ferri potrebbe prendere il posto di uno Schelotto non al meglio (nel caso, Raimondi si alza sulla fascia). Rientra Lucchini: è favorito su Stendardo, che però ha dato buone risposte contro il Palermo. Il resto è confrmato: a centrocampo vedremo sempre Cigarini e Cazzola. Denis ovviamente sarà il punto di riferimento offensivo per tutta la squadra.

 

Andujar; Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Lodi, Almiron; Barrientos, Bergessio, Gomez. All. Maran

A disp: Frison, Messina, Rolin, C. Capuano, Biagianti, Salifu, Sciacca, Castro, Ricchiuti, Morimoto, Doukara

Squalificati: P. Alvarez

Indisponibili: Terracciano, Keko

Consigli; Ferri, Lucchini, T. Manfredini, Brivio; Raimondi, Cigarini, Cazzola, Moralez; De Luca, Denis. All. Colantuono

A disp: Polito, Frezzolini, Stendardo, Matheu, Palma, Scozzarella, Schelotto, Troisi, Parra, Bonaventura

Squalificati:

Indisponibili:

 

Arbitro: Irrati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori