PROBABILI FORMAZIONI/ Torino-Udinese: notizie alla vigilia (serie A, quinta giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Torino-Udinese, in campo domani sera alle 20.45. I granata, dopo il buon pari di Marassi, sfidano la formazione di Guidolin, che ha appena battuto il Milan.

torino_udinese_formazioniR400
Per la quinta giornata si sfidano Torino e Udinese (INFOPHOTO)

Domani alle 20.45 il Torino ospiterà l’Udinese, per uno dei match della quinta giornata di campionato (turno infrasettimanale). I granata sono reduci dall’1-1 di Marassi contro la Sampdoria, mentre i friulani hanno battuto nell’ultima gara il Milan di Allegri, inguaiandolo ulteriormente. La formazione di Guidolin, al momento, vanta quattro punti in classifica, frutto di una vittoria, un pareggio ed una sconfitta, mentre quella di Ventura è arrivata allo stesso punteggio con un successo e due pari, ma grava il punto di penalizzazione inflitto ad inizio torneo. Arbitro dell’incontro sarà il signor Orsato di Schio. Di seguito analizzeremo le probabili formazioni di Torino e Udinese.

In media, nelle gare disputate finora, il Toro ha collezionato circa 25 minuti di possesso palla, con 577,8 palle giocate. Del 69,9% la percentuale di passaggi riusciti, un dato molto alto ed interessante, che fa capire il tipo di calcio predicato da mister Ventura. Un calcio compatto, collaborativo, in cui si gioca molto la palla a centrocampo, cercando di muovere al meglio gli esterni, pedine fondamentali per il 4-2-4 teorizzato dal tecnico ligure. Per ora il Torino ha dimostrato, anche contro avversari più quotati come l’Inter, di non aver paura a gestire il pallone, non a caso è la quarta squadra nella classifica dei passaggi riusciti. La manovra granata deficita ancora in attacco, dove l’indice di pericolosità raggiunto è solo del 44,8%, il decimo di tutto il campionato. Il materiale tecnico non manca a Ventura ma urge maggiore precisione sottoporta: degli undici tiri effettuati mediamente a partita, non pochi per una squadra che gioca per salvarsi, solo quattro inquadrano lo specchio della porta avversaria. In questo senso però sembra si possa stare tranquilli, visto il variegato arsenale offensivo del Torino. Domani le due ali titolari dovrebbero essere Vives a destra e Cerci a sinistra. L’ex viola è stato incoraggiato dal mister dopo la bella prova offerta a Genova, e sicuramente può essere il valore aggiunto della fase d’attacco torinista. In mezzo all’area agiranno Bianchi e Meggiorini (più di Sgrigna), mentre a centrocampo toccherà al duo Brighi-Basha dirigere il traffico. Lo svizzero dovrebbe rimpiazzare Gazzi, che probabilmente godrà di un turno di riopso. La linea difensiva vedrà agire in linea D’Ambrosio, Glik, Ogbonna e Masiello, con il belga Gillet tra i pali. L’obiettivo è cercare una certa continuità di risultati, nella speranza di riuscire a centrare l’agognata salvezza. 

La formazione di Guidolin fa dell’equilibrio uno dei suoi punti di forza. E’ del 45,6% la percentuale di riuscita in fase di protezione della propria area. Nel contempo, però, i bianconeri riescono anche a macinare gioco con buona disinvoltura, con 429,8 palle giocate e una media del 58,3% di passaggi riusciti. Per domani l’Udinese si presenterà in campo con un inedito 4-3-1-2, con Brkic tra i pali, Benatia e Pasquale terzini, e il duo Danilo-Coda in mezzo. A centrocampo, ecco Badu, Pinzi e Lazzari, con l’ex biancoceleste a fare filtro al centro, sulla trequarti toccherà all’argentino Pereyra sfornare palloni invitanti per le punte Ranegie e Barreto. Turno di riposo, dunque, per il goleador Totò Di Natale. Aspetteranno il loro turno in panchina anche i brasiliani Allan, Willians, Maicosuel e Gabriel Silva, tutte pedine potenzialmente utili a partita in corso. Vedremo se la partita confermerà l’approccio che l’Udinese ha avuto nelle partite precedenti, più portato al contenimento come dimostrano i soli 6’17” minuti medi di supremazia territoriale, vale a dire il tempo di occupazione della metacampo avversaria. Sarà interessante anche vedere se il Torino confernerà i suoi 10’10” medi, nel qual caso potremmo assistere a una gara più difensiva da parte dell’Udinese che però senza Di Natale perderebbe il suo contropiedista migliore. Anche per questo è importante che Barreto sia in condizioni ottimali. 

Torino (4-2-4): Gillet; D’Ambrosio, Glik, Ogbonna, S. Masiello; Brighi, Basha; Vives, Meggiorini, Bianchi, Cerci.

A disposizione: Gomis, Darmian, Rodriguez, Di Cesare, Bakic, Gazzi, Santana, De Feudis, Verdi, Stevanovic, Sgrigna, Sansone.

Allenatore: Giampiero Ventura

Squalificati: nessuno

Diffidati: nessuno

Indisponibili: Suciu, Birsa

Udinese (4-3-1-2): Brkic; Benatia, Danilo, Coda, Pasquale; Badu, Pinzi, Lazzari; Pereyra; Ranegie, Barreto.

A disposizione: Padelli, Pawlowski, Angella, Faraoni, Willians, Heurtaux, Armero, Gabriel Silva, Allan, Fabbrini, Maicosuel, Di Natale.

Allenatore: Francesco Guidolin

Squalificati: nessuno

Diffidati: nessuno

Indisponibili: Muriel, Domizzi, Basta

 

Arbitro: Orsato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori