SERIE A/ Genoa-Parma (1-1): gol, sintesi e video highlights (quinta giornata)

- La Redazione

Genoa-Parma è finita con il punteggio di 1-1 grazie ai gol di Lucarelli per gli ospiti e Borriello su rigore per i liguri: guarda la sintesi video con gol e highlights della partita di A.

marco_borriello_genoa_r400
Marco Borriello, attaccante del Genoa (Infophoto)

Genoa-Parma, partita della quinta giornata di serie A, si è chiusa sul punteggio di 1-1. Le reti decisive per determinare questo pareggio sono state messe a segno dal difensore degli emiliani Alessandro Lucarelli nel primo tempo, e poi da Marco Borriello su rigore a pochi minuti dal termine della partita. L’attaccante del Genoa si è fatto così perdonare il precedente errore commesso ancora dal dischetto (palo).Il Genoa sale a quota 7 punti in classifica, rimanendo sempre nella prima metà del gruppo, mentre il Parma arriva a 5 punti, che le consentono comunque di conservare una posizione tranquilla. Andiamo come di consueto ad analizzare la partita di Marassi attraverso le statistiche ufficiali della Lega Calcio, che sostanzialmente ci dicono che si è trattato di un pareggio giusto. Il Parma infatti ha avuto la prevalenza per quanto riguarda il possesso palla (53% contro il 47% del Genoa), il numero totale di palloni giocati (496-527) e il numero dei calci d’angolo, che sono stati sette contro i sei dei rossoblù, mentre il Genoa ha numeri migliori per quanto riguarda i tiri, dovuti soprattutto al forcing del secondo tempo. Per il Grifone undici tiri complessivi di cui sei nello specchio della porta avversaria, mentre il Parma risponde con nove conclusioni, delle quali quattro hanno impegnato Frey. Dunque alla fine è stato giusto dividere la posta in palio, anche se naturalmente ai padroni di casa rimarrà il rimpianto del primo rigore sbagliato.

Siamo al 27’ minuto del primo tempo quando si sblocca il risultato di una partita certamente non bella. A passare in vantaggio è il Parma, con un gesto tecnico del difensore Alessandro Lucarelli che non ha nulla da invidiare alle reti che metteva a segno il fratello attaccante Cristiano. Calcio d’angolo per gli emiliani, Immobile respinge corto, la palla arriva dalle parti di Lucarelli che la colpisce con un perfetto tiro di sinistro al volo che non lascia scampo a Sebastien Frey (0-1 Parma). Nel secondo tempo però è un monologo del Genoa, tutto proteso alla ricerca del pareggio. Come già detto, Borriello spreca un primo tiro dagli 11 metri – che era stato concesso per un fallo di mano di Galloppa – calciandolo sul palo, così come i liguri sbagliano altre occasioni che esaltano Mirante. Il Parma però deve arrendersi al pareggio nei minuti finali, quando Borriello fa tutto da solo. L’attaccante conquista il secondo rigore (concesso per un contatto con Lucarelli) e questa volta non sbaglia: è l’1-1 finale, punteggio che non cambierà più.

Per Luigi De Canio, allenatore del Genoa, compleanno e panchina numero 200 in serie A. Il pareggio firmato da Borriello è stato dunque provvidenziale per non rovinare i festeggiamenti: “La squadra ha creato molte palle gol ma non è stata incisiva sotto porta. Nel primo tempo ci siamo sbilanciati troppo ed è arrivato il gol del Parma. Poi abbiamo attaccato ma eravamo troppo frettolosi nei momenti decisivi e non siamo riusciti a ristabilire il risultato fino alla fine. Siamo partiti meglio nella ripresa e abbiamo avuto l’occasione per pareggiare su rigore che poi abbiamo sbagliato. Il pari è stato giusto, peccato aver sbagliato in fase di palleggio. Abbiamo ragazzi che hanno bisogno di crescere e con il lavoro dobbiamo migliorare. Sono contento di avere un gruppo che non si arrende”. Roberto Donadoni incassa invece bene il pareggio del suo Parma, pur con un po’ di delusione per essere stato raggiunto nel finale: “Il Parma ha cercato di fare la partita e di questo devo dire bravi ai ragazzi. Probabilmente manca la determinazione per buttare la palla dentro e su questo dobbiamo continuare a lavorare. Però non dimentichiamo che Amauri viene da un infortunio, Biabiany e Sansone idem, Belfodil si è infortunato, Pabon è entrato a freddo. Sono comunque dispiaciuto che i ragazzi non abbiano ottenuto il risultato pieno perché se lo meritavano. Sugli arbitri continuiamo, io e la società, a comportarci come sempre. Però il fatto che non ci lamentiamo non significa che certe cose non le vediamo. Abbiamo corso qualche pericolo di troppo all’inizio sulle palle lunghe. Nel complesso siamo stati bravi a non permettere al Genoa di costruire azioni manovrate, mentre noi ne abbiamo costruite diverse”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori