PALERMO/ Clamoroso Zamparini: silurato Perinetti, dentro Lo Monaco!

- La Redazione

Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, pronto al clamoroso gesto: fuori il direttore sportivo Giorgio Perinetti, dentro l’ex Genoa e Catania Pietro Lo Monaco

maurizio_zamparini_r400
Maurizio Zamparini (Infophoto)

PALERMO – Il tornado Maurizio Zamparini non mette mai di stupire e a pochi giorni dall’esonero (prevedibile) di Sannino dalla panchina, con ingresso in scena di Gasperini, ne combina un’altra delle sue. Il patron rosanero ha infatti ben pensato di salutare definitivamente il direttore sportivo del Palermo, Giorgio Perinetti, chiamando al Renzo Barbara l’ex Catania Pietro Lo Monaco, in cerca di una sistemazione dopo il recente addio al Genoa. Il cambio della guardia non è ufficiale ma lo sarà nella giornata odierna o tutt’al più domani, comunque entro la settimana, visto che tutte le indiscrezioni spingono in tale clamorosa direzione. Sembra che la decisione sia stata maturata dopo mesi, visto che Zamparini corteggiava ormai da tempo l’ex dirigente catanese, presente tra l’altro al Barbera durante la recente sfida fra il Palermo e il Cagliari, l’ultima di Sannino in panchina. Difficile dare una spiegazione ad una mossa così azzardata anche se probabilmente a Zamparini pare non essere piaciuto il mercato estivo, in particolare, le mancate cessioni, spesso e volentieri lamentate dallo stesso durante gli scorsi mesi. Per Lo Monaco inizierà a ore un’esperienza non proprio semplice. Dopo il divorzio dal Genoa per incompatibilità di carattere con il patron rossoblu Enrico Preziosi, all’esperto dirigente toccherà ora la patata bollente Zamparini, presidente non tanto diverso dal numero uno del Grifone, entrambi eccentrici, molto umorali, e spesso protagonisti di gesti inattesi, clamorosi. Resta da capire se Perinetti abbia già trovato una nuova sistemazione, vista la grande esperienza e capacità dell’ex dirigente del Siena, anche se a tutt’oggi, posti liberi non sembrano esservene. Una strategia, quella di Zamparini, abbastanza discutibile che spesso e volentieri ha avuto a disposizione giocatori, allenatori e dirigenti capaci, ma forse per troppa foga e voglia di vincere, ha optato per esoneri, cessioni e addii non ragionati, rovinando in poche ore quanto di buono costruito. In seguito all’esonero dopo poche settimane di Sean Sogliano toccherà ora a Lo Monaco prendere in mano una situazione più che complicata, ma la domanda sorge spontanea: l’ex ds del Catania ha salutato Genoa per mancanza di dialogo con Preziosi e perché doveva sottostare ad un presidente “troppo presente”, cosa succederà ora con Zamparini?

La risposta solo il tempo la darà ma la sensazione è che un nuovo esonero sembra già palesarsi all’orizzonte in quel della Sicilia…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori